Facebook, arrivano le offerte di lavoro

Le aziende potranno mettere annunci e ricevere i curricula degli aspiranti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-11-2016]

facebook jobs

Fino a oggi, la competizione tra Facebook e LinkedIn si svolgeva lungo una linea di divisione piuttosto precisa: il primo serve per tenersi in contatto con gli amici e per le frivolezze; il secondo invece è più serio e ha una vocazione professionale e lavorativa.

Ora però Facebook ha deciso di invadere il territorio del nemico. Sta infatti lavorando su una nuova funzionalità - chiamata Jobs - che permetta agli amministratori delle pagine business di far pubblicità alle ricerche di lavoro, e anche di ricevere candidature.

«Basandoci su ciò che abbiamo visto su Facebook, dove molte piccole aziende pubblicano annunci di lavoro sulle loro pagine» - ha spiegato un portavoce del social network in blu - «abbiamo deciso di condurre un test per permettere agli amministratori delle Pagine di creare annunci di lavoro e ricevere candidature».

La pagine delle aziende disporranno di un'apposita scheda etichettata Jobs e contenente tutte le offerte di lavoro pubblicate dall'azienda stessa.

Un tipico annuncio avrà un pulsante Apply Now (la funzione, durante la fase di test, è soltanto in lingua inglese) alla pressione del quale apparirà una form già in parte precompilata con i dati provenienti dal profilo dell'utente.

Sondaggio
Hai ricevuto un messaggio da un amico su un social network. Il tuo amico ti invita a fare click su un link e a mettere ''mi piace'' ad alcune foto. Cosa fai?
Certo! Me lo chiede un amico
Gli chiedo di darmi qualche informazione in più sulle foto. Se mi risponde, faccio click sul link
Sposto il messaggio nella cartella spam e blocco il mio amico

Mostra i risultati (1117 voti)
Leggi i commenti (12)

Un messaggio inviato tramite Facebook Messenger notificherà infine al gestore della pagina l'invio di una nuova form completa.

Oltre a inserire le offerte nella scheda Jobs, le aziende potranno pagare Facebook perché detti annunci appaiano alle persone potenzialmente interessate, inseriti nel loro News Feed.

Tutto ciò per LinkedIn è un problema potenzialmente abbastanza serio, dato che la maggior parte degli introiti di questo social network deriva per l'appunto dagli annunci di lavoro, inseriti a pagamento.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Per i giovani Facebook è meglio di TV e giornali
Cercare lavoro in Rete
Il motore per cercare il posto di lavoro

Commenti all'articolo (4)

Certo l'ultima parte della nostra vita sarà meno piacevole della prima e non solo per la vecchiaia incipiente ma per i giovani la situazione si prospetta assai peggiore. In quanto al nostro placet, certo non siamo innocenti, però possiamo ancora cercare di fare qualcosa...
13-11-2016 10:20

{gigi}
Già, mala tempora currunt, eccome. Mi lamentavo che l'ultima parte della vita la trascorrerò in una recessione economica e sociale, ma poi pensando ai giovani, provo pena per la vita loro sottratta dagli psicopatici che ci hanno portati a questo disastro planetario multiplo. Col nostro placet, purtroppo.
12-11-2016 18:43

Fra un po, per trovare lavoro, sarà praticamente necessario essere iscritti ad un SN con buona pace della libertà di azione e della privacy delle persone, almeno oggi se non vuoi iscriverti non è necessario. Pare sempre di più che il futuro porti in questa direzione per avere sempre più schedati e sotto controlli tutti, mala tempora... Leggi tutto
12-11-2016 14:48

{bushwood blue}
La funzione potrà rimanere in lingua inglese per un bel pezzo, tanto in italia il lavoro è un optional irraggiungibile per chi non ce l'ha già. Per il resto, facebook drenerà ancora più dati di prima riguardo alle persone, con una profilatura molto più accurata. In europa non potrà... Leggi tutto
9-11-2016 13:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'amazonite è...
Una pietra (semi)preziosa.
La spasmodica ammirazione per un popolo di donne guerriere.
Lo shopping compulsivo e la dipendenza patologica da un noto negozio online.
Nessuna di queste. In italiano si scrive amazzonite ;)

Mostra i risultati (1316 voti)
Aprile 2020
Violata Email.it: sottratti dati di 600.000 utenti, password comprese
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Tutti gli Arretrati


web metrics