Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente

Dopo l'update, molti utenti non riescono più accedere al proprio account Microsoft.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-09-2017]

Windows 8 Error

Windows 8.1 non è certo il più amato dei sistemi operativi sfornati da Microsoft. Forse soltanto Windows Vista lo batte, in quanto a scarso apprezzamento da parte degli utenti.

Tuttavia, è tuttora supportato e può ancora vantare un piccolo ma fedele 8% di installazioni sul totale dei Pc con Windows.

Come ogni mese, a settembre il gigante di Redmond ha rilasciato gli aggiornamenti per tutti i propri sistemi operativi ancora supportati, e dunque anche per Windows 8.1.

Il guaio è che un numero sempre crescente di utenti di questo sistema sta segnalando che, dopo l'applicazione degli aggiornamenti, non è più in grado di connettersi al proprio account Microsoft.

Il problema esiste e, dopo alcune prime indagini, è stato ammesso dallo staff di Microsoft Answers, il quale ha così risposto agli utenti che chiedevano lumi: «Si tratta di un bug noto presente in Windows 8.1 dopo l'ultimo aggiornamento di settembre. Il personale del supporto tecnico sta già indagando sulla faccenda e facendo del proprio meglio per risolverla il più velocemente possibile al fine di ridurre al minimo i problemi per gli utenti».

Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6340 voti)
Leggi i commenti (71)

Tutto ciò, in parole povere, significa che Microsoft s'è resa conto che l'installazione degli ultimissimi aggiornamenti di Windows 8.1 può essere dannosa per l'utente, ma anche che ancora non sa che pesci pigliare per venirne fuori.

Per continuare a usare il proprio account Microsoft, gli utenti di Windows 8.1 faranno bene a non installare i più recenti update, ovviamente nella speranza che ciò non li esponga a minacce anche peggiori e confidando che presto arrivi la soluzione definitiva.

È interessante infine notare che la difficoltà di accedere al proprio account non è un'esclusiva di Windows 8.1. Una decina di giorni fa diversi utenti di certe macchine HP equipaggiate con Windows 10 hanno iniziato a trovarsi davanti, anziché al proprio desktop, a un'inerte schermata nera ogni volta che facevano il login.

Anche in questo caso, i problemi sono iniziati dopo l'installazione degli aggiornamenti di settembre, e la causa pare risiedere in un'errata impostazione di alcune chiavi di registro dopo l'applicazione degli update.

Per questo particolare problema esiste però una soluzione, già disponibile tramite il Microsoft Update Catalog.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il bug di Ntfs che manda in crash Windows
Quali versioni di Windows sono vulnerabili?
Google: ''Falle irrisolte in Windows e nei browser Microsoft''
Windows 10 perde utenti
Update cumulativi in Windows 7 e 8.1, come in Windows 10
Microsoft si fa sfuggire le chiavi del Secure Boot

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Ma... gli aggiornamenti provarli prima di distribuirli no eh??? Non credo che questo fosse un bug così nascosto ed improbabile da individuare con un minimo di test, o lo hanno rilevato ed hanno deciso di distribuire egualmente gli aggiornamenti perchè ci voleva troppo a risolverlo. In tal caso sarebbero veramente dei delinquenti ma da... Leggi tutto
1-10-2017 17:43

Puoi non associare l'account MS, ma poi non funziona lo Store (che giustamente se ne può fare a meno). Il pin poi, ho letto sia disponibile anche per W8.1, per non parlare delle app che permettono il login attraverso il riconoscimento facciale (io ho provato quella Asus, avendo un pc Asus...o meglio, era preinstallata). Quello che mi... Leggi tutto
29-9-2017 23:06

Questo è verissimo. Intanto per cominciare, sei obbligato a creare l'account Microsoft al momento dell'installazione. E se uno non volesse? Ma deve farlo. Poi, quando vuoi creare altri utenti, vuole farti creare account pure per quelli. Ammetto che per 5 minuti ho pensato che non ci fosse un'alternativa (e mi stavo pure un po'... Leggi tutto
29-9-2017 17:04

@elisa.r verissimo che tutto si possa fare, il problema è quanto semplice e chiaro risulti. Ormai con Win 10 le opzioni sono dappertutto e l'utente medio evidentemente non ha nessuna chiarezza in merito. E' evidente che questa sia una situazione voluta per far si che la maggioranza dell'utenza faccia ciò che Microsoft vuole; se poi sei... Leggi tutto
29-9-2017 14:51

Ma l'utente collegato all'account Microsoft in W10 si può tranquillamente eliminare. Quello che invece non è così immediato, secondo me, è proprio la creazione degli utenti locali, che è un po' nascosta e viene mostrata dopo un paio di passaggi (almeno, io l'ho scoperta solo così). Una volta creato un utente locale, quello dell'account... Leggi tutto
29-9-2017 13:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa pensi della domotica?
Se ne parla da almeno dieci anni ma di applicazioni pratiche ne ho viste ben poche.
I prodotti disponibili sono troppo costosi, non hanno mercato.
E' il futuro ma qualcosa si vede già oggi.
Si possono ottenere dei discreti risultati senza svenarsi: basta la propensione al "fai da te" e un po' di hacking.
Prima che io finisca di rispondere a questo sondaggio... il frigorifero avrà fatto la spesa on line da solo e il forno avrà deciso la mia cena sulla base dei miei gusti e degli ingredienti che ho in casa, mentre sullo smartphone mi sarà apparsa l'immagine di un venditore di aspirapolveri che ha appena suonato al citofono. Ma ovviamente a pulire i pavimenti ci pensa il robottino.

Mostra i risultati (1395 voti)
Settembre 2019
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Tutti gli Arretrati


web metrics