Il cantante che vuol creare un vero Wakanda con le criptovalute

Akon è convinto che gli Akoin salveranno l'Africa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-06-2018]

akon wakanda akoin

Akon è un cantante statunitense, interessato anche alla politica, che dopo aver visto il film Black Panther è stato folgorato da un'idea: perché non trasformare il Wakanda in realtà?

Il Wakanda è la prospera e fittizia nazione africana dell'universo Marvel in cui si svolgono sia la pellicola già citata che parte del più recente Avengers: Infinity War.

È estremamente avanzata ed evoluta dal punto di vista tecnologico e del benessere della popolazione, pur senza tradire le proprie radici tribali. Inoltre evita la curiosità del resto del mondo apparendo agli occhi di tutti gli stranieri come una nazione povera.

Akon vorrebbe che un sogno del genere diventasse davvero realtà e, per farlo, ha deciso di appoggiarsi alla tecnologia più chiacchierata degli ultimi tempi: le criptovalute.

Il cantante non ha però voluto utilizzare una valuta già esistente: invece ha creato la propria e l'ha chiamata Akoin, creando un gioco di parole tra il suo stesso nome e coin, che in inglese significa moneta.

Sondaggio
Quale di queste previsioni ritieni che diventerà realtà per prima?
Si potranno trapiantare organi di ricambio cresciuti in laboratorio.
I computer svilupperanno capacità creative, riuscendo a creare vere opere d'arte senza intervento umano.
Il teletrasporto delle persone diventerà realtà.
Su Marte e sui pianeti abitabili si costruiranno colonie nelle quali si potrà vivere per lunghi periodi.
Riusciremo a controllare il tempo atmosferico, cancellando siccità, inondazioni e catastrofi naturali.

Mostra i risultati (1851 voti)
Leggi i commenti (10)

Gli Akoin, che verranno messi in vendita a livello globale nelle prossime settimane, saranno la colonna portante di Akon Crypto City, città tuttora in sviluppo da costruire su un territorio concesso dal presidente del Senegal e che non ha paura di autodefinirsi «real-life Wakanda», ossia «un Wakanda reale».

«Io penso» - ha spiegato Akon - «che la tecnologia blockchain e le criptovalute possano salvare l'Africa in molti modi, perché restituiscono il potere alle persone e rendono nuovamente sicuro il sistema monetario».

Non solo: secondo Akon, le criptovalute «possono essere utilizzate dalle persone in modi che permettono loro di far progredire sé stessi, impedendo al governo di fare ciò che le tiene a freno».

A chi gli chiedeva alcuni dettagli tecnici su come tutto ciò sia possibile, Akon ha risposto: «Io lancio le idee, e lascio ai geek capire come realizzarle».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Della serie "Io vi ho portato l'orso, ora pensate voi a come catturarlo..." Mi sembra che, in questo mondo, i creativi siano sempre più sovrastimati mentre coloro che fanno, oltre ad essere sempre di meno, siano anche sempre meno considerati: non so quale futuro potremo avere proseguendo in questa direzione... :roll: Leggi tutto
30-6-2018 14:27

Caro Akon, le criptovalute non creano ricchezza. Sono solo dei numeri. Anzi, e' quasi certo che in futuro leggeremo sui giornali "scandalo bitcoin, xxx miliardi in fumo". . Leggi tutto
25-6-2018 17:53

{ice}
non mi sembra che finora i vari BitCoin & co abbiano portato grossi vantaggi per l'umanità anzi rischiano di diventare una costosissima fonte di spreco energetico e sinceramente considerato che in Senagel molti villagi nemmeno hanno energia elettrica....drenare quella che c'è per alimentare dei datacenter che... Leggi tutto
24-6-2018 11:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cosa più importante per te in un sito Internet?
Estetica
Interattività
Contenuti
Usabilità
Gratuità

Mostra i risultati (2382 voti)
Settembre 2018
Ex CEO di Google: tra dieci anni ci saranno due Internet
Il fallimento di Windows Store: un documento interno ne rivela la portata
Corruzione in Amazon: dipendenti pagati per cancellare le recensioni negative
Copyright, il sito di sottotitoli ITASA costretto a gettare la spugna
Windows 10 deciderà in autonomia quali file tenere e quali cancellare
L'Europarlamento approva la riforma del diritto d'autore, il web teme la censura
Falla 0-day in Windows, i cybercriminali hanno iniziato gli attacchi
Volete tenere Windows 7? Il prezzo continuerà a crescere
Tor Browser 8.0, più facile da usare e più abile nell'aggirare la censura
Salvati dallo smartwatch: il monitoraggio della salute ha già salvato la vita a due uomini
iPhone XS e Apple Watch Serie 4, le prime foto trapelate in rete
Falla 0-day in Windows, ecco la correzione. Ma non proviene da Microsoft
Agosto 2018
Falla 0-day in Windows 10 consente di ottenere il controllo sul Pc
Tagliato fuori da Galileo, il Regno Unito si costruirà un proprio GPS
Black Hat 2018, svelata vulnerabilità imbarazzante
Tutti gli Arretrati


web metrics