Falla 0-day in Windows, i cybercriminali hanno iniziato gli attacchi

La patch ufficiale ancora latita, il gruppo PowerPool ne approfitta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-09-2018]

falla zero day alpc powerpool

Lo scorso 27 Agosto una vulnerabilità zero-day scoperta sui sistemi Microsoft Windows è stata pubblicata su GitHub e ulteriormente pubblicizzata su Twitter, senza che fosse stata ancora rilasciata la patch per correggere la vulnerabilità.

Questa falla interessa i sistemi operativi Microsoft Windows da Windows 7 a Windows 10 e, in particolare, la funzione ALPC - Advanced Local Procedure Call - consentendo l'escalation dei privilegi locali (LPE).

In questo caso specifico, l'LPE permette a un eseguibile lanciato da un utente con restrizioni di ottenere i diritti amministrativi.

Il tweet conteneva un collegamento a un repository GitHub che indicava il codice Proof-of-Concept per l'exploit, di cui non solo è stata rilasciata una versione compilata, ma anche il codice sorgente. Di conseguenza, chiunque poteva modificare e ricompilare l'exploit al fine di "migliorarlo", eludere il rilevamento o anche incorporarlo nel proprio codice.

Come si poteva prevedere, sono bastati solo due giorni prima che apparissero i primi esemplari di nuovi malware basati su qeusto codice.

I ricercatori di Eset hanno infatti individuato l'attacco portato da un gruppo di cybercriminali (battezzato PowerPool) in tutta una serie di Paesi tra cui Cile, Germania, India, Filippine, Polonia, Russia, Regno Unito, Stati Uniti e Ucraina.

Il gruppo PowerPool utilizza diversi approcci per colpire inizialmente una vittima, tra cui alcuni molto semplici, come inviare messaggi via email con il malware in allegato.

Dato che per sfruttare l'exploit è necessario prendere di mira un file che venga eseguito automaticamente dal sistema operativo, come un eseguibile che si occupi di aggiornare un programma installato in precedenza, gli sviluppatori di PowerPool hanno scelto di modificare il contenuto del file GoogleUpdate.exe, programma di aggiornamento legittimo per le applicazioni di Google e che è regolarmente eseguito con privilegi amministrativi da un'attività di Microsoft Windows.

Sondaggio
Qual Ŕ l'ambiente Linux che preferisci?
Gnome
Kde
Unity
Xfce
Lxde
Cinnamon
Mate
Un altro
Non uso Linux

Mostra i risultati (4924 voti)
Leggi i commenti (25)

PowerPool apre sulla macchina infettata due backdoor diverse: una backdoor di primo livello, utilizzata subito dopo l'iniziale compromissione, e successivamente una di secondo livello, probabilmente attivata solo sulle macchine reputate più interessanti.

Una volta ottenuto l'accesso permanente a una macchina con la backdoor di secondo livello, i membri di PowerPool utilizzano diversi strumenti open source, scritti principalmente in PowerShell, per spostarsi sulla rete locale.

In un caso come questo, i ricercatori di Eset non si sono limitati ad analizzare il malware ma si sono anche lasciati andare a un commento diretto allo scopritore della falla.

Essi ritengono infatti che diffondere informazioni su una vulnerabilità al di fuori di un processo di divulgazione ufficialmente coordinato metta a rischio molti utenti. In questo caso, anche la versione più aggiornata di Windows potrebbe essere compromessa poiché, come in questo caso, al momento della pubblicazione di dettagli sulla vulnerabilità e sull'exploit non era stata ancora rilasciata alcuna patch ufficiale.

Allo stato attuale il CERT-CC ha fornito alcune soluzioni ed esiste una patch rilasciata da terze parti, ma nulla di tutto ciò ha l'approvazione di Microsoft.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Falla 0-day in Windows, ecco la correzione. Ma non proviene da Microsoft
Falla 0-day in Windows 10 consente di ottenere il controllo sul Pc
Come violare un account Windows in un minuto
Kevin Mitnick scova vulnerabilità e vende exploit
Vita difficile per gli 0-day cracker

Commenti all'articolo (2)

Come non concordare con il commento dei ricercatori di Eset, in questo caso direi che lo scopritore della falla ha comunque avuto un comportamento irresponsabile anche se il comportamento di M$ in risposta alla segnalazione non era certo stato irreprensibile.
14-9-2018 18:36

{robin vud}
Ormai le aziende sono così grandi, che i rapporti di forza con le singole persone e persino con le asosciazioni di consumatori (quelle poche semifunzionanti, intendo) sono completamente sbilanciati. Il risultato, molto disfunzionale, è che la politica deve ocucparsi per forza di questi rapporti. Una vera assurdità,... Leggi tutto
10-9-2018 16:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'UniversitÓ di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
╚ corretto. Far˛ meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1140 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics