Facebook, ricatto a luci rosse dopo la chat con una bella donna

È successo a un consigliere della Regione Umbria, ricattato su Facebook dopo che ha accettato l'amicizia da una sconosciuta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-09-2015]

ricatto solinas porno fake

Quanto accaduto ad Attilio Solinas, medico e consigliere della Regione Umbria per il Partito Democratico, è la dimostrazione di quanto sia facile cadere in trappola quando si accetta l'amicizia (su Facebook) da sconosciuti.

Tutto è iniziato quando quella che pareva una bella donna - o così sembrava dalla foto sul profilo - ha inviato al consigliere una richiesta di amicizia. A questa hanno fatto seguito un po' di chiacchierate via chat e, infine, una chiamata trami Skype «di un minuto e mezzo sul telefonino» come ha spiegato Solinas stesso in un'intervista.

Poi, per un po' la donna è sparita nel nulla. Circa un mese fa Solinas la brutta sorpresa: «Mi è arrivato un messaggio sulla stessa chat. Diceva: "Se non vuoi che tutti i tuoi amici e i colleghi vedano questo, ci devi pagare 2.500 euro subito"». In allegato alla chat c'erano un fotomontaggio a luci rosse e un video altrettanto scabroso, sempre frutto di alterazioni digitali.

«La foto era un frame del video. Si vedeva la mia faccia, presa da quella chat su skype, montata però su un corpo nudo che non era mio ma che posizionato in quella prospettiva poteva trarre in inganno. Il video era postato su un link privato di Youtube, perché solo io lo vedessi e mi spaventassi. Non solo. Mi hanno mandato anche una lista di nomi di persone a me molto vicine, aggiungendo: "Ti roviniamo la vita, tutti questi tuoi amici sapranno chi sei veramente, ti facciamo licenziare. Hai 12 ore per pagare"» ha raccontato il consigliere umbro a La Repubblica.

Solinas non si è però lasciato intimorire: si è rivolto alla Polizia postale, che ha consigliato di non rispondere più e di avvertire YouTube perché rimuovesse il video; dai poliziotti ha inoltre appreso che a gestire i ricatti è una banda con sede in Costa d'Avorio, e che la polizia riceve segnalazioni dello stesso tipo tutti i giorni.

Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni più opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunità di lavoro.
Serve a comunicare la qualità di saper lavorare in team.
E' un'opportunità che sfruttano soprattutto i più giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (845 voti)
Leggi i commenti (13)

Dopo aver ricevuto altre minacce per alcuni tempi ma essersi rifiutato di pagare, i ricattatori hanno attivato un falso profilo Facebook a nome del medico e l'hanno riempito di foto compromettenti, link al filmato e finte prime pagine di quotidiani con il presunto scandalo; inoltre hanno iniziato a inviare richieste di amicizia a parenti e conoscenti di Solinas. Questi ha avvisato Facebook, che ha poi provveduto a rimuovere il profilo.

Alla fine, la vicenda pare essersi conclusa. «Sono sicuro che se uno è un po' più sprovveduto o si fa prendere dal panico, finisce per pagare» ha commentato Solinas.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'app pornografica che sequestra lo smartphone
Google blocca le vendette osé
A Friburgo piccolo boom di ricatti sessuali via web
Ricatta ragazzina di 13 anni per foto osé
Adescava donne su Facebook, le filmava e le ricattava
Ricatti a sfondo sessuale su Facebook

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

:lol: :lol: :lol:
16-9-2015 20:45

Esperienza! Berlusconi insegna! =) Leggi tutto
16-9-2015 19:32

Il motivo per cui non mi iscrivo a FB non è questo - non avevo assolutamente conoscenza di questo tipo di fuffe - però potrebbe anche diventarlo :wink: Battute a parte questo personaggio non ha affatto dimostrato una gran scaltrezza all'inizio della vicenda, è stato, forse, solo un po più avveduto nel gestire il ricatto come già fatto... Leggi tutto
16-9-2015 19:19

Sono d'accordo con l'utente anonimo, il politico in questione non è scaltro come si crede, anzi è un allocco come la maggior parte degli utenti che fa queste cose, e pazienza se si ha un qualunque account con nick e non con nome e cognome, ma questo nostro caro dipendente che usa il suo profilo personale di persona pubblica c'è proprio... Leggi tutto
16-9-2015 13:51

Una volta era "non accettare caramelle dagli sconosciuti"... Magari il bando totale di Facebook è esagerato ma certo bisogna prenderlo con le molle.
15-9-2015 14:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Stai installando un'applicazione. Cosa fai quanto compare il contratto di licenza?
Lo leggo attentamente e poi faccio click su “Accetto”
Do un sguardo al testo e poi accetto
Dipende dall'applicazione. A volte leggo il contratto di licenza
Non leggo mai il contratto di licenza. È davvero indispensabile?
Leggo il contratto di licenza dopo aver installato l'applicazione

Mostra i risultati (1189 voti)
Dicembre 2019
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Tutti gli Arretrati