Su Google Play Music la musica adesso è gratis

Il modello Spotify fa scuola: non si paga il canone, ma c'è uno spot prima dei brani.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-06-2015]

play music gratis spot

Nella guerra tra Apple e Spotify, che si inasprirà entro pochi giorni a causa del lancio di Apple Music, Google sembrava sostanzialmente voler restare alla finestra.

Certo, lo scorso novembre è stato lanciato YouTube Music Key ed esiste un'offerta su abbonamento chiamata Google Play Music, ma quest'ultima ha sempre stentato a decollare: il canone mensile di 9,99 euro a molti è sembrato troppo alto per un'offerta giudicata non abbastanza convincente.

Tuttavia è proprio Play Music a sparigliare le carte: Google ha infatti lanciato una versione gratuita finanziata con la pubblicità, sul modello di Spotify, per ora attiva soltanto negli USA.

L'annuncio è stato dato con un post sul blog ufficiale scritto dal Ceo di Songza, un servizio acquisito qualche tempo fa da Big G il cui scopo è creare playlist adatte a ogni momento e attività della giornata.

La versione gratuita di Music Play si articola con un'offerta basata su una serie di "stazioni radio" suddivise per genere, attività svolta, periodo e stato d'animo, cui si affianca la possibilità di cercare il proprio artista o brano preferito per ottenere l'immediata creazione di una playlist a tema.

Sondaggio
Quali sono le tue competenze nel campo della multimedialità?
Uso un Media Player per guardare gli allegati che mi arrivano per posta o che trovo in rete
Mi basta riuscire a fare una copia di backup dei miei CD e DVD
Non sono molto esperto, ma cerco di imparare
Sono un amatore evoluto: monto i miei filmati e masterizzo i DVD
Sono un professionista del settore

Mostra i risultati (2058 voti)
Leggi i commenti

Inizialmente, la presenza di pubblicità sarà limitata: ci sarà soltanto uno spot che precederà il brano, ma non uno che lo seguirà; inoltre alcuni spot potranno essere saltati dopo alcuni minuti, come avviene su YouTube.

Google Play Music Free è già attivo nella versione web (limitatamente agli Stati Uniti, come già ricordavamo) e presto seguiranno gli aggiornamenti alle app per Android e iOS.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Sinceramente non mi piace nemmeno la manciata di secondi prima di ascoltare un brano. (ma comprendo il compromesso gratis + pubblicità) La musica è un piacere,se nel mentre godo (passatemi il termine) devo sorbirmi la pubblicità [tra un brano ed un altro] che godimento è? :roll: :lol: Su YouTube è da una vita che ho provveduto a... Leggi tutto
26-6-2015 16:03

Spero sia un refuso, che siano secondi e non minuti perché se prima di ogni brano occorre sorbirsi diversi minuti di pubblicità non credo avra' molto successo Leggi tutto
25-6-2015 23:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa ne pensi del ritocco digitale dei film classici (non solo di fantascienza)?
E' un falso storico; i film vanno visti come furono girati.
E' necessario, per evitare che certi film vengano dimenticati.
Va bene, basta che sia indicato chiaramente.
Non me ne può fregar di meno.

Mostra i risultati (3291 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 16 agosto


web metrics