Nuova patch per Meltdown e Spectre: non inciderà più sulle prestazioni

Arriverà con la versione di Windows 10 prevista per aprile 2019.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-10-2018]

meltdown spectre windows 10 19h1

Sono passati mesi da quando Meltdown e Spectre, le vulnerabilità scoperte nei processori Intel (ma anche AMD è poi risultata coinvolta), hanno generato preoccupazione e frustrazione tra gli utenti.

Preoccupazione perché i bug sono seri, e se sfruttati consento di violare i Pc. Frustrazione perché le correzioni rilasciate possono avere un impatto molto negativo sulle prestazioni, facendole calare anche del 30%.

Sebbene la preoccupazione alla fine si sia rivelata eccessiva, in quanto non sono stati registrati attacchi legati ai bug, la frustrazione è rimasta: diversi utenti hanno sperimentato rallentamenti sensibili nel funzionamento dei propri Pc dopo l'installazione delle patch.

Per fortuna, dall'anno prossimo tutto ciò cambierà. Microsoft ha infatti inserito in Windows 10 19H1 (la versione che sarà rilasciata ad aprile dell'anno prossimo) una nuova patch, più efficiente di quelle pubblicate sinora, che limita l'impatto sulle prestazioni all'1-2%.

La conferma è stata data da Mehmet Iyigun, sviluppatore del kernel di Windows, su Twitter, commentando: «Tutto ciò riduce l'impatto sulle prestazioni delle contromisure a Spectre v2 alla stregua di semplice fastidio nella maggior parte delle situazioni».

Sondaggio
Quale fra questi consigli Ŕ davvero irrinunciabile per avere un Pc sempre in ottima forma? Rispondi al sondaggio e discutine con noi.
Cancellare i file non necessari.
Evitare le temperature eccessive.
Installare e aggiornare il software antivirus.
Interrompere o limitare l'uso di funzioni non essenziali.
Mantenere il computer ottimizzato e costantemente aggiornato.
Mantenere puliti display e tastiere.
Mettere il portatile in modalitÓ "sleep" o "ibernazione" quando si effettua una pausa.
Non lasciare che il notebook si surriscaldi.
Utilizzare una borsa porta PC.

Mostra i risultati (2917 voti)
Leggi i commenti (31)

È utile ricordare che Microsoft non ha intenzione di inserire la nuova correzione anche nelle versioni di Windows 10 precedenti la 19H1 (che probabilmente al momento del rilascio prenderà il codice 1904): chi vorrà approfittarne dovrà quindi per forza aggiornare il proprio sistema, pratica consigliata in ogni caso in quanto le edizioni più vecchie perdono il supporto a mano a mano che il tempo passa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Intel, le patch per le nuove falle danneggiano seriamente le prestazioni
Lo strano caso della patch per le CPU Intel che vieta di pubblicare benchmark
Intel, il CEO si dimette. Ma non per i motivi che ci si aspetterebbe
La tecnica che renderà impossibili le falle nei processori
Meltdown e Spectre, arrivano le patch: ecco quanto rallenterà il Pc
Bug processori, il rimedio di Microsoft è peggiore del male: la patch blocca i Pc con Amd
Linus Torvalds insulta Intel per il bug nelle Cpu

Commenti all'articolo (1)

Atteggiamento arrogante e pervasivo altamente lesivo dei diritti dei propri clienti, che andrebbe immediatamente e pesantemente sanzionato dagli organi governativi preposti. Mi sembra francamente ben pi¨ grave questo fatto che le varie farneticazioni in merito all'abuso di posizione dominante che viene sanzionato assai pi¨ di frequente. Leggi tutto
23-10-2018 18:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste previsioni ritieni che diventerÓ realtÓ per prima?
Si potranno trapiantare organi di ricambio cresciuti in laboratorio.
I computer svilupperanno capacitÓ creative, riuscendo a creare vere opere d'arte senza intervento umano.
Il teletrasporto delle persone diventerÓ realtÓ.
Su Marte e sui pianeti abitabili si costruiranno colonie nelle quali si potrÓ vivere per lunghi periodi.
Riusciremo a controllare il tempo atmosferico, cancellando siccitÓ, inondazioni e catastrofi naturali.

Mostra i risultati (2130 voti)
Gennaio 2022
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 gennaio


web metrics