No, un ''supercomputer'' non ha superato il Test di Turing



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-06-2014]

hal9000 panel

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Il computer che si fa passare per un essere umano

Impazza ovunque la notizia che un computer, anzi un "super- computer", come titola Il Sole 24 Ore, avrebbe superato il mitico Test di Turing, dimostrando quindi di essere dotato d'intelligenza.

È una balla spacciata da un ricercatore, Kevin Warwick, già noto per le sue dichiarazioni roboanti e del tutto prive di fondamento scientifico. Il test non è stato affatto superato, nonostante Warwick ne abbia alterato le regole a proprio favore.

Prima di tutto, facciamo un ripassino veloce di cos'è il Test di Turing. Non ne esiste una definizione univoca, ma il matematico Alan Turing nel 1950 scrisse un celebre articolo, Computing Machinery and Intelligence, in cui proponeva il "gioco dell'imitazione": un esaminatore conversa liberamente via chat (allora si pensava a una telescrivente) con un computer e con un essere umano. Se non riesce a distinguere quale dei due è il computer e quale è l'essere umano, allora si può concludere che il computer "pensa", o perlomeno che è in grado di imitare perfettamente il pensiero umano e quindi è intelligente quanto un essere umano. Il test ha molti limiti, dovuti anche all'età: all'epoca l'intelligenza artificiale era un campo inesplorato.

Quello che è successo invece alla Royal Society di Londra, secondo il comunicato stampa dell'Università di Reading, è che il computer è riuscito a convincere soltanto il 33% degli esaminatori che era un essere umano. Uno su tre. Cito: "Eugene managed to convince 33% of the human judges that it was human." L'altro 67% non s'è fatto fregare. Questo, a casa mia, non si chiama "superare" un test.

Non solo: il comunicato stampa dice che il test di Turing prevede che "se un computer viene scambiato per un essere umano più del 30% del tempo durante una serie di conversazioni via tastiera di cinque minuti, allora supera il test" ("If a computer is mistaken for a human more than 30% of the time during a series of five minute keyboard conversations it passes the test"). Falso: Turing non ha mai scritto una percentuale del genere come critero di superamento. Ha invece scritto che il test viene superato se l'esaminatore sbaglia con la stessa frequenza sia quando l'esaminatore deve distinguere fra un uomo e una donna, sia quando deve distinguere fra un essere umano e un computer.

L'unica cosa che si avvicina a quanto asserito dal comunicato stampa è una previsione di Turing, sempre in Computing Machinery and Intelligence, che entro il 2000 sarebbe stato possibile programmare un computer in modo che "un esaminatore medio non avrebbe avuto più del 70% di probabilità di fare un'identificazione corretta dopo cinque minuti di domande" ("I believe that in about fifty years' time it will be possible, to programme computers [...] to make them play the imitation game so well that an average interrogator will not have more than 70 per cent chance of making the right identification after five minutes of questioning"). Ma non è una descrizione del criterio di superamento del test: Turing si limita a prevedere che fra cinquant'anni l'informatica sarà arrivata a questo livello. Tutto qui.

In altre parole, il test annunciato sui giornali non corrisponde affatto ai criteri originali enunciati da Turing, che non ponevano limiti di tempo, di argomento o di competenza all'esaminatore. Invece in questo evento:
- l'interrogatorio è stato limitato a sessioni di cinque minuti (forse ripetute);
- sono stati scelti alcuni giudici (forse cinque in tutto) non esperti nel valutare software d'intelligenza artificiale (tra cui l'attore Robert Llewellyn, noto come il robot Kryten di Red Dwarf; Aaron Sloman, professore d'informatica presso la University of Birmingham; e Lord Sharkey, che non sembra avere qualifiche nel settore dell'AI, anche se la BBC lo definisce "esperto" in questo campo);
- è stato detto ai giudici che dovevano decidere se stavano comunicando con un computer che simulava un bambino di tredici anni oppure con un vero tredicenne; ma la scelta di un adolescente equivale a barare, perché impedisce ai giudici di fare domande complesse di cultura o di etica e quindi semplifica molto il compito di imitare un essere umano;
- è stato inoltre comunicato ai giudici che "Eugene Goostman" non parlava bene l'inglese perché era ucraino: un trucco che permetteva di dare una spiegazione credibile alle sgrammaticature del software, incapace di formare frasi idiomatiche.

