Violare WhatsApp? Basta una videochiamata

Tutta colpa di un bug.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-10-2018]

whatsapp chiamata hack

Violare uno smartphone con una semplice telefonata sembra possibile solo nei film ma invece, a causa di un bug in WhatsApp, tale scenario di fantasia è diventato realtà.

La falla è stata scoperta dalla ricercatrice Natalie Silvanovich del Google Project Zero: se sfruttata, consente a un hacker di prendere il pieno controllo di WhatsApp semplicemente con una videochiamata.

Inviando una pacchetto RTP appositamente modificato - tramite una chiamata video alla vittima fatta attraverso WhatsApp - si incorre in un bug del tipo memory heap overflow, che può mandare in crash l'app ma anche consentire all'autore della chiamata di accedere all'account WhatsApp e spiare le conversazioni.

L'esperta di Google ha pubblicato una dimostrazione del pericolo, le cui conseguenze si limitano però alla corruzione della memoria e non eseguono codice sullo smartphone attaccato.

Tavis Ormandy, altro ricercatore di Project Zero, ricorda però che «si tratta di un problema serio. Il solo atto di rispondere alla chiamata di un hacker può compromettere WhatsApp completamente».

Sondaggio
Cosa fai se non usi un'applicazione da molto tempo?
La lascio nel dispositivo, potrei averne bisogno un giorno
La eliminano. Quando ne avrò bisogno, la scaricherò di nuovo

Mostra i risultati (1097 voti)
Leggi i commenti (4)

Il lato positivo della vicenda è che la falla è stata scoperta lo scorso agosto e subito segnalata a WhatsApp: il 28 settembre è stata rilasciata la patch per Android, e il 3 ottobre quella per iOS.

Pertanto, se l'app installata sullo smartphone è aggiornata non si corre alcun pericolo. In caso non lo sia, è bene provvedere al più presto.

Il bug può peraltro essere sfruttato unicamente se la vittima risponde dallo smartphone: se invece risponde da WhatsApp Web - che usa WebRTC e non RTP - non corre alcun pericolo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
WhatsApp, arrivano le videochiamate di gruppo crittografate
WhatsApp, arrivano le videochiamate
La videochiamata di Skype immaginata un secolo e mezzo fa

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se il telefonino è generalmente personale, spesso il tablet è condiviso in casa. E' così?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1706 voti)
Luglio 2019
Modalità incognito per i siti a luci rosse? Google e Facebook ti tracciano lo stesso
WhatsApp, la truffa passa attraverso i file multimediali
Galileo fuori uso da quattro giorni, forse è colpa di un guasto in Italia
Lo pneumatico senz'aria di Michelin e GM
Track This inganna gli algoritmi pubblicitari (aprendo 100 schede!)
L'app che spoglia nude le donne in pochi secondi
Giugno 2019
Quattordicenne crea malware che rende inutilizzabili i dispositivi IoT
Fusione TIM e Open Fiber, un'operazione senza alternative
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Tutti gli Arretrati


web metrics