Leggi inadeguate e riconoscimento dei pedoni

I problemi delle auto a guida automatica.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-07-2015]

automatica01

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
I problemi delle auto a guida automatica

Proseguiamo il nostro articolo sui problemi delle automobili a guida automatica.

3. Il riconoscimento degli esseri umani

Allo stato attuale, i veicoli autonomi sono piuttosto bravi a riconoscere le corsie, i cartelli, i semafori, e persino gli ostacoli (se ben segnalati); fanno però fatica a distinguere le persone.

Per un'auto, una persona è un ostacolo grosso modo cilindrico da evitare. Per chi viaggia, però, una persona può essere un pedone che potrebbe attraversare la strada con scarsissimo preavviso, un vigile che sta dando indicazioni (e che l'auto non sa interpretare), un operaio che sta lavorando in un cantiere mal segnalato e via di seguito.

Anche i ciclisti e gli animali, soprattutto se di taglia medio-piccola, costituiscono un problema per i sistemi di bordo; o, meglio: non costituiscono un problema per il sistema, che rischia di ignorarli con facilità, ma per il padrone del veicolo che rischia di trovarsi coinvolto in un processo per omicidio stradale commesso dalla sua auto.

4. La legge

Il punto precedente porta inevitabilmente a questo: le norme non sono pronte per accogliere i veicoli autonomi tra i normali utenti della strada.

Sono già in corso, eppure ben lungi dall'arrivare a una conclusione, discussioni sulla responsabilità in caso di incidente: se il padrone dell'auto si fida del suo sistema e durante il viaggio fa altro - che è un po' l'obiettivo dei veicoli autonomi - può essere ritenuto colpevole di un'eventuale infrazione?

Se la risposta è un sì, allora si potrebbe immaginare una legge che obblighi chi occupi il posto dell'autista a non distogliere mai l'attenzione dalla strada, per poter intervenire sui comandi manuali con prontezza. Eppure, siamo sicuri che un essere umano non attivamente impegnato nella guida sia sufficientemente attento o veloce?

Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (2135 voti)
Leggi i commenti (21)

Se la risposta è un no, viene da chiedersi chi sia allora il soggetto che dovrebbe assumersi la responsabilità. Forse i produttori? Ma certamente ci saranno clausole nei contratti di vendita per sollevare le aziende almeno dalle responsabilità dirette.

Pensiamo poi ai casi in cui il padrone dell'auto magari è cieco, o comunque non più in grado di guidare, e ha comprato un'auto a guida automatica (ammesso che la legge lo consenta) per riguadagnare un po' di autonomia.

La materia è complicata e sicuramente vi sono molti casi che ancora non sono stati nemmeno presi in considerazione. Ciò nonostante, il Dipartimento dei Trasporti USA ha promesso di aggiornare la legislazione entro il 2017: vedremo presto, quindi, in quale direzione intenderà muoversi.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Insegnare ai robot l'etica e la sicurezza stradale

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 21)

Comunque, nell'esempio riportato, non si considera che se anche le auto che seguono quella che deve inchiodare fossero a guida automatica queste non tamponerebbero perchè sarebbero a corretta distanza di sicurezza e saprebbero immediatamente della situazione di pericolo che le precede.
24-8-2015 17:56

Beh, qui hai ragione, non è volevo fare sarcasmo dicendo che gli operai passeggiano sulle autostrade, :wink: mi immaginavo di più che un operaio di testa sua prenda ed esca da queste barriere, per chissà quale motivo, o per un colpo di sole... :roll: non avevo pensato alla costruzione delle barriere, non so neppure come facciano in... Leggi tutto
31-7-2015 15:24

Non "passeggiano", ma le barriere non si montano da sole, e finché non sono pronte la protezione degli operai è data da veicoli con luci e da altri operai con bandiere rosse, sono "pedoni" a tutti gli effetti. Certo sono casi estremi, ma se si ragiona in termini di sicurezza non si può a priori dire "c'è il... Leggi tutto
30-7-2015 16:38

Concordo, per un sistema automatico non c'è una "strada nota". Mauro Leggi tutto
30-7-2015 16:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te è stato l'iPad a uccidere il mercato dei PC?
Sì, perché permette di fare tutto quello che gli utenti normali vogliono da un PC.
No, il mercato era ormai prossimo alla saturazione comunque.
Altro (specificare nei commenti).

Mostra i risultati (1647 voti)
Settembre 2023
NFT senza valore, la bolla è scoppiata
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Da Microsoft uno strumento che attiva le funzioni nascoste di Windows 11
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 settembre


web metrics