Una nuova casa per Unity e Ubuntu Touch

Gli sviluppatori di UBPorts continueranno i progetti abbandonati da Canonical.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-04-2017]

Ubuntu touch

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Ubuntu abbandona Unity

Chi già si sta disperando al pensiero che Unity presto scomparirà sappia che ci sono buone notizie all'orizzonte: il progetto verrà infatti preso in consegna dagli sviluppatori del progetto UBports.

L'annuncio è stato dato su Google+ da Marius Gripsgård, fondatore di UBPorts, il cui scopo originario era contribuire alla diffusione di Ubuntu Touch sugli smartphone e sui tablet.

Gripsgård promette che entrambi i progetti - Unity e Ubuntu Touch - resteranno in vita, anche se sa che non sarà un lavoro semplice. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Se il telefonino è generalmente personale, spesso il tablet è condiviso in casa. E' così?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1690 voti)
Leggi i commenti (20)
«Non mi arrendo! Farò del mio meglio per fare in modo che Ubuntu Touch e Unity 8 si reggano sulle proprie gambe! Sarà faticoso» ha scritto lo sviluppatore. «La ruota di Ubuntu Touch sta ancora girando, e ha guadagnato abbastanza velocità da girare fino a che non inizieremo a spingerla noi, si spera con ancora maggior forza».

In fondo, è proprio questo il bello dei progetti open source: dato che il codice è liberamente disponibile, anche quando vengono abbandonati dai loro creatori chiunque abbia l'interesse, la voglia, le risorse e la capacità può riprenderli in mano portarli avanti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Lo smartphone economico basato su Linux e KDE Plasma
Ubuntu Touch, arrivano i primi smartphone

Commenti all'articolo (5)

{Paolo Del Bene}
Anche l'altra volta avevo già detto in un'altra situazione che cambiare sistema operativo solo per problemi di un ambiente grafico, lascia il tempo che trova, anche perchè UNITY non è l'unico; ce ne sono altri come: GNOME; KDE; LXDE; XFCE; morto il supporto ad un ambiente grafico; si passi ad installarne ed usarne un altro. saluti ... Leggi tutto
10-4-2017 21:34

{Paolo Del Bene}
come ho già scritto il FREE SOFTWARE non è open source software, sono due cose ben distinte fra loro ed in termini di sviluppo software, etici, filosofici, libertà degli utenti ed in termini di licenza. La Shell UNITY è rilasciata con la GNU General Public License version 3, una licenza che tutela il Free Software ovvero il Software... Leggi tutto
10-4-2017 21:14

Si, ok...nessuno dice che un progetto open muoia, o almeno, non è mai una cosa definitiva. In soldoni però l'utente vuole dispositivi usabili e con un costo adeguato all'hw...è per questo che il progetto Ubuntu Touch non è mai decollato. I dispositivi c'erano, ma assai costosi e limitati. Ed ora fuori supporto... In quanto non è detto... Leggi tutto
9-4-2017 10:04

{Paolo}
IL FREE SOFTWARE NON È L'OPEN SOURCE SOFTWARE link[/url] PERCHÈ L'OPEN SOURCE SOFTWARE MANCA L'OBIETTIVO DEL FREE SOFTWARE [url=http://forum.zeusnews.com/link/412032]link saluti
9-4-2017 08:53

{Paolo}
bene, almeno quando parlo e dico le cose, si può vedere un reale riscontro, ovvero che i progetti abbandonati non è detto che debbano morire, solo perch è stata una decisione aziendale; i progetti continuano, nonostante quel che possa pensare la Canonical. È la Canonical che ha deciso di rilasciare... Leggi tutto
8-4-2017 14:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'uomo presto ritornerà sulla Luna, ci si prepara all'esplorazione umana di Marte, la stazione spaziale internazionale sta per essere completata. Cosa pensi degli elevati costi che tale tipo di ricerca comporta?
La natura umana ci spinge a conoscere ed esplorare. Non ci sono costi troppo alti quando questi sono gli obiettivi.
L'esplorazione spaziale (come ogni altra forma di ricerca scientifica) ha i suoi costi, ma le ricadute tecnologiche e quindi i benefici di tali investimenti possono essere enormi.
Può certamente essere interessante sapere se qualche millennio fa c'erano forme di vita unicellulare su Marte, ma la Terra e i suoi abitanti hanno problemi ben più seri che necessitano di tutta l'attenzione e i fondi possibili.
Secondo me non siamo neanche stati sulla Luna, quindi...

Mostra i risultati (3655 voti)
Maggio 2019
Falla in WhatsApp: basta una telefonata per ritrovarsi uno spyware sul telefono
Il primo processore completamente inviolabile
Il ransomware che ti regala l'antivirus (mentre cripta i file)
Windows 10 disporrà di un vero kernel Linux
Apple beccata a barare sulla durata delle batterie (ma non è la sola)
Ricaricate lo smartphone di notte? La batteria durerà meno
Programmatore autodidatta risolve puzzle del MIT con 15 anni d'anticipo
Aprile 2019
Windows 10, aumentano i requisiti minimi di sistema
Mark Zuckerberg: entro cinque anni avremo due Facebook
Windows, si allunga la lista di antivirus che bloccano il Pc
Aspen, il browser per navigare in sicurezza secondo Avast
Ex studente distrugge i computer della scuola con un USB killer
Galaxy Fold, lo schermo pieghevole si rompe quasi subito
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Tutti gli Arretrati


web metrics