Il sistema operativo di Apple Lisa diventa open source

Il primo OS a finestre dedicato all'utenza consumer sarà liberamente scaricabile nei primi mesi del prossimo anno.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-12-2017]

apple lisa screenshot os

Il 2018 ha in serbo una gradita sorpresa per gli appassionati di archeoinformatica: vedrà infatti del rilascio del codice sorgente del sistema operativo dei computer Apple Lisa con licenza open source.

L'annuncio è stato dato sul gruppo dei discussione dedicato agli appassionati di Lisa, e precisa che il codice rilasciato sarà quello cui Apple avrà dato il via libera.

I Lisa sono considerati dei pionieri dell'era del Pc: sono stati infatti tra i primi personal computer destinati agli utenti finali a essere dotati di un'interfaccia grafica con icone e finestre, da utilizzare tramite il mouse.

L'ispirazione, come è noto, venne da una visita condotta da Steve Jobs allo Xerox Parc: comprendendo le potenzialità dell'utilizzo di un'interfaccia grafica, più intuitiva della linea di comando, volle che i Pc di Apple la adottassero.

Nonostante le sue caratteristiche avanzate, il progetto Lisa non ebbe il successo sperato: le macchine, lanciate nel 1983, costavano 10.000 dollari e, sebbene rispetto al Pc Ibm offrissero l'interfaccia grafica, il prezzo inferiore di questi ultimi causò la loro disfatta.

Sondaggio
Di quale generazione fai parte?
Generazione silenziosa: i nati tra gli anni '20 e gli anni '40 del XX secolo
Baby boomers: i nati tra gli anni '40 e l'inizio degli anni '60 del XX secolo
Generazione X: i nati tra gli anni '60 e l'inizio degli anni '80 del XX secolo
Generazione Y (o Millennials): i nati tra gli anni '80 del XX secolo e il 2000
Generazione Z: i nati dal 2000
Generazione Alpha (o Screenagers): i nati dal 2010

Mostra i risultati (1556 voti)
Leggi i commenti (4)

Anche il modello successivo, Lisa 2, non conobbe gran fortuna: sebbene costasse "solo" tra i 3.500 e i 5.000 dollari, fu un fallimento commerciale.

La sua importanza è però evidente: se oggi le interfacce dei Pc sono quelle che conosciamo, e se i Macintosh (lanciati nel 1984) hanno avuto successo, lo si deve all'esperienza pionieristica - seppure fallimentare - dei Lisa.

Qui sotto, lo spot pubblicitario di Apple Lisa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il ritratto di Steve Jobs fatto con 6.000 tasti di computer

Commenti all'articolo (1)

{Paolo Del Bene}
Cosa intendete per licenza open source?
29-12-2017 11:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1095 voti)
Agosto 2018
Imbarazzo in Huawei, scoperta a barare nello spot dei Nova 3
iPad esplode nell'Apple Store di Amsterdam, negozio evacuato
Renzi con Tim fece lo stesso di Conte con Autostrade
La branchia artificiale stampata 3D che ci permetterà di respirare sott’acqua
Voto elettronico, due undicenni violano il sistema in appena 10 minuti
LibreOffice 6.1 è più veloce che mai e dispone di nuove icone
Connettore Lightning dell'iPhone: l'UE si prepara a far piazza pulita
Diventare hacker con meno di 2 euro. Grazie alle offerte speciali del dark web
Edge si unisce a Firefox e Chrome per eliminare le password dal web
L'app che trasforma la scrittura dell'utente in font per Windows 10
Luglio 2018
Dopo Monaco, anche la Bassa Sassonia abbandona Linux per Windows
Come attivare la nuova interfaccia Material Design nascosta in Chrome 68
Google ridisegna Chome: arrivano le schede tonde
Xiaomi Mi A2 e Mi A2 Lite, chi ha detto che un buon smartphone deve costare tanto?
Android ha i giorni contati: Fuchsia OS lo soppianterà entro cinque anni
Tutti gli Arretrati


web metrics