nVidia, i nuovi driver obbligano il Pc a continui riavii

Soprattutto se si usa la scheda grafica GTX 1060.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-05-2018]

nvidia problemi driver

Pochi giorni fa, nVidia ha reso disponibile la versione 397.31 dei propri driver, ed è stato un disastro. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (349 voti)
Leggi i commenti
Nonostante il numero di versione non paia particolarmente significativo, si tratta di un rilascio importante: con esso, infatti, nVidia abbandona definitivamente i sistemi operativi a 32 bit, e d'ora innanzi rilascerà driver soltanto a 64 bit.

Il guaio è che non appena i primi utenti hanno iniziato a installare i 397.31 hanno cominciato anche a palesarsi seri problemi, che si sono verificati per lo più nei computer dotati di scheda video con chip nVidia GTX 1060.

L'installazione va a buon fine. Tuttavia, non appena Windows viene riavviato, una schermata propone di nuovo di completare l'installazione e di riavviare nuovamente il computer. Tutto ciò si ripete all'infinito.

Alcuni utenti hanno inoltre segnalato che, sebbene l'installazione sembri andare a buon fine, in realtà alla fine del processo i driver vecchi vengono efficacemente eliminati ma quelli nuovi sono installati; oppure i driver sono presenti, ma i giochi vanno in crash. Insomma, un gran pasticcio.

A una prima analisi, sembra che la causa di almeno una parte di questi comportamenti sia dovuta al fatto che l'aggiornamento dei driver viene offerta dal programma di installazione dei 397.31 anche su sistemi che non sono più supportati.

Al momento in cui scriviamo, l'unica soluzione è disinstallare i driver 397.31 e tornare alla versione precedente, la 391.35.

Dopo giorni di silenzio, nVidia ha ora finalmente fatto sapere che presto arriverà una nuova versione che non presenterà tutti quei problemi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Schede video, le criptovalute fanno schizzare il prezzo alle stelle
Nvidia dice addio ai 32 bit

Commenti all'articolo (1)

Il vizio di far fare il beta tester ai clienti mi pare stia diventando sempre più diffuso... :cry:
11-5-2018 19:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (1976 voti)
Novembre 2019
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Tutti gli Arretrati


web metrics