Testato con successo lo scudo anti-droni

Pronta la protezione degli aeroporti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-01-2019]

indra

La presenza di droni ha portato questo Natale alla chiusura di aeroporti come quello di Gatwick, causando disagi a migliaia di passeggeri e danni economici stimati in milioni di sterline. La stessa situazione si è ripetuta recentemente a Heathrow per un'ora, accendendo i riflettori del mondo intero sulla sempre maggiore necessità di sistemi anti-drone per le infrastrutture chiave di una nazione.

Tra i primi player sul mercato ad offrire soluzioni utili a proteggere un aeroporto o qualsiasi altro spazio contro i droni che volano senza autorizzazione vi è Indra, società globale di consulenza e tecnologia, che ha messo a punto uno scudo intelligente chiamato ARMS (Anti Multisensor System RPAS) che rileva la presenza di questi aerei a chilometri di distanza neutralizzandoli nel momento in cui invadono lo spazio aereo.

La società ha testato la soluzione nei Paesi dove questo tipo di minaccia è più comune e pericolosa. Gli straordinari risultati ottenuti hanno reso Indra una delle prime aziende al mondo ad aver chiuso accordi in questo settore con clienti governativi, dopo aver superato condizioni operative molto esigenti.

La soluzione può prevedere la neutralizzazione di un singolo drone con un intervento "chirurgico", così come eliminare il pericolo di un gruppo di droni adottando misure più aggressive, fino ad attivare una cupola di protezione completa.

Proteggere un aeroporto è molto complesso in quanto non è possibile alterare il traffico o interferire con i sistemi degli aerei. La capacità del sistema di Indra di modulare la risposta in base all'entità del pericolo è quindi fondamentale, tanto quanto la possibilità di essere integrata con i sistemi della torre di controllo al fine di incrociare le informazioni rilevando immediatamente qualsiasi oggetto che vola senza autorizzazione.

La situazione vissuta dagli aeroporti di Londra non è nuova. Nell'agosto del 2017, anche Arlanda's, a Stoccolma, è stata costretta a chiudere per un'ora per lo stesso motivo. Dubai è un altro aeroporto che ha vissuto un evento di questo tipo. I piloti di tutto il mondo riportano regolarmente casi di minore gravità, ma che generano grandi incertezze.

Inoltre, il rischio impatta su molte altre aree e strutture. Gli impianti industriali, le centrali nucleari, le infrastrutture, gli edifici ufficiali, le prigioni, gli stadi sportivi o qualsiasi luogo in cui si svolge un evento pubblico possono affrontare lo stesso problema.

Un drone, infatti, può essere usato per invadere la privacy delle persone, spiare, perpetrare un attacco o semplicemente per causare un incidente involontariamente, quando si scontra con un veicolo o una persona.

Controllare i droni è, tuttavia, molto difficile in quanto alcuni sono estremamente piccoli e volano a bassa quota e velocità. Possono inoltre apparire in modo inaspettato e decollare da qualsiasi punto lasciando poco margine di reazione.

Lo sviluppo di una soluzione integrata efficace richiede pertanto una profonda expertise in diverse aree: tecnologia radar, difesa elettronica e comunicazioni di comando e controllo. Il giusto mix di tutte queste capacità è fondamentale per offrire a ogni cliente lo "scudo" di cui ha bisogno, dal momento che non ci sono due spazi uguali da proteggere.

Sondaggio
Compreresti un drone?
Ne ho gi uno.
S, assolutamente!
Forse s, ma aspetto che scendano un po' i prezzi.
No, che cosa me ne farei?
No, non ho soldi da buttare per un apparecchio inutile.
No, non voglio contribuire a riempire il cielo di schifezze.

Mostra i risultati (2501 voti)
Leggi i commenti (19)

Il sistema ARMS - afferma Indra - è stato progettato su forti criteri di flessibilità e adattabilità, grazie a una gamma di sensori per il rilevamento, quali radar, telecamere a infrarossi e sensori a radiofrequenza che svolgono le attività di identificazione dei velivoli.

L'operatore supervisiona l'intera operazione dalla sua posizione di controllo, decidendo se gestire in prima persona o lasciare che il sistema reagisca automaticamente nei confronti dei "dispositivi di disturbo". Il sistema interropme la comunicazione tra il drone e il suo pilota collassando i sistemi di navigazione del dispositivo. In questo modo, il drone viene "accecato" impedendogli di completare la propria missione. Inoltre, il sistema può avvalersi delle tecniche di inganno o spoofing per distorcere i sistemi di auto-guida del dispositivo e indirizzarlo verso un luogo sicuro.

La soluzione utilizza i metodi di soft-killing più efficaci per proteggere gli ambienti civili e neutralizzare tutti i modelli di droni disponibili sul mercato. Può all'occorrenza anche essere adattata per incorporare elementi di hard-killing, che possano abbattere il drone, sebbene questi metodi siano più tipici nell'ambito militare, in cui è necessario affrontare droni tecnologicamente più avanzati e potenzialmente più pericolosi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

:shock: :shock: :shock: Sei proprio certo di ci che hai scritto? Non che i droni sono come uno stormo di uccelli che capita quando capita ma sono scientemente diretti da qualcuno o con intenti malevoli o per pura incoscienza, in ogni caso credo che ne sia giustificato l'abbattimento arbitrario ed indiscriminato. Leggi tutto
29-1-2019 19:04

Fammi capire bene "Non la presenza di droni ad aver causato disagi e danni, ma l'assenza di pensiero dei responsabili..." Cio, se mi diverto a prendere a fucilate le tue finestre, colpa della tua assenza di pensiero? Interessante...
29-1-2019 10:11

{logicus gamberonicus}
"La presenza di droni ha portato questo Natale alla chiusura di aeroporti come quello di Gatwick, causando disagi a migliaia di passeggeri e danni economici stimati in milioni di sterline". Non è la presenza di droni ad aver causato disagi e danni, ma l'assenza di pensiero dei responsabili dell'aeroporto e... Leggi tutto
28-1-2019 18:04

Francamente io li abbatterei tutti senza pormi troppi problemi. Se il drone era ostile giusto abbatterlo e se era, invece, solo pilotato da un deficiente la prossima volta ci sta pi attento per evitare di perderlo definitivamente.
24-1-2019 19:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa pensi dei siti che conoscono la tua ubicazione e che ti mostrano annunci pubblicitari in base ai siti Internet che visiti o alla cronologia delle tue ricerche?
Mi piace! molto comodo
Non mi piace molto questo meccanismo ma Internet funziona cos
Utilizzo opzioni specifiche del browser per salvaguardare la mia privacy e per evitare che i miei movimenti vengano controllati
Ho installato una speciale applicazione o un plug-in per evitare che i siti Internet ottengano la mia cronologia di navigazione e le mie ricerche
una questione che non mi ha mai interessato

Mostra i risultati (1826 voti)
Agosto 2019
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Windows 10, errori nel patch Tuesday di agosto
Il cavo USB per violare qualsiasi iPhone
Matteo Salvini condannato per violazione del diritto d'autore
Falla nelle fotocamere digitali, si rischia un'epidemia di malware
iPhone, cambiare la batteria diventa ancora più difficile
Datadrifter: motore di ricerca per bucket di Google Cloud trova dati privati a palate
Lo smartphone senza Android di Huawei arriverà entro la fine dell'anno
Facebook cambia nome a Instagram e WhatsApp
L'85% di tutti i Bitcoin è già stato generato
La carta di credito di Apple debutta in agosto
Luglio 2019
Windows 10, arriva il ripristino via Internet
Il condizionatore portatile di Sony da indossare sotto i vestiti
Tutti gli Arretrati


web metrics