I dati di Megaupload potrebbero tornare

A quasi quattro anni dal raid, un giudice valuta la restituzione dei dati agli utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-11-2015]

megaupload ritorno dati

Sono trascorsi ormai quasi quattro anni dal raid che ha posto fine alla storia di Megaupload e ha portato al sequestro dei server da esso utilizzati, oltre 1.000 dei quali si trovano tuttora sotto sequestro in Virginia, affidati all'hosting provider che ha acquisito l'azienda che li gestiva nel 2012, Carpathia.

Con il processo ancora in corso, quei server sono ritenuti prove importanti: non della colpevolezza di Kim Dotcom e soci, ma della loro innocenza, stando a quanto affermano gli avvocati difensori. Per questo motivo la difesa s'è opposta alla richiesta del provider di poter cancellare e riutilizzare i server, il cui mantenimento senza poterli utilizzare rappresenta una voce di spesa non indifferente.

Se dal canto proprio il governo americano afferma di non aver problemi ad autorizzare la cancellazione, poiché sostiene di aver già copiato tutte le prove necessarie, la difesa - come accennavamo - è contraria: per dirimere la questione la palla è passata a un giudice, il quale ha iniziato a sentire il parere di tutte le parti in causa.

Innanzitutto, il giudice ha chiesto al provider se sia possibile recuperare i dati presenti nei server, tenendo presente che il tempo passato e le condizioni in cui sono stati conservati i server possono aver influito negativamente sull'integrità dei drive. Inoltre, il giudice vuol sapere quanto Megaupload sia disposto a pagare per i server e se sia pronto ad accollarsi il compito di proteggere i dati sensibili eventualmente ancora presenti in essi.

Megaupload ha inizialmente risposto che è pronto a ricomprare i server per 1 milioni di dollari, mentre di recente gli avvocati di Kim Dotcom hanno affermato che dovrebbe essere il governo americano ad accollarsi tutti i costi.

Sondaggio
Il file di cui hai bisogno si trova su di un sito di file-sharing. Quando clicchi per scaricarlo, hai l'opzione di effettuare il download a velocità normale o di provare gratis il download ad alta velocità. Quale opzione scegli?
Utilizzo l'opzione velocità normale
Perché aspettare? Vado per l'opzione ad alta velocità
Scarico il file da un'altra fonte
Non uso questo genere di siti Internet

Mostra i risultati (1834 voti)
Leggi i commenti (4)

Il giudice ha inoltre domandato alla MPAA quale sarebbe la sua posizione qualora i server venissero riconsegnati a Megaupload per quanto riguarda il materiale illegale lì presente, e ha richiesto una stima dei costi che si dovrebbero sostenere per restituire i dati agli utenti.

Tutto ciò prospetta quindi la possibilità che prossimamente gli utenti di Megaupload possano tornare in possesso dei propri dati: una buona notizia anche per Kim Dotcom e gli altri accusati, convinti di trovare là dentro le prove della loro innocenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Megaupload, i dati sono ancora lì (per ora)
Megaupload, dati nuovamente in pericolo
MegaUpload, i dati resteranno online altre due settimane
Tutti i dati di Megaupload verranno distrutti
FBI chiude MegaUpload, Anonymous contrattacca

Commenti all'articolo (1)

Francamente, leggendo bene l'articolo e fra le righe delle varie possibilità, non mi sembra ancora così scontato che i server tornino in mano a Megaupload e i dati in mano ai rispettivi proprietari e dico proprietari a ragion veduta perché gli utenti di Megaupload sono i proprietari dei dati contenuti nei server...
18-11-2015 19:15

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa pensi dei siti che conoscono la tua ubicazione e che ti mostrano annunci pubblicitari in base ai siti Internet che visiti o alla cronologia delle tue ricerche?
Mi piace! È molto comodo
Non mi piace molto questo meccanismo ma Internet funziona così
Utilizzo opzioni specifiche del browser per salvaguardare la mia privacy e per evitare che i miei movimenti vengano controllati
Ho installato una speciale applicazione o un plug-in per evitare che i siti Internet ottengano la mia cronologia di navigazione e le mie ricerche
È una questione che non mi ha mai interessato

Mostra i risultati (2081 voti)
Maggio 2022
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Una storia di phishing bancario diversa dal solito: il ladro beffato
Aprile 2022
Una dura lezione dall'Internet delle Cose
Bug nell'app Messaggi, e la batteria si scarica in fretta
Gli USA ottengono l'estradizione di Assange
L'utility che ripulisce Windows 11 è in realtà un trojan
Hacker cinesi sfruttano VLC per diffondere malware
Quando l'intelligenza artificiale bara: l'aneddoto degli husky scambiati per lupi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 maggio


web metrics