Il nuovo Edge supporterà le estensioni di Chrome, ma non è detto che sia un bene



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-12-2018]

microsoft edge chromium estensioni

Da quando Microsoft ha annunciato l'abbandono di HTMLEdge come motore del proprio browser in favore di Chromium le notizie, i dettagli e le precisazioni in merito non hanno fatto altro che accumularsi.

La più recente novità è stata presentata da Kyle Pflug, Senior Product Manager all'interno del gruppo che sviluppa Edge, il quale su Reddit ha affermato che «È nostra intenzione fornire supporto alle estensioni di Chrome esistenti».

Per quanto il browser di Google offra tutto ciò che è necessario alla navigazione, ci sono molte funzioni e comodità che sono desiderabili ma non fanno parte del pacchetto base: per ottenerle, bisogna rivolgersi al Chrome Web Store, dove queste sono disponibili sotto forma di estensioni.

A prima vista, l'intenzione di Microsoft di consentire l'installazione di queste sembra soltanto una buona notizia: gli utenti potranno personalizzare a piacimento il proprio browser.

Sebbene ciò sia vero, c'è anche un lato negativo: diversi esperti di sicurezza hanno iniziato a far notare che certamente le estensioni di Chrome rendono la vita più comoda, ma sono anche uno dei veicoli più apprezzati per diffondere il malware.

La storia di Chrome è piena di estensioni che modificano le pagine di ricerca, inseriscono spot nelle pagine di ricerca, sottraggono le informazioni di contatto o le credenziali dei siti, effettuano il mining di criptovalute e via di seguito.

Finora Edge era rimasto al riparo da queste attenzioni soprattutto per la scarsa base di utenti (ci sono modi più efficaci per colpire i Pc con Windows), ma ora che il passaggio a Chromium si fa concreto con poca fatica anche gli utenti di Edge - potenzialmente in aumento - dovranno guardarsi le spalle.

Sondaggio
Da dove scarichi di solito i file (app, film, libri, giochi)?
Scarico i file da fonti sempre diverse
Scarico file da siti di cui mi fido
Non scarico molti file e presto sempre attenzione al sito da cui li scarico
Scarico i file solo da negozi online e da app store di fiducia
Non scarico nulla

Mostra i risultati (1306 voti)
Leggi i commenti (12)

Il punto è che il Chrome Web Store non fa un lavoro eccezionale nel tenere lontane le estensioni pericolose, e l'utente deve quindi porre moltissima attenzione prima di installare un contenuto sconosciuto.

Microsoft non può non essere a conoscenza di questo problema, e potrebbe anche di decidere di risolverlo in maniera radicale: offrire il supporto alle estensioni create per Chrome ma obbligare gli sviluppatori a caricarle su un proprio Web Store, sul quale esercitare un attento controllo di qualità.

Per i creatori di estensioni aumenterebbe il lavoro, ma gli utenti potrebbero trarne un beneficio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Ecco come provare il nuovo Edge basato su Chromium in anteprima
Edge passa a Chromium: Google festeggia, Mozilla teme per la libertà del web
L'estensione di Chrome che ruba Bitcoin e le credenziali di Facebook
Microsoft regala l'antiphishing di Edge a Chrome con un'estesione
Mozilla e l'estensione di Mr. Robot installata a tradimento
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Se la tua fotocopiatrice ti manda una mail, non aprirla con un vecchio Word

Commenti all'articolo (3)

Per l'uso di Chrome a livello enterprise è opportuno attivare il blocco che inibisce l'installazione di tutte le estensioni tranne quelle esplicitamente autorizzate dall'amministratore. In questo modo è l'amministratore stesso che può verificarne la sicurezza e la liceità delle app prima di autorizzarne l'installazione nel proprio... Leggi tutto
15-12-2018 18:15

{ice}
ES pure le estensioni per FF non sono tutte pubblicate sullo store di Mozilla. Alcune fanno scaricate direttamente dal sito dello sviluppatore indicando esplicitamente al momento dell'installazione che si accetta di installare un estensione da una fonte non sicura Questo livello di sicurezza sicuramente sarà settabile via GPO
11-12-2018 13:08

{ice}
esattamente come avviene per gli store alternativi per Android...la compatibilità dei binari delle estensioni non significa automaticamente che verranno tutte indistintamente (e senza eventuali controlli) pubblicate anche sullo store MS. Visto che la "forza" di IE è tuttora nell'utilizzo a livello enterprise... Leggi tutto
11-12-2018 13:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste famose "leggi" condividi maggiormente?
Un oggetto cadrà sempre in modo da produrre il maggiore danno possibile.
Qualsiasi cosa vada male, avrà probabilmente l'aria di andare benissimo.
Per ottenere un prestito bisogna provare di non averne bisogno.
L'altra coda va sempre più veloce.
A qualunque cosa si stia lavorando, non appena si mette via uno strumento, certi di aver finito di usarlo, immediatamente se ne avrà bisogno.
Si troverà sempre una qualsiasi cosa nell'ultimo posto in cui la si cerca.
Le probabilità che un giovane maschio incontri una giovane femmina attraente e disponibile aumentano in proporzione geometrica quando è in compagnia della fidanzata, della moglie o di un amico più ricco.
Prima o poi la peggiore combinazione possibile di circostanze è destinata a prodursi.
La necessità procura strani compagni di letto.
Per quanto uno cerchi e si informi prima di comprare un qualsiasi articolo, lo troverà a minor prezzo da un'altra parte non appena l'avrà acquistato.

Mostra i risultati (2501 voti)
Novembre 2019
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Tutti gli Arretrati


web metrics