Insegnare a programmare ai bambini con un gioco da tavolo

Robot Turtles ha raccolto oltre 600mila dollari su Kickstarter in un mese.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-06-2014]

RobotTurtles 01

Nonostante l'indiscusso successo dei videogiochi (sia che girino su console, su PC, su tablet o smartphone) i giochi da tavolo sono ben lungi dall'essere defunti: anzi, negli ultimi anni stiamo assistendo a una loro continua crescita.

Non si tratta soltanto di un ritorno di popolarità di quei grandi classici - da Monopoli a Trivial Pursuit a Risiko - che proprio per la loro storia in qualche caso sanno di "già visto", ma anche della nascita di una moltitudine di giochi sviluppati da ideatori indipendenti, aiutati nel loro compito dalle possibilità offerte dalla tecnologia.

Uno di questi sviluppatori è Dan Shapiro, ex dipendente di Microsoft, fondatore della startup Sparkbuy poi venduta a Google e titolare di una decina di brevetti legati alla tecnologia.

La sua ultima creazione si chiama Robot Turtles, un gioco da tavola nato grazie a una raccolta fondi su Kickstarter che ha superato le più rosee previsioni: puntava a 25.000 dollari, è arrivata a oltre 600.000.

Robot Turtles è un gioco del tutto particolare: Shapiro l'ha inventato per «aver qualcosa di divertente da fare con i figli» ma anche per insegnar loro le basi della programmazione senza che se ne accorgano.

Sondaggio
Qual è il tuo linguaggio di programmazione preferito?
C
Java
PHP
JavaScript
C#
Visual Basic .NET
C++
Perl
Python
Ruby

Mostra i risultati (2744 voti)
Leggi i commenti (18)

Il gioco è semplice e, stando alle testimonianza, avvincente per i bambini. L'obiettivo è dirigere far raggiungere una determinata gemma a una tartaruga robot, attraversando un particolare percorso; per farlo, occorre dire alla tartaruga che cosa deve fare: in pratica, facendole eseguire una istruzione.

I bambini ordina alla tartaruga di compiere un'azione; è l'adulto poi che le esegue. Fuor di metafora, i bambini sono i programmatori e l'adulto è il computer. A mano a mano che il gioco avanza si possono sbloccare nuove carte che introducono ulteriori oggetti e possibilità, aumentando la longevità del gioco. L'articolo continua dopo il video.

Il tutto è piaciuto tanto che la prima produzione di 25.000 esemplari è andata esaurita in poco tempo. Al momento il sito ufficiale è aperto ai preordini per la prossima "infornata", che sarà rilasciata a metà giugno (il costo è di 24,99 dollari più le spese di spedizione).

RobotTurtles 02
RobotTurtles closeup

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Cinquant'anni di BASIC
Liceo di Padova vince gara di robotica spaziale
I robottini che insegnano ai bambini a programmare
Programmare robot con Java

Commenti all'articolo (1)

{dbp}
non sarebbe stato meglio cercare un approccio per insenargli a programmare ? giochi da tavolo, blah,:-( roba morta e defunta, non sacalabile, in più l'ex dipendente della microsoft ha il classico approccio al CopyRiht, con il gioco da lui inventato. La programmazione è di tutti, non è delle sole corporazioni ed a tal proposito, più... Leggi tutto
11-6-2014 09:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale di queste previsioni si realizzerà per prima?
La maggior parte degli acquisti avverrà attraverso il web.
Ci sarà in media uno smartphone per ogni abitante del pianeta.
Le aziende utilizzeranno Facebook e Twitter come mezzo principale di assistenza ai clienti.
La maggior parte dei nostri dati saranno sul cloud, non sui nostri Pc.
La maggior parte degli utenti accederanno al web tramite rete mobile.

Mostra i risultati (2202 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 ottobre


web metrics