Fusione nucleare in laboratorio, primo successo

Scienziati americani sono riusciti a fondere atomi di deuterio e trizio, producendo energia pulita.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-02-2014]

sun470

Negli ultimi anni la fusione nucleare, quella stessa reazione che avviene nelle stelle, non è stata spesso al centro dell'attenzione.

A causa delle difficoltà della sua realizzazione - richiede notevoli quantità di energia per essere innescata, e non è facilmente controllabile - è rimasta un po' in secondo piano rispetto, per esempio, all'espansione delle rinnovabili; ciò non vuol dire tuttavia che le ricerche in questo campo si siano fermate.

Un importante traguardo è stato raggiunto nello scorso autunno - ma i risultati sono stati pubblicati soltanto adesso sulla rivista Nature - al Livermore National Laboratory, in California.

Per la prima volta in assoluto, gli scienziati sono riusciti a ottenere «più energia rispetto a quella impiegata per innescare la fusione» come ha spiegato Omar Hurricane, primo autore dello studio.

Sebbene siano i ricercatori stessi a definire «modesto» il risultato in termini assoluti, dal punto di vista dei passi in avanti è certamente importante e superiore alle previsioni: è, insomma, un piccolo avvicinamento alla realizzazione della fusione.

Sondaggio
Secondo te quale di questi scienziati avrebbe meritato il premio Nobel?
Andrew Benson, per la scoperta del Ciclo di Calvin della fotosintesi clorofilliana.
Dmitri Mendeleev, per l'ideazione della tavola periodica degli elementi.
Fred Hoyle, per gli studi sulla nucleosintesi stellare.
Jocelyn Bell Burnell, per la scoperta delle pulsar.
Nikola Tesla, per i suoi lavori sulla trasmissione delle onde radio.
Albert Schatz, per la scoperta della streptomicina (rimedio contro la tubercolosi).
Chien-Shiung Wu, per i lavori sulla legge di conservazione della parità.
Oswald Avery, per gli studi sulla trasmissione dei caratteri ereditari tramite DNA.
Douglas Prasher, per la scoperta della proteina fluorescente verde.
Lise Meitner, per il contributo ai lavori sulla fissione nucleare.

Mostra i risultati (1578 voti)
Leggi i commenti (2)

Per arrivare a questo punto è stata utilizzata una tecnica che prevede l'utilizzo di 192 laser ad alta energia per fondere atomi di deuterio e trizio (isotopi dell'idrogeno) contenuti in una sfera di 2 millimetri di diametro.

I laser hanno dato vita alle radiazioni X che hanno permesso di comprimere ben 35 volte - «come ridurre un pallone da basket alle dimensioni di un pisello» racconta uno scienziato - e creare le condizioni di temperatura e pressione necessarie perché si inneschi la fusione.

capsula fusione
La minuscola capsula in cui è avvenuta la fusione

Come risultato è stata ottenuta un'energia 10 volte superiore a quella ottenuta finora in altri esperimenti e, soprattutto, superiore (anche se di poco) a quella impiegata per "accendere" il tutto.

Ciò «dimostra la fattibilità scientifica della fusione dal punto di vista del confinamento inerziale» come spiega il fisico dell'Enea Giuseppe Mazzitelli, il quale aggiunge anche però che «la strada da fare è ancora molto lunga: per produrre energia occorre che questi esperimenti si ripetano 20 volte al secondo».

L'obiettivo finale, ancora lontano, è riuscire a realizzare una reazione che si autoalimenti e che sia contenibile in condizioni di sicurezza.

Sono gli scienziati stessi a calmare gli animi: «qui si fa ricerca: non si tratta ancora di un reattore».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Stellarator, il reattore a fusione tedesco
Il minireattore a fusione del MIT
Fusione nucleare, Lockheed annuncia nuovi reattori senza scorie
La Cina interessata alle miniere sulla Luna
Tredicenne costruisce reattore nucleare nel garage di casa

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

Bhè, dopo 35 anni, un minimo di risultato ci voleva. Tra altri 35 anni, forse, inizieremo i lavori della prima centrale a fusione per la produzione commerciale di energia. Semprecchè ci sia ancora un mercato a cui venderla. :?
23-2-2014 19:24

mi immagino di sì, altrimenti tanto can-can per nulla...
16-2-2014 16:59

Ottima osservazione. Ovviamente spero che si parli di tutta l'energia utilizzata per produrre l'innesco e non solo quella sparata sul bersaglio Leggi tutto
15-2-2014 16:18

no, penso si sia laureato alla iutiub iunivèrsiti.... Leggi tutto
14-2-2014 22:07

{gufonoioso}
Io ho la presunzione di intendermi un po' di energia nucleare ... Un tempo le lauree italiane valevano qualcosa ed anche ora ma solo per pochi migranti... ( chi si loda s'imbroda... ma fa niente..) MA sono restato perplesso... Sapevo gia' da mesi di questo successo ( seguo con grande passione quello che il Lawrence... Leggi tutto
14-2-2014 14:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Perché Twitter ha tanto successo?
Il limite di 140 caratteri obbliga a esprimersi con brevità e concisione.
Si possono condividere link interessanti velocemente e a un gran numero di persone.
L'integrazione con il cellulare consente di inviare e ricevere i tweet via Sms.
Consente di rimanere aggiornati su un determinato argomento in tempo reale
La motivazione è un'altra, ve la esplicito nei commenti qui sotto.

Mostra i risultati (1035 voti)
Ottobre 2019
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Tutti gli Arretrati


web metrics