Infatti Time ha pubblicato una trascrizione di un dialogo con il software che avrebbe "superato" il Test di Turing: basta leggerla per notare che il programma non fa altro che produrre frasi preconfezionate, sviando le domande dell'intervistatore. Quando il software non trova nulla di utile nella domanda, risponde "Preferisco non parlare di questo". Così son capaci tutti: questa non è intelligenza, è pura elaborazione meccanica. In pratica "Eugene Goostman" è un chatbot e nulla di più. Ne potete provare una versione qui (se il sito non è sovraccarico).

La contraddizione tra le affermazioni del comunicato stampa e la realtà dei fatti è resa particolarmente palese da questo articolo della BBC, nel quale gli organizzatori sottolineano che "le conversazioni non avevano restrizioni" ("crucially, the conversations were unrestricted") e subito dopo dichiarano che simulare un tredicenne ucraino limitava astutamente la conversazione ("It was very clever ruse to pretend to be a 13-year-old Ukranian boy, which would constrain the conversation"). Decidetevi.

Non è finita: anche l'affermazione che "nessun computer è mai riuscito a ottenere questo risultato finora" ("No computer has ever achieved this, until now") è falsa. Già tre anni fa il chatbot Cleverbot aveva convinto il 59% degli esaminatori che era un essere umano. Ben più del 33% di "Eugene".

Il professor Warwick, inoltre, è già in sé una garanzia di bufala. Anni fa aveva annunciato di essere il primo cyborg perché s'era impiantato un chip in un braccio (se così fosse, tutti i cani e gatti con microchip sottocutaneo d'identificazione sarebbero dei cyborg). Poi aveva fatto la sparata di annunciare il primo essere umano infettato da un virus informatico: in realtà aveva semplicemente preso un chip contenente un virus informatico e l'aveva inserito nel braccio di un collega. Ne ha dette talmente tante che The Register ha una compilation delle stupidaggini sensazionaliste annunciate da Warwick.

Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (2045 voti)
Leggi i commenti (20)

Una cialtronata in piena regola, insomma, che è indegna della Royal Society e cavalca il sessantesimo anniversario della morte di Turing, causando soltanto confusione nell'opinione pubblica. Non c'è nessuna intelligenza artificiale in arrivo: continueremo a essere circondati dalla stupidità naturale e dall'ingenuità dei giornalisti boccaloni che scrivono di cose che non sanno e pubblicano qualunque cosa senza verificarla. E questo "test" dimostra semmai che se basta così poco per imitare un tredicenne, allora i tredicenni non sono esseri pensanti. Ho qualche dubbio in proposito anche su molti giornalisti.

Fonti aggiuntive: Techdirt, Ars Technica.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Test di Turing ''superato'', emergono i particolari

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 19)

Infatti mi sembrava un test molto poco credibile...
20-6-2014 06:17

Non ci riuscirai. E' contrario ai nostri piani per il futuro della Terra e perciò non te lo permetteremo. :P Leggi tutto
20-6-2014 00:03

Ecco, adesso dovrò ucciderti e distruggere ZeusNews. :( Mauro Leggi tutto
15-6-2014 03:20

Ma nooo! Il rettiliano è gomez! :lol: Zievatron potrebbe essere un vulcaniano metá umano...orecchie a punta e pettinatura a scodella! :P :P
14-6-2014 22:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il prodotto che più ti attira tra questi?
Un lettore di ebook
Uno smartphone di ultima generazione
Un tablet o pad
Un navigatore satellitare
Un lettore Mp3 e/o video (portatile o da salotto)

Mostra i risultati (4565 voti)
Giugno 2021
Sottratti e messi in vendita i dati di vaccinazione Covid di 7,4 milioni di italiani?
Gli hard disk al grafene sono 10 volte più capienti
Microsoft nasconde la fotocamera sotto lo schermo che forma il logo di Windows
Il nuovo Windows 10 si svela a fine mese
Nuova tecnica contro il ransomware: ingannare il sistema di pagamento
Maggio 2021
Malvivente condannato grazie a una foto delle dita pubblicata online
Annunciata la prossima generazione di Windows
Guidi male? Forse è un primo segno di demenza
Scarsità di chip, televisori più cari del 30%
Arriva Android 12, più veloce, più personalizzabile e più attento alla privacy
Nella Tesla schiantatasi con “nessuno” al volante c’era qualcuno al volante
WhatsApp, funzionalità ridotte se non si vogliono regalare i dati a Facebook
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 14 giugno


web metrics