Facebook, ricatto a luci rosse dopo la chat con una bella donna

È successo a un consigliere della Regione Umbria, ricattato su Facebook dopo che ha accettato l'amicizia da una sconosciuta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-09-2015]

ricatto solinas porno fake

Quanto accaduto ad Attilio Solinas, medico e consigliere della Regione Umbria per il Partito Democratico, è la dimostrazione di quanto sia facile cadere in trappola quando si accetta l'amicizia (su Facebook) da sconosciuti.

Tutto è iniziato quando quella che pareva una bella donna - o così sembrava dalla foto sul profilo - ha inviato al consigliere una richiesta di amicizia. A questa hanno fatto seguito un po' di chiacchierate via chat e, infine, una chiamata trami Skype «di un minuto e mezzo sul telefonino» come ha spiegato Solinas stesso in un'intervista.

Poi, per un po' la donna è sparita nel nulla. Circa un mese fa Solinas la brutta sorpresa: «Mi è arrivato un messaggio sulla stessa chat. Diceva: "Se non vuoi che tutti i tuoi amici e i colleghi vedano questo, ci devi pagare 2.500 euro subito"». In allegato alla chat c'erano un fotomontaggio a luci rosse e un video altrettanto scabroso, sempre frutto di alterazioni digitali.

«La foto era un frame del video. Si vedeva la mia faccia, presa da quella chat su skype, montata però su un corpo nudo che non era mio ma che posizionato in quella prospettiva poteva trarre in inganno. Il video era postato su un link privato di Youtube, perché solo io lo vedessi e mi spaventassi. Non solo. Mi hanno mandato anche una lista di nomi di persone a me molto vicine, aggiungendo: "Ti roviniamo la vita, tutti questi tuoi amici sapranno chi sei veramente, ti facciamo licenziare. Hai 12 ore per pagare"» ha raccontato il consigliere umbro a La Repubblica.

Solinas non si è però lasciato intimorire: si è rivolto alla Polizia postale, che ha consigliato di non rispondere più e di avvertire YouTube perché rimuovesse il video; dai poliziotti ha inoltre appreso che a gestire i ricatti è una banda con sede in Costa d'Avorio, e che la polizia riceve segnalazioni dello stesso tipo tutti i giorni.

Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni più opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunità di lavoro.
Serve a comunicare la qualità di saper lavorare in team.
E' un'opportunità che sfruttano soprattutto i più giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (763 voti)
Leggi i commenti (13)

Dopo aver ricevuto altre minacce per alcuni tempi ma essersi rifiutato di pagare, i ricattatori hanno attivato un falso profilo Facebook a nome del medico e l'hanno riempito di foto compromettenti, link al filmato e finte prime pagine di quotidiani con il presunto scandalo; inoltre hanno iniziato a inviare richieste di amicizia a parenti e conoscenti di Solinas. Questi ha avvisato Facebook, che ha poi provveduto a rimuovere il profilo.

Alla fine, la vicenda pare essersi conclusa. «Sono sicuro che se uno è un po' più sprovveduto o si fa prendere dal panico, finisce per pagare» ha commentato Solinas.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'app pornografica che sequestra lo smartphone
Google blocca le vendette osé
A Friburgo piccolo boom di ricatti sessuali via web
Ricatta ragazzina di 13 anni per foto osé
Adescava donne su Facebook, le filmava e le ricattava
Ricatti a sfondo sessuale su Facebook

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

:lol: :lol: :lol:
16-9-2015 20:45

Esperienza! Berlusconi insegna! =) Leggi tutto
16-9-2015 19:32

Il motivo per cui non mi iscrivo a FB non è questo - non avevo assolutamente conoscenza di questo tipo di fuffe - però potrebbe anche diventarlo :wink: Battute a parte questo personaggio non ha affatto dimostrato una gran scaltrezza all'inizio della vicenda, è stato, forse, solo un po più avveduto nel gestire il ricatto come già fatto... Leggi tutto
16-9-2015 19:19

Sono d'accordo con l'utente anonimo, il politico in questione non è scaltro come si crede, anzi è un allocco come la maggior parte degli utenti che fa queste cose, e pazienza se si ha un qualunque account con nick e non con nome e cognome, ma questo nostro caro dipendente che usa il suo profilo personale di persona pubblica c'è proprio... Leggi tutto
16-9-2015 13:51

Una volta era "non accettare caramelle dagli sconosciuti"... Magari il bando totale di Facebook è esagerato ma certo bisogna prenderlo con le molle.
15-9-2015 14:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la più grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si è lì da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa è troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (900 voti)
Gennaio 2019
Pubblicata la ''master list'' degli hacker
Un intero computer (completo di schermo e tastiera) all'interno di un mouse
Non è reato filmare una donna nuda in casa sua se non usa le tende
Sei consigli per difendersi dal ransomware
Windows 7 riconosciuto come contraffatto dopo le ultime patch
IoT sotto attacco: ora tocca alle vasche idromassaggio
Apple taglia la produzione di iPhone: l'obsolescenza programmata non funziona più
Il primo computer quantistico progettato per applicazioni commerciali
Il bat-sonar Microsoft usa gli altoparlanti intelligenti per mappare intere stanze
Otter Browser, il vero successore di Opera Classic
Mozilla sperimenta gli spot in Firefox. Gli utenti insorgono
Richard Stallman fa i complimenti a Microsoft
Dicembre 2018
Microsoft cambia Pulizia Disco per salvare gli utenti sbadati da sé stessi
Il bug di Chrome che manda in freeze Windows 10
Arrestati i cinque pirati più incapaci del web
Tutti gli Arretrati


web metrics