Come faccio a sapere se un allegato ricevuto è infetto?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-12-2016]

allegato infetto

Capita spesso di ricevere via mail o tramite sistemi di messaggistica degli allegati che purtroppo vengono usati dai criminali informatici come grimaldelli infetti per prendere il controllo dei nostri dispositivi. Un caso classico è la finta mail delle Poste o di una banca alla quale è allegato un rendiconto o una fattura in formato Word.

Per sapere se un allegato o un file ricevuto da Internet è infetto lo si può scaricare (senza aprirlo!) e poi mandare a Virustotal.com, che lo analizza e segnala se è fra i malware conosciuti dai principali antivirus. Un altro sito che offre un servizio analogo è Malwr.com. C'è anche Hybrid-analysis.com, al quale si può anche mandare semplicemente il link al file sospetto.

Ci sono alcune precauzioni importanti da prendere quando si maneggia un file sospetto. La prima, ovviamente, è che dopo averlo scaricato e inviato al sito che lo esamina va eliminato o isolato (per esempio messo su una chiavetta USB etichettata vistosamente); la seconda è che se questi siti non rilevano pericolo, questo non vuol dire che il file sia sicuro. Questi servizi, infatti, riconoscono solo i malware che sono già in circolazione da un tempo significativo: se un malware nuovo è stato disseminato pochi minuti fa e voi siete fra i suoi malcapitati destinatari, potreste ricevere un "tutto a posto" quando in realtà il pericolo c'è eccome.

Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1521 voti)
Leggi i commenti

In altre parole: se questi servizi danno un risultato positivo, c'è da fidarsi; se danno un risultato negativo, è meglio restare dubbiosi e cercare altri modi per verificare l'allegato, come per esempio guardare con attenzione l'indirizzo del mittente (spesso somiglia a quello autentico ma è leggermente differente) oppure chiamare per telefono il mittente, se lo conoscete, e chiedergli se vi ha davvero mandato quella mail o quel messaggio.

Gli attacchi informatici tramite allegati, in particolare tramite documenti Word contenenti macro, sono una delle forme di aggressione informatica più diffuse e di maggior successo. Non fatevi fregare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Office, il pericolo viene dalle macro

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Ritengo che il metodo più sicuro sia sempre quello riportato nella seconda parte dell'articolo ovvero: E aggiungo che se la mail giunge da un presunto ente o fornitore di servizi che certamente non è il vostro cancellate immediatamente la mail ed i relativi allegati, a me, per esempio, sono arrivati presunti solleciti di pagamenti per... Leggi tutto
23-12-2016 11:01

{Michele}
A tutti quelli che si domandano se il file con estensione PDF può essere infetto, la risposta è sì. In generale ogni file, indipendentemente dall'estensione può essere infetto. Infatti se il pogramma che interpreta quel formato ha una falla che lo porta ad eseguire come istruzioni i dati in esso contenuto... Leggi tutto
18-12-2016 10:45

In realtà a me è capitato il contrario, cioè ho spedito un file a virustotal che lo ha etichettato infetto ma era un falso positivo (non lo avevo ricevuto per email ma scaricato da un sito) Leggi tutto
16-12-2016 18:53

Anchio avevo questo dubbio, poi tempo fa ho trovato un PDF per niente statico. Al suo interno girava una versione ridotta (ma funzionante) di Arkanoid, con tanto di livelli. Arkanoid, per chi non lo sapesse, e' un vecchio videogioco. Lo standard PDF infatti prevede l'uso di un linguaggio di scritping e, se sei bravo (molto bravo, in... Leggi tutto
16-12-2016 18:52

{utente anonimo}
Purtroppo malwr non funziona, rimane eternamente a scansionare
16-12-2016 16:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra questi tablet ti sembra la migliore alternativa all'iPad mini di Apple?
Google Nexus 7, con schermo da 7 pollici, Android 4.3 e prezzo a partire da 229 euro.
Amazon Kindle Fire HD, con schermo da 7 pollici, FireOS 3.0 e prezzo a partire da 139 euro.
Amazon Kindle Fire HDX, con schermo da 7 pollici, FireOS 3.0 e prezzo a partire da 229 euro.
LG GPad 8.3, con schermo da 8,3 pollici, Android 4.4 e prezzo a partire da 249 euro.
Dell Venue 8 Pro, con schermo da 8 pollici, Windows 8.1 e prezzo a partire da 289 euro.
HP Slate 7 HD, con schermo da 7 pollici, Android 4.2 e prezzo a partire da 199 euro.
Un altro

Mostra i risultati (606 voti)
Agosto 2020
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics