iTunes, 14 giorni per farsi rimborsare gli acquisti

Apple ha esteso a due settimane il diritto di recesso per app, e-book e brani musicali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-12-2014]

itunes apple recesso 14 giorni rimborsi

Buone notizie per chi fa acquisti su iTunes, sul Mac App Store e su iBooks: adeguandosi alla normativa europea, Apple ha esteso il periodo di recesso, durante il quale poter richiedere un rimborso per un acquisto di cui ci si è pentiti, a 14 giorni.

In tutto il mondo, chi compra un'app, un libro o un brano e poi se ne pente deve inoltrare una richiesta al team di assistenza Apple che decide se approvarlo o meno.

All'interno dello Spazio Economico Europeo, invece, le cose funzionano in maniera un po' diversa, come i nuovi termini d'uso di iTunes testimoniano.

«Se decide di annullare il Suo ordine, può farlo entro 14 giorni dalla ricezione dell'ordine senza dare alcuna motivazione; un'eccezione è costituita dai Regali iTunes che, una volta utilizzato il codice, non possono essere rimborsati» si legge nella pagina che riporta le condizioni.

Il testo prosegue poi specificando i dettagli dell'operazione: «Prima di annullare il Suo ordine, deve informarci della Sua decisione. Per garantire l'elaborazione tempestiva della Sua richiesta, La invitiamo a usare il link "Segnala un problema" nel caso in cui desideri annullare tutti gli articoli tranne: iTunes Match, gli (a meno che non siano stati acquistati da terze parti o utilizzati) [sic] i Regali e gli Abbuoni iTunes, che può annullare contattando il Supporto iTunes. In alternativa, può utilizzare il modulo base di recesso riportato qui sotto o inviare qualsiasi altra esplicita dichiarazione di recesso. Se decide di usare il link "Segnala un problema", potremo confermarle la ricezione della richiesta di recesso senza ulteriori ritardi».

Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
È la solitudine che spinge le persone a usare "più tecnologia".
È l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (1365 voti)
Leggi i commenti (20)

Se l'Europa e i consumatori possono dirsi soddisfatti, all'orizzonte appare però già un problema, che in questo caso assume la forma di un possibile abuso.

È già infatti stato fatto notare come concedere due settimane di tempo per esercitare il recesso significa offrire la possibilità agli utenti disonesti di leggersi un libro, copiarsi un album su altro supporto, completare un gioco e poi farsi restituire i soldi millantando insoddisfazione: in pratica si aprono le porte a un mondo in cui chiunque può acquistare un bene digitale, fruirne appieno, farne una copia e chiedere comunque la restituzione del denaro speso.

È questo il motivo per cui Google ha deciso di non adeguarsi alla normativa europea e limitare a sole due ore il periodo in cui è possibile esercitare il diritto di recesso dopo l'acquisto di un'app.

La società di Mountain View, già nel mirino dell'Unione Europea per altri motivi, si prepara ora a una nuova reprimenda da parte delle autorità di Bruxelles, ma almeno - starà pensando - si tutela dai possibili abusi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple, app tinte di rosso per lottare contro l'Aids.
Masque Attack installa malware su iPhone al posto delle app

Commenti all'articolo (2)

Sono d'accordo con ioSOLOio. In effetti, pur potendone godere come acquirente, mi sembra un "buco" della normativa europea, che può fortemente penalizzare il venditore, considerare equivalenti, ai fini dei tempi per esercitare il diritto di recesso, un bene materiale quale un televisore o un elettrodomestico ecc. ed un bene... Leggi tutto
5-1-2015 15:10

Condivido il pensiero dell'articolo. E' certo corretto poter dare la possibilità di disdire l'acquisto ma vista la tipologia di acquisti e di come vengono fruiti (app, giochini, musica, libri....) non credo serva così tanto tempo che apre facilmente ai furbi. Le due ore di Google credo siano funzionali al rendersi conto di un qualcosa... Leggi tutto
1-1-2015 11:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il gadget del momento è lo smart watch. Si indossa al polso come un orologio tradizionale ma consente di telefonare, mandare Sms, accedere al web, leggere l'email, postare su Twitter o Facebook, ascoltare la musica. Ne acquisteresti uno?
Sì, per leggere l'email / gli Sms / Facebook / Twitter o per ascoltare la musica senza dover utilizzare il telefonino.
No. Ho già uno smart watch: è il mio telefonino. Non sono interessato a un altro accessorio.
No. Non mi interessa leggere l'email o accedere al web dall'orologio. Preferisco che orologio e telefono siano separati.
No. E' una cavolata.
Non saprei.

Mostra i risultati (2797 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics