Vietato parlar male dell'università su Facebook

Il nuovo regolamento dell'Università di Bologna proibisce agli studenti di scrivere critiche sui social network.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-11-2014]

unibo

L'università dovrebbe essere il luogo della massima libertà di discussione e critica. Questo a maggior ragione se parliamo dell'Università di Bologna, la più antica d'Europa, sede negli anni '70 di una fortissima contestazione politica e sociale in un momento di crisi come l'odierno.

Il nuovo articolo 15 dello statuto dell'Università Alma Mater di Bologna sembra limitare questa libertà antica: "L'università richiede a tutti i componenti della comunità di rispettare il nome e il prestigio dell'istituzione e di astenersi da comportamenti suscettibili di lederne l'immagine». L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni pi¨ opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunitÓ di lavoro.
Serve a comunicare la qualitÓ di saper lavorare in team.
E' un'opportunitÓ che sfruttano soprattutto i pi¨ giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (916 voti)
Leggi i commenti (13)
«I componenti della comunità universitaria utilizzano tutti i mezzi di comunicazione in modo corretto e nel rispetto dell'istituzione e della riservatezza delle persone, evitando di diffondere informazioni, testi o immagini che possano nuocere al nome e al prestigio dell'università».

«Si richiede a tutti i componenti della comunità di mantenere un comportamento rispettoso delle libertà costituzionali, del prestigio e dell'immagine dell'Istituzione, anche nell'utilizzo dei "social media"».

In caso di violazioni per gli studenti si prevedono "sanzioni disciplinari". Mentre docenti e ricercatori possono essere puniti dalla «nota di biasimo» o dall'esclusione dall'assegnazione di fondi e contributi di ateneo, fino alla decadenza o esclusione dagli organi delle strutture d'ateneo e dagli organi di governo dell'università.

Per il Rettore si tratta più di un invito che di un divieto, nonostante la reazione risentita delle associazioni studentesche. Il tempo dirà cosa potrà succedere qualora il regolamento non dovesse essere modificato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Impiegata di banca si sfoga su Facebook e viene sospesa
Facebook e dipendenti pubblici, è lecito criticare?
Critica l'ex capo su Facebook, condannata per diffamazione
15 anni di carcere per un clic su Mi piace
Assessore di Milano redarguito per lo status su Facebook
Licenziati e puniti per commenti su Facebook
Critica la dottrina dei tre schiaffi: licenziato

Commenti all'articolo (5)

Una universitÓ, come ogni altra cosa, non dovrebbe vivere di rendita ma come giÓ anticipato da {Gino Tavera} dimostrarlo ogni giorno. Ciao
19-11-2014 21:59

Lei lo conosce il mondo universitario? Leggi tutto
19-11-2014 16:53

Io sono ex studente dell'universitÓ di Bo. quindi posso parlarne (male) liberamente. Alcuni tra i peggiori insegnanti che ho incontrato nella mia cariera scolastica lavorano (o lavoravano) per UNIBO e pigliano stipendi stellari.
19-11-2014 16:51

{Gino Tavera}
Il prestigio lo si dovrebbe coltivare giorno per giorno.
19-11-2014 12:54

{Michele Vallario}
mi sento di dar ragione al rettore... se a qualcuno davvero non piace la propria università può sempre andarsene altrove!
18-11-2014 20:15

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come hai trovato il tuo attuale (o ultimo) lavoro?
Tramite un'agenzia.
Tramite un collega.
Con l'invio del curriculum direttamente all'azienda.
Grazie a referenze e presentazioni tramite un amico o un parente o un amico dell'amico.
Online sui siti di recruiting o grazie ai social network

Mostra i risultati (1365 voti)
Dicembre 2021
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 dicembre


web metrics