Outernet, la Rete libera e gratis che arriva dallo spazio

Una flotta di satelliti fornirà connessione gratuita per tutti, aggirando la censura e il digital divide.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-02-2014]

outernet

Se essere tagliati fuori dalla banda larga è già un problema, non si può ignorare che c'è anche chi sta peggio: vaste aree del mondo sono completamente prive di connessione a Internet, o l'accesso è possibile solo tramite costosi piani di telefonia mobile.

Un nuovo progetto, chiamato Outernet, promette di risolvere questo problema e di garantire accesso libero e gratuito a Internet a tutti, permettendo così anche di aggirare la censura.

Il segreto di Outernet sta in una costellazione di satelliti economici, chiamati CubeSat, creati per ritrasmettere in un loop continuo i contenuti ricevuti da stazioni poste a terra.

Si tratterebbe di una sorta di "rete a senso unico" tramite la quale si potrebbe soltanto ricevere - che potrebbe anche diventare, come spiegano i suoi ideatori, «un sistema globale di notifica durante le emergenze e i disastri naturali».

Sul lungo periodo, poi, Outernet punterebbe a trasformarsi in un sistema analogo a quelli normalmente adoperati per connettersi a Internet, in grado di garantire una comunicazione a due vie libera e gratuita per chiunque.

Sondaggio
Qual è il componente del PC che aggiornerai per primo?
Scheda Wi-Fi
Mouse
Tastiera
Scheda audio
Hard disk
RAM
Schermo
Scheda video
Processore
Tutto il PC

Mostra i risultati (2685 voti)
Leggi i commenti (10)

L'idea è molto interessante e, dal punto di vista tecnico, non ci sarebbero particolari difficoltà: almeno così afferma Syed Karim, uno dei responsabili del progetto.

Ma i costi, nonostante i satelliti siano relativamente economici, non sono certo indifferenti: per portare a termine il piano si parla di oltre 40 milioni di dollari.

Per questo motivo la raccolta di fondi prevede la possibilità di donazioni, da effettuarsi tramite il sito ufficiale: il denaro raccolto servirà a realizzare dei prototipi entro giugno e iniziare una fase di test sulla ISS a settembre.

Una volta ottenuti i permessi necessari dalla NASA e stabilito un programma di lanci, le prime trasmissioni potrebbero partire già nel giugno del 2015.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Concorso Nasa, 5 milioni per inventare un minisatellite artificiale
Non arriva Internet? Il sindaco fa segnali di fumo per protesta
Banda larga, l'Italia continua ad arrancare
Samsung annuncia il 5G a 1 Gbps
Paesino con ADSL scadente si stende la fibra da sé
La banda larga conquista quasi 600 milioni di utenti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

{Undertaker}
Mi puzza lontano un kilometro di truffa
25-2-2014 15:46

La grande novità, presumo, sono proprio i 40 milioni di investimenti. :evil:
23-2-2014 20:08

Ma... fatemi capire: - trasmissione dati da satellite. - a senso unico (solo ricezione di contenuti) Che differenza c'è con l'attuale e diffuso sistema DVBS? Quali sono queste novità tecnologiche che richiederebbero 40 milioni di investimenti? Anche nella attuale Tv via satellite i dati arrivano organizzati in pacchetti. Certo, per... Leggi tutto
19-2-2014 21:09

"Gratis è tutto quello che hai già pagato" :twisted: Sarà interessante vedere come lo pagheremo, che lo usiamo oppure no. :shock: Mauro Leggi tutto
19-2-2014 18:20

Qualcuno dovra' pagare sti 40 milioni, e alla fine i soldi escono sempre dalle nostre tasche. Niente e' gratis! Leggi tutto
19-2-2014 17:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è l'affidabilità dell'informazione su internet?
La rete è piena di giornalisti non professionisti che scrivono per lo più sulla base del sentito dire, senza una reale verifica dei dati.
Può andar bene per farsi un'idea velocemente, ma è carente se dall'informazione si vuole approfondimento e commento.
L'informazione reperibile in rete è del tutto paragonabile per contenuti e affidabilità a quella dei media tradizionali.
La qualità dell'informazione su internet è certamente più varia di quella offerta dai media tradizionali, ma sapendo scegliere siti e fonti giuste può essere superiore.
Internet è l'ultima frontiera dell'informazione libera e non irreggimentata.

Mostra i risultati (3141 voti)
Luglio 2020
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Tutti gli Arretrati


web metrics