Chiuso KickassTorrents, arrestato il fondatore

Ora rischia l'estradizione negli USA, dalla Polonia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-07-2016]

chiuso kickasstorrents arrestato vaulin

Il nome di Artem Vaulin non dirà probabilmente nulla ai più, ma la sua creatura è ben conosciuta: egli è infatti il fondatore e gestore di KickassTorrents (KAT).

Forte di milioni di utenti unici che lo visitano ogni giorno, KickassTorrents è diventato negli ultimi tempi il sito di torrent più usato, superando anche The Pirate Bay.

La parabola di KAT s'è però bruscamente interrotta ieri, quando Vaulin è stato arrestato in Polonia per essere estradato negli Stati Uniti.

Su di lui pendono le accuse di associazione a delinquere allo scopo di violare il diritto d'autore, riciclaggio di denaro sporco e violazione criminale di copyright.

Gli investigatori americani sono arrivati a Vaulin, trentenne originario dell'Ucraina, dopo essersi spacciati per investitori interessati a inserire un banner pubblicitario su KickassTorrents.

Gli investigatori hanno identificato Vaulin grazie anche alla collaborazione di Apple, che ha fornito i dati circa gli accessi ad iTunes da parte di Vaulin stesso. È stato così possibile provare che lo stesso IP usato dal fondatore di KAT per fare un acquisto su iTunes è stato anche usato per accedere alla pagina Facebook di KAT.

Grazie a questa informazione la polizia ha potuto arrivare a indicare Artem Vaulin quale gestore di KickassTorrents, e arrestarlo.

Sondaggio
Da dove scarichi di solito i file (app, film, libri, giochi)?
Scarico i file da fonti sempre diverse
Scarico file da siti di cui mi fido
Non scarico molti file e presto sempre attenzione al sito da cui li scarico
Scarico i file solo da negozi online e da app store di fiducia
Non scarico nulla

Mostra i risultati (1328 voti)
Leggi i commenti (12)

L'arresto è stato accompagnato al sequestro dei domini usati dal sito, che infatti è al momento irraggiungibile, e di un conto bancario a esso associato.

Per le forze dell'ordine statunitense, l'intera operazione è stata un gran successo: la strategia di distribuire i server in più nazioni e di cambiare dominio a seguito dei vari sequestri alla fine non è stata sufficiente.

Il viceprocuratore generale Caldwell ha dichiarato: «Vaulin è accusato di gestire il più visitato sito di condivisione di file illegali, responsabile per aver distribuito illegalmente oltre 1 miliardo di dollari di materiale protetto dal diritto d'autore».

«Il suo arresto in Polonia» - continua il viceprocuratore - «dimostra ancora una volta che davanti alla giustizia i cybercriminali possono fuggire, ma non possono nascondersi».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mininova chiude per sempre
I 10 siti di torrent più popolari
KickassTorrents, il fondatore finisce in ospedale
KickassTorrents è tornato, e stavolta è quello vero
Attenzione a KAT.am
Torrentz chiuso per sempre
L'avvocato di Kim Dotcom difenderà il fondatore di KickassTorrents
Chrome e Firefox bloccano KickassTorrents
The Pirate Bay e Kickass aprono allo streaming dei torrent
Le alternative a The Pirate Bay
KickassTorrents torna visibile dall'Italia

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

{VoxPopuli}
Peccato che si accaniscano così tanto contro questi siti e poi i terroristi sono liberi di sguazzare nella rete e di pubblicare qualunque cosa presso i loro siti "ufficiali". Neanche sapevo che esistevano siti ufficiali dell'IS! Roba da matti!
27-7-2016 17:06

Sono d'accordo con colemar sulle considerazioni su TNT Village anche se, comunque, le sue regole non l'hanno mantenuto indenne al 100% da qualche piccola rappresaglia da parte di chi obbedisce alle major.
24-7-2016 17:48

@grober Mah, che io ricordi sti "grossi" siti che sono stati costretti a chiudere sono solo tre: Demonoid (che è tornato con meno successo, forse un fake), YIFY (che non aveva roba in italiano, poi rimpiazzato dal fake YTS.ag) e Kickass (questo era forse il migliore). The Pirate Bay è ancora alive and kicking, poi c'è RARBG,... Leggi tutto
23-7-2016 19:21

Tutti i più grossi siti torrent sono stati raggiunti dalla longa manus degli States! O almeno quelli che un tempo vedevo con più assiduità nei motori di ricerca ora non li vedo più.
23-7-2016 18:41

Infatti ho controllato e non hanno sequestrato i domini, poiché kat.cr e kat.ph sono ancora delegati a hostednsor.com che è un dominio della ditta Dynadot LLC di un certo Miloje Steponovic di Belgrado. Fino a ieri hostednsor.com conteneva i records per risolvere i nomi di dominio di KAT, però i siti web di KAT (perlopiù in Canada) non... Leggi tutto
22-7-2016 15:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (354 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics