L'industria del copyright contro i venditori di e-book usati

Minaccia: 6 mesi di prigione a chi rivende un e-book.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-12-2015]

ebook usati

Prestare, o addirittura rivendere, un libro usato è una pratica normale sulla quale nessuno trova da ridire. Anzi, ci sono esercizi che proprio sulla compravendita di libri usati, e in particolare di quelli scolastici, hanno costruito la propria fortuna.

Quando però l'oggetto "usato" da scambiare o rivendere non è più fisico ma digitale, ecco che la scena cambia. Da tempo la Federazione Nazionale dell'Industria Fonografica si oppone alla rivendita degli MP3 perché - sostiene - un brano musicale "usato" non mostra alcun segno di deterioramento.

Quando si rivende un CD, la custodia può essere rovinata, il libretto consunto, il CD graffiato, o comunque i segni del tempo e dell'uso si possono notare facilmente. Ma quando si rivende un MP3 non c'è nulla di tutto ciò: il file ha un suono tanto buono quanto quello che aveva la prima volta che è stato riprodotto.

Sulla stessa linea si muove la MPAA (la federazione delle case cinematografiche americane) per quanto riguarda i film e le serie TV in formato digitale: ne aborrisce la rivendita perché afferma che non c'è quell'usura tale da permettere di classificare quelle opere come "usate".

Era quindi soltanto logico che si arrivasse ad applicare lo stesso ragionamento agli e-book. Stando a quanto segnalano molti acquirenti olandesi di e-book l'organizzazione antipirateria BREIN, che opera nei Paesi Bassi, ha di recente raggiunto via email tutti coloro i quali hanno venduto un e-book, sostenendo che l'operazione è illegale.

Nei Paesi Bassi la pratica di rivendere i libri elettronici è tutt'altro che nuova ma a quanto pare ora il fenomeno avrebbe raggiunto una dimensione tale da preoccupare la BREIN.

L'autore dell'email sostiene che l'acquisto di un e-book non dà all'acquirente il diritto di poterlo rivendere: chi lo fa danneggia gli autori e i detentori dei copyright, e può essere citato per danni.

È evidente come la logica applicata ai beni digitali sia molto diversa da quella applicata ai beni fisici. Chi acquista un libro può farne quasi tutto ciò che vuole (certo non può fotocopiarlo, ma può rivenderlo: quante bancarelle di libri usati sono mai state accusate di violare il copyright?), ma chi acquista un e-book non può fare altro che leggerlo e conservarlo. Altrimenti finisce in tribunale e deve sborsare una cifra non indifferente.

Sondaggio
Il file di cui hai bisogno si trova su di un sito di file-sharing. Quando clicchi per scaricarlo, hai l'opzione di effettuare il download a velocità normale o di provare gratis il download ad alta velocità. Quale opzione scegli?
Utilizzo l'opzione velocità normale
Perché aspettare? Vado per l'opzione ad alta velocità
Scarico il file da un'altra fonte
Non uso questo genere di siti Internet

Mostra i risultati (1759 voti)
Leggi i commenti (4)

L'email della BREIN non si limita infatti a ricordare che la compravendita di e-book usati sarebbe illegale, ma quantifica anche la punizione per chi persevera in questo comportamento: una multa pari a 19.500 euro e il carcere sino a 6 mesi.

Occorre dire che la BREIN afferma di non avere nulla a che fare con l'email: l'organizzazione sostiene che si tratti di un falso, e che la firma posta in calce - Jan van Voorn, avvocato della BREIN - sia egualmente falsa.

Le rimostranze dell'associazione antipirateria olandese non riguardano tanto il contenuto dell'email, quanto il nel modus operandi: la BREIN è certamente contraria alla rivendita di prodotti usati, ma afferma di agire soltanto contro quanti rivendono grandi quantità di prodotti, non contro i singoli utenti.

Tuttavia il tempismo è quantomeno sospetto: l'email ha iniziato a circolare proprio alla vigilia di un processo contro il marketplace Tom Cabinet e che riguarda proprio la compravendita di e-book usati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La Corte Europea boccia l'Iva ridotta per gli ebook
Oltre 900 scrittori contro Amazon: ''Boicotta i nostri libri''
Olanda, via libera alla vendita di ebook di seconda mano

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Basta non leccarsi le dita... quando sfogli l'E-book :lol: Però noto che tutti i titoli con DRM sono anche venduti, illegalmente, senza DRM. Quindi questa associazione non lavora "per la difesa del diritto d'autore" ma secondo me per le organizzazioni malavitose! In effetti se si vendono E-book usati sarebbe un danno per la... Leggi tutto
26-1-2016 14:46

Leggendo l'articolo,mi é venuto in mente il romanzo In nome della rosa.
20-1-2016 18:43

Dopo questa notizia quanti rinunceranno ad acquistare un E-Book??? TANTISSIMI! Anzi se fossi un produttore (intelligente) di E-Book, citerei in giudizio per danni queste "protettori del copyright"!!! :shock: Ciaooo Leggi tutto
19-1-2016 19:11

Magari fossero veramente malati, purtroppo sono invece molto sani e si comportano così per difendere i loro privilegi ed il parassitismo che svolgono su autori e fruitori dei contenuti... :incupito: Leggi tutto
12-12-2015 11:35

{W3C_Freedom}
intanto non tutti i libri che sono pubblicati come e-book sono distribuiti secondo i classici termini del CopyRight, ci sono moltissime licenze vedasi: link[/url] poi come se non bastasse esistono le Creative Commons che partono dalla versione 1 per arrivare fino alla versione 4. Inoltre me ne sbatto degli e-book, anzi recentemente mi... Leggi tutto
12-12-2015 01:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerà realtà per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietà degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirà le password: conoscerà le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identità.
Smart City: le città faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1241 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics