Rosso Alice e la banda raddoppia. Gratis.

Tronchetti Provera annuncia le sua rivoluzione: Alice 256 Kbit/s trasformata in 640 Kbit/s senza pagare niente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-12-2003]

Tronchetti Provera ha preannunciato la rivoluzione di Alice: RossoAlice, un portale per gli abbonati all'Adsl Alice di Telecom Italia dove scaricare musica e video a pagamento. Telecom Italia vuole non perdere il treno della musica on line ma per questo bisogna essere più veloci, per questo tutte le Alice 256 Kbit/s, che sono la maggioranza, passeranno senza aumenti di costo a 640 Kbit/s, automaticamente, senza che il cliente debba chiedere nulla.

Non possiamo negare che questo rappresenti un netto miglioramento per i clienti Adsl