Attenti ai dati sui CD-R!

Le speranze di sicurezza e longevità vanno in frantumi. Vediamo il perché.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-12-2003]

Il giornale olandese "PC Active" sostiene la tesi che i dati incisi sui CD-R degraderebbero in pochi anni.

Il sogno di tanti utenti informatici professionali e consumer è quindi andato in frantumi, altro che dati al sicuro per decenni!

Il test svolto dalla rivista si è rivolto a trenta diversi prodotti registrati venti mesi prima e ha portato alla luce gravi errori di accesso al disco che renderebbero i CD-R non più utilizzabili.

Secondo la rivista, il problema risiederebbe nel materiale adoperato per l'incisione mediante laser. Ebbene, "PC Active" ha rivelato che in caso di utilizzo di materiale stabile la conservazione dei dati è decisamente migliore che nell'uso di prodotti di qualità scadente.

In quest'ultimo caso infatti il degrado avviene anche in situazioni ambientali favorevoli, ossia senza esposizione a luce e calore.

Insomma, il test della rivista olandese serve a sottolineare che non è del tutto vero (come sostengono invece alcuni produttori) che i dati incisi sui dischi siano al sicuro per decenni, figuriamoci per un secolo!

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

Valerio V.
Perchè non viene scritta la data di scadenza! Leggi tutto
17-1-2004 12:18

max
X interessante Leggi tutto
12-1-2004 05:33

SteveR
Interessante Leggi tutto
8-1-2004 12:59

Commento Leggi tutto
29-12-2003 17:49

Vittorio
Verissimo!!! Leggi tutto
8-12-2003 11:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sul tuo Pc (o notebook) c' installato un hard disk oppure un disco a stato solido?
Entrambi
SSD: pi veloce di un hard disk, si guasta meno, consuma poco.
Disco fisso: pi affidabile, pi economico e pi capiente di una memoria flash.
Disco fisso sul Pc, SSD sul notebook.
Non so cosa ci sia installato: sono un utente, non un meccanico.

Mostra i risultati (1981 voti)
Ottobre 2018
Il font che ti aiuta a ricordare quello che leggi
Finisce l'obbligo di installare Chrome su Android: Google piegata dalla multa UE
I robot giganti di Elon Musk
Violare WhatsApp? Basta una videochiamata
Microsoft: ecco perché l'Update di Windows 10 cancellava i file degli utenti
Microsoft getta la spugna e ritira l'aggiornamento di ottobre per Windows 10
Windows 10, attenti all'aggiornamento: potrebbe cancellare i documenti
Windows 10, arriva l'update di ottobre: ecco come aggiornare subito
WhatsApp, arriva la pubblicità
Migliaia di siti mobile accedono ai sensori dello smartphone senza informare l'utente
Settembre 2018
Demonoid offline da giorni, il proprietario è irreperibile
Virtual Desktop: Windows 10 diventa virtuale e si sposta nel cloud
Il bug in Firefox che manda in crash il browser (e spesso anche il sistema operativo)
Ex CEO di Google: tra dieci anni ci saranno due Internet
Il fallimento di Windows Store: un documento interno ne rivela la portata
Tutti gli Arretrati


web metrics