Dropbox ti obbliga a cambiare la password

Gli hacker che rubarono le credenziali nel 2012 ora sono passati all'attacco.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-08-2016]

dropbox password

Se avete un account Dropbox da qualche anno e non cambiate password per lo meno dalla metà del 2012, Dropbox vi sprona a farlo immediatamente.

Il motivo è legato alla violazione di LinkedIn del 2012, che negli ultimi mesi s'è rivelata ben più grave di quanto si pensasse: sono oltre 117 milioni gli account i cui dati sono finiti in Rete.

Ufficialmente per la decisione di Dropbox non sono state rilasciate spiegazioni dettagliate ma, stando a una «fonte interna» contattata da TechCrunch, il team di sicurezza di Dropbox avrebbe scoperto l'esistenza di un file contenente gli hash di molte password, il cui ottenimento da parte degli hacker sarebbe legato all'hack di LinkedIn.

All'epoca, infatti, ci fu la violazione dell'account di un dipendente Dropbox (probabilmente perché le credenziali erano le medesime usate per accedere a LinkedIn): gli hacker entrarono così in possesso di un documento pieno di indirizzi email. Se si uniscono questi dati agli hash delle password, il pericolo inizia a farsi più concreto.

Per quattro anni tutte queste informazioni sono rimaste inutilizzate. Di recente, però, qualcuno ha iniziato a usarle.

Sondaggio
Stai creando un nuovo account su un sito. Come sarà la tua password?
Ho una sola password per tutti i miei account
Ho varie password che uso a rotazione quando devo creare un nuovo account
Ho un template per le password che modifico per ogni account
Creo una nuova password, assicurandomi che sia robusta

Mostra i risultati (1604 voti)
Leggi i commenti (12)

Dato che le password spesso restano identiche per moltissimo tempo - e non è detto che sia un male - le credenziali rubate quattro anni fa sono con tutta probabilità ancora valide: ecco perché Dropbox, nel tentativo di proteggere i propri utenti, sta intervenendo.

Gli utenti più vecchi quindi hanno già ricevuto o stanno ricevendo un'email che li invita a cambiare subito la loro password di accesso: è una forma di precauzione per evitare guai ben più gravi, sia per gli utenti che per la reputazione di Dropbox stessa.

Il cambio forzato della password potrebbe essere un buon momento per attivare un'ulteriore misura di sicurezza, ossia la verifica in due passaggi: questo sistema alla necessità di inserire una password per l'accesso aggiunge l'obbligo di immettere anche un codice di sicurezza a sei cifre, ricevuto sul telefonino.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Yahoo, violati 200 milioni di account
Rubati sei milioni di username e password conservati in chiaro
Cambiare le password troppo spesso fa male alla sicurezza
Hack di LinkedIn, 117 milioni di email e password in vendita
Dropbox lancia il progetto Infinito
Dropbox sì, ma con attenzione
LinkedIn, compromessi 5 account su 100

Commenti all'articolo (1)

Cmq è inquietante che venga fatto solo adesso... dovevano richiederlo fin da subito il cambio password... e probabilmente un dipendente non dovrebbe tenere gli hash delle password di un servizio sul suo dropbox...capisco che si fidino del servizio che vendono ma... col cloud non si sa mai :(
26-8-2016 21:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni, tutte relative a siti che vendono coupon e buoni sconto online, concordi di più? (Se vuoi dare risposte multiple utilizza i commenti)
Sono un cliente abituale dei siti di coupon e in generale posso dichiararmi soddisfatto delle promozioni attivate tramite questo mezzo innovativo.
Apprezzo i coupon soprattutto per provare quelle strutture dove non sono mai stato, o servizi che non ho mai utilizzato prima.
Acquisto talvolta i coupon ma purtroppo molte volte non riesco a utilizzarli prima della loro scadenza, pertanto penso di diminuire questa attività o di continuare a farlo saltuariamente.
Acquisto i coupon soprattutto per usufruire dello sconto e raramente acquisto nuovamente un servizio o torno in una struttura a "prezzo pieno".
Solitamente acquisto un coupon soltanto se conosco già la struttura o il servizio offerto, non voglio fregature.
Mi è capitato spesso di prendere delle fregature o di non essere servito alla stregua degli altri clienti, pertanto penso che non acquisterò più coupon.
Non ho mai acquistato un coupon.

Mostra i risultati (1702 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 dicembre


web metrics