Per rubare un'auto bastano 14 secondi

I ladri si fanno sempre più tecnologici, mentre sempre meno auto vengono ritrovate.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-05-2014]

M furti auto 14 secondi

Una ventina d'anni fa, nel 1993, rubare un'auto era una faccenda che richiedeva in media 9 minuti: non moltissimi, ma sufficienti a far cogliere il ladro in flagrante.

Oggi bastano 14 secondi e, a meno di essere molto fortunati, si può dire addio alla possibilità di cogliere il malintenzionato con le mani nel sacco.

A rivelarlo è un rapporto realizzato da Lo Jack, azienda specializzata nel recupero di veicoli rubati, all'interno del quale si trova anche la spiegazione di tale miglioramento nelle performance dei criminali: oggigiorno sono aiutati dalla tecnologia.

Una volta, i mezzi classici erano due: rompere un finestrino (metodo più rapido, ma anche più rumoroso e appariscente) oppure forzare la serratura.

Adesso vi sono sistemi elettronici, acquistabili in Rete a prezzi contenuti (intorno ai 100 euro), che permettono di clonare i codici dei telecomandi delle auto, neutralizzare gli antifurto e rendere inutili i sistemi di localizzazione.

Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi pi pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual il pi pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2224 voti)
Leggi i commenti (5)

Sparita la figura del "topo d'auto", oggi ci sono organizzazioni criminali che si occupano di tutti i passaggi, dal furto vero e proprio sino al "riciclo" del veicolo, sia questo l'utilizzo per compiere altri crimini, la vendita di pezzi di ricambio o l'esportazione (per lo più verso Paesi dell'Europa orientale, dell'Africa settentrionale o verso alcuni Stati arabi).

Secondo i dati di Lo Jack tutto ciò ha portato non tanto a un aumento significativo del numero dei furti, che invece è calato (nel 2013 le auto rubate sono state 111.921, nel 2012 115.451) ma in quello del numero dei veicoli che non vengono più ritrovati: tornano al loro padrone appena 4 mezzi su 10.

La situazione in Italia è peraltro differente da regione a regione: in Lazio e Campania, per esempio, sono sparite circa 15.000 auto (per la precisione 19.525 e 22.268), e ne è stato trovato soltanto il 27% e il 28% rispettivamente. In Umbria, a fronte di 539 furti, sono state recuperate 447 auto (l'83%) e in Emilia Romagna 2.346 su 3.035 furti (77%).

Oltre a Lazio e Campania, le regioni più colpite dai furti sono la Sicilia (16.271 auto rubate nel 2013), la Lombardia (14.998), e la Puglia (14.730).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Ladri rubano una Tesla Model S armati soltanto di tablet e smartphone
2015, tutti gli smartphone avranno l'antifurto
Mike, la bara con l'antifurto
L'antifurto che distrugge la bici rubata

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

{SALVATORE}
CERTAMENTE GLI ANTIFURTO ELETTRONICI HANNO LE LORO LIMITAZIONI IN FATTO DI SICUREZZA,PER QUESTO IO RIMANGO FEDELE AL CARO VECCHIO BLINDOSTERZ MADE IN ITALY E CON LUCCHETTO CORAZZATO SEMPRE DI FATTURA ITALIANA, CERTAMENTE SI PUO' STARE TRANQUILLI (LO DICO PER ESPERIENZA PERSONALE).
28-5-2014 15:47

Era successo anche a me di restare chiuso fuori dall'auto sul piazzale di una discoteca, alle 2 di notte, e di dover ricorrere ad un gancio di fil di ferro per sbloccare la portiera. In effetti la cosa fattibile (basta agganciare il tirante che comanda lo scrocco) ed anch'io in parecchi minuti di tentativi ho ottenuto il magico... Leggi tutto
26-5-2014 03:25

Io con il mio bloster ora mi sento a posto dopo che per ben tre volte in un mese me l' avevano aperta e, fortuna vuole, mi avevano rubato solo gli occhiali e le chiavi di casa ( MAI LASCIARE NIENTE NEL CRUSCOTTO , neanche il libretto )
25-5-2014 14:07

Dipende tutto dalla singola macchina, se gli ingegneri hanno usato un sistema di criptazione con chiave pubblica\privata - escludendo errori di implementazione o utilizzo di algoritmi flawed - impossibile creare un dispositivo che riesce a generare il valido messaggio per far aprire la macchina, a meno di accedere fisicamente il... Leggi tutto
25-5-2014 11:48

C' il sistema a telecomando che blocca/sblocca tutto e dovrebbe funzionare a "rolling code"; c' pure l'immobilizer con un transponder contenuto fisicamente nella chiave, che viene riconosciuta non solo in base ai dentelli o buchini della sua forma, ma in base ai codici che vengono scambiati tra quella che sembra una banale... Leggi tutto
25-5-2014 11:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Di quale generazione fai parte?
Generazione silenziosa: i nati tra gli anni '20 e gli anni '40 del XX secolo
Baby boomers: i nati tra gli anni '40 e l'inizio degli anni '60 del XX secolo
Generazione X: i nati tra gli anni '60 e l'inizio degli anni '80 del XX secolo
Generazione Y (o Millennials): i nati tra gli anni '80 del XX secolo e il 2000
Generazione Z: i nati dal 2000
Generazione Alpha (o Screenagers): i nati dal 2010

Mostra i risultati (2101 voti)
Agosto 2019
Il cavo USB che permette di violare qualsiasi iPhone
Matteo Salvini condannato per violazione del diritto d'autore
Falla nelle fotocamere digitali, si rischia un'epidemia di malware
iPhone, cambiare la batteria diventa ancora più difficile
Datadrifter: motore di ricerca per bucket di Google Cloud trova dati privati a palate
Lo smartphone senza Android di Huawei arriverà entro la fine dell'anno
Facebook cambia nome a Instagram e WhatsApp
L'85% di tutti i Bitcoin è già stato generato
La carta di credito di Apple debutta in agosto
Luglio 2019
Windows 10, arriva il ripristino via Internet
Il condizionatore portatile di Sony da indossare sotto i vestiti
5G, miti da smontare e paure pilotate
VLC, panico nel Web per una falla estremamente grave
La criptovaluta di Facebook è una manna per gli scammer
Microsoft: Windows 10 è il migliore Windows di sempre
Tutti gli Arretrati


web metrics