Facebook filtrerà i titoli attiraclic



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-08-2016]

clickbait di libero

Una buona notizia sul fronte della lotta allo spam pseudogiornalistico: Facebook ha annunciato che filtrerà e scarterà dal newsfeed (il flusso di notizie ricevuto da ciascun utente del social network) i post che hanno titoli comunemente usati nei messaggi di finta informazione e di spam, concepiti per attirare clic (e introiti pubblicitari) senza alcun reale contenuto informativo.

Per esempio, dice Facebook, verrà punito chi usa titoli sensazionalisti come "Quando lei ha guardato sotto i cuscini del proprio divano e ha visto QUESTO... Sono rimasto SCIOCCATO", "Mette l'aglio nelle scarpe prima di andare a dormire, quello che succede poi è incredibile" oppure "Cane abbaia al fattorino, la sua reazione è impagabile" (gli esempi sono quelli forniti da Facebook). L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque può vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (942 voti)
Leggi i commenti (12)
Titoli come questi "omettono intenzionalmente informazioni essenziali o ingannano le persone, obbligandole a cliccare per trovare la risposta". Verranno messi in lista nera anche i siti che abitualmente usano titoli attiraclic.

Il filtro verrà aggiornato costantemente e sarà basato su decine di migliaia di campioni delle frasi più comunemente usate nei titoli sensazionalistici, come "Non indovinerete mai chi..." oppure "Il segreto per trovare voli a basso costo!" o "Sarete scioccati quando vedrete com'è cambiata quest'attrice!". In pratica Facebook applicherà ai titoli delle notizie gli stessi criteri dei filtri antispam usati da tempo per la mail. Giornalisti e pseudogiornalisti, adeguatevi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (2)

Lo faranno sicuramente e anche in questo caso inizierà la lotta fra chi adegua i filtri e chi si inventa metodi per aggirarli come già avviene per SPAM e virus e relativi sistemi di filtraggio e bloccaggio. Leggi tutto
10-8-2016 14:06

{adultopoli}
Vado poco in Facebook, giusto per mantenere le relazioni con le persone che mi piacciono ma vedo raramente. Quando leggo i titoli attiraclick mi guardo bene dal cliccare: è così evidente la strategia, da essere quasi puerile, e trovo strano che invece sia un metodo che paga.
7-8-2016 12:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi più pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual è il più pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2352 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics