Sei veramente anonimo? Il sito per testare VPN e proxy

Basta un clic per scoprire quanto sono efficaci le protezioni che difendono la privacy.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-03-2016]

doileak

Sono sempre di più gli utenti che, preoccupati di difendere il proprio anonimato in Rete, si rivolgono a servizi di proxy e VPN.

Il problema però è come sapere se i servizi cui ci si affida funzionano davvero, e quale sia il livello di protezione offerto.

O, ancora, se tutte le opzioni siano configurate correttamente: non è raro veder vanificati tutti gli sforzi di proteggere la privacy soltanto perché ci si è dimenticati di mettere il segno di spunta su una checkbox.

Per fortuna esiste un sito gratuito in grado di svolgere tutti i test necessari a verificare il grado di anonimato raggiunto: Do I leak?.

Il servizio offre test generici e anche alcuni test specifici dedicati alla rete BitTorrent, così da poter verificare se l'indirizzo IP con cui si sta illegalmente scaricando l'ultima stagione di Daredevil sia visibile al mondo oppure se si stia violando la legge dietro un sicuro anonimato.

Sondaggio
Cosa pensi dei siti che conoscono la tua ubicazione e che ti mostrano annunci pubblicitari in base ai siti Internet che visiti o alla cronologia delle tue ricerche?
Mi piace! molto comodo
Non mi piace molto questo meccanismo ma Internet funziona cos
Utilizzo opzioni specifiche del browser per salvaguardare la mia privacy e per evitare che i miei movimenti vengano controllati
Ho installato una speciale applicazione o un plug-in per evitare che i siti Internet ottengano la mia cronologia di navigazione e le mie ricerche
una questione che non mi ha mai interessato

Mostra i risultati (2165 voti)
Leggi i commenti (6)

Il funzionamento è estremamente semplice: un grande pulsante giallo con la scritta Start test permette di avviare i test generici, e se si seleziona anche la voce Activate additional Torrent Tests si viene invitati a fare click su un magnet link per attivare il proprio client torrent.

Alla fine, una schermata riassuntiva mostrerà la informazioni raccolte e indicherà gli eventuali punti deboli scoperti.

In un'intervista il fondatore di Do I Leak? ha dichiarato che inizialmente non aveva intenzione di inserire il supporto a BitTorrent. Poi però s'è accorto che «un sacco di utenti di torrent credono di essere anonimi quando invece stanno diffondendo il loro indirizzo IP reale»: così ha deciso di aiutarli a individuare le proprie debolezze.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

{utente anonimo}
Uso F-Secure ed ho fatto il test. Tra l'altro appare: WebRTC IP Leak: Your local IP: 192.168.1.100 . Your public IP: 198.18.17.78 79.40.74.200 159.8.124.186 . Your browser supports WebRTC! Your real IP address is visible to every website you visit. Devo dedurre che non sono affatto anonimo, ma ben visibile?
2-4-2016 08:18

Clicca dove nell'articolo trovi scritto: Do I leak?. oppure link
31-3-2016 10:47

{Rio680}
Ma qual'è il link per scaricare il programmino??
31-3-2016 09:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni pi importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando cos eventuali falle di sicurezza gi scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Caf, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1851 voti)
Settembre 2023
Microsoft, minireattori nucleari per alimentare i datacenter della IA
NFT senza valore, la bolla è scoppiata
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 settembre


web metrics