Windows 10 non sarà più gratuito

È ancora possibile effettuare l'upgrade di Windows senza sborsare un centesimo. Ma ancora per poco.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-11-2017]

windows 10 upgrade gratuito

A partire dalla fine dell'anno, Microsoft eliminerà la possibilità di effettuare l'aggiornamento gratuito a Windows 10.

«Ma come?» si stupiranno gli utenti più informati. «Non era già stata eliminata lo scorso anno?».

La risposta alla domanda è positiva, ma con una piccola chiosa. Alla fine di settembre 2016 Microsoft disattivò l'opzione che permetteva di aggiornare un vecchio Windows alla versione più recente passando per l'apposito assistente, ma lasciò aperta una via poco nota.

Per aggiornare gratuitamente il proprio sistema a Windows 10 non serve fare altro che utilizzare la procedura sviluppata per chi fa uso di tecnologie assistive.

Quest'ultimo sistema, nato per facilitare l'adozione del nuovo sistema alle persone con disabilità, ha finito per essere ampiamente sfruttato da chiunque, dato che non prevede alcuna reale verifica circa l'uso delle già citate tecnologie assistive.

Sondaggio
Puoi scegliere una sola pillola: quale delle tre?
Pillola blu: rimani giovane per sempre
Pillola verde: 1.000.000.000 euro in contanti
Pillola rossa: puoi viaggiare nel tempo in qualsiasi istante

Mostra i risultati (2256 voti)
Leggi i commenti (22)

A quanto pare Microsoft ha deciso di averne abbastanza di questo sfruttamento, che ancora alla fine del 2017 consente di non sborsare un euro per avere Windows 10.

Ha così modificato la pagina web relativa a quest'opzione, introducendo una postilla che spiega come l'offerta sarà disponibile soltanto fino al 31 dicembre 2017.

La modifica, al momento in cui scriviamo, è presente soltanto nella versione inglese della pagina, mentre quella italiana tuttora è priva dell'indicazione.

Ad ogni modo, a partire dal 1 gennaio 2018 l'unico modo per avere Windows 10 sarà un regolare acquisto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

La penso così anch'io. Leggi tutto
5-11-2017 11:01

{PAOLO DEL BENE}
ciò che ho scritto come commenti qui su zn, l'ho scritto nel lontano 2007 e Richard Matthew Stallman parlava della gratuità 10 anni fa. Ora che la gratuità è terminata, dal 2018 tutti dovranno pagare. Mi dicono questi della m$ ed i loro utenti dove trovano le 4 LIBERTÀ della GNU GENERAL PUBLIC... Leggi tutto
3-11-2017 09:46

{Paolo Del Bene}
---> era solo per divertirsi, quindi se sapevi programmare in quel modo eri considerato un hacker. Più avanti ho generalizzato e reinterpretato un pò il termine e oggi la mia definizione di hacker è: "qualcuno che si diverte a giocare in modo intelligente". Updated by: Paolo Del Bene, Monday, Dec, 03... Leggi tutto
3-11-2017 03:32

{Paolo Del Bene}
---> controllo è sbagliato per noi ma quando è un governo a non avere il controllo dei suoi computers ciò non è sbagliato solo per il governo è sbagliato per tutti i cittadini che quel governo si suppone rappresenti e per i quali lavora, il governo non ha solo il diritto ma la responsabilità il dovere di insistere per l'uso di... Leggi tutto
3-11-2017 03:29

{Paolo Del Bene}
---> poterli leggere e cambiare e facendo una modifica dopo l'altra si acquisiscono le capacità per scrivere un programma intero e fare un buon lavoro è necessario leggere il lavoro degli altri per vedere cosa è facile e cosa è difficile da capire e quando si legge qualcosa che risulta molto difficle da capire si impara a spiegare... Leggi tutto
3-11-2017 03:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1324 voti)
Settembre 2022
Windows 11 2022 Update, meglio non avere fretta di installarlo
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 settembre


web metrics