D'Alema-Colaninno e Renzi-Enel sulla vicenda Telecom Italia

Renzi attacca D'Alema sull'Opa di Telecom Italia e intanto lancia l'Enel nelle Telco.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-07-2016]

renzi2

In genere era stato Beppe Grillo a rimproverare Massimo D'Alema, allora presidente del Consiglio, per la copertura e l'appoggio politico che, insieme all'allora ministro dell'Industria Pierluigi Bersani, dette all'Opa di Colaninno su Telecom Italia: un'Opa a debito completamente pagato dalla stessa Telecom, circa 30 miliardi di euro, tuttora sulle spalle dell'azienda anche se, nel corso di 15 anni, è stata pagata una cifra miliardaria equivalente di interessi alle banche italiane e straniere.

È un debito che oggi non sconta solo Telecom ma l'Italia intera, con un grave gap nello sviluppo della banda larga rispetto agli altri Paesi europei, come attestano numerosi studi italiani ed europei.

Oggi è Renzi a muovere gli stessi attacchi a D'Alema, forse più per motivi di politica interna al Pd, in cui D'Alema porta avanti una certa fronda. D'Alema risponde duramente, sollevando l'ombra di un ennesimo conflitto di interessi, addirittura di informazioni per De Benedetti, nello scandalo Banca Etruria.

Rimanendo invece sul terreno delle Telco, è molto discutibile oggi l'iniziativa del governo Renzi di far investire l'Enel, controllata dallo Stato e i cui vertici sono nominati dal governo, in maniera pesante in una propria rete a banda larga in fibra, in un momento in cui le tariffe elettriche per le famiglie e le imprese non sono certamente scese, nonostante il crollo del prezzo del petrolio.

Sondaggio
Qual è il tuo approccio nei confronti del navigatore satellitare?
Mi affido al navigatore solo in caso di necessità.
Sono diffidente e non mi baso totalmente sulle indicazioni del dispositivo.
Non mi metto al volante prima di aver acceso il magico schermo.
Non ne ho mai avuto uno.
Preferisco fermarmi a chiedere informazioni ai passanti.
Non mi interessano le indicazioni: in fondo a volte è bello anche basarmi sul mio istinto e nel caso sbagliare strada.

Mostra i risultati (3358 voti)
Leggi i commenti (21)

In questo momento l'Enel investirebbe maggiormente nelle aree metropolitane e urbane che sono già coperte dalla banda larga di Telecom Italia, Fastweb e Vodafone. Addirittura in queste zone ci sarebbe un eccesso di offerta, mentre più a rilento procederebbe la cablatura del resto del Paese, nelle aree periferiche e montane dove le prospettive di redditività immediata sono più scarse ma dove sarebbe più strategico investire nello smart working e nella digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. La scelta renziana di puntare sull'Enel è forse più all'insegna dello spreco di risorse già limitate che di un'autentica visione dello sviluppo del Paese.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

Forse anche Renzi dovrà pagare una marchetta agli amici degli amici come, a suo tempo, fece D'Alema, in Italia funziona così qualunque forza politica o qualunque tristo personaggio ci sia al governo... :blackhumour:
11-8-2016 15:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando partecipi a una discussione, che cosa ti infastidisce al punto da spingerti ad abbandonarla?
L'accorgermi che l'argomento che mi interessa viene trattato con troppa superficialità.
Scoprire che un mio interlocutore cerca di convincermi della sua idea anziché confrontarsi sul tema.
Trovare, fra le persone con cui discuto, qualcuno arrogante e supponente.
Vedere che alcuni si esprimono in un pessimo italiano.
Notare che l'interlocutore si basa su fatti palesemente fasulli per motivare le sue affermazioni.

Mostra i risultati (2817 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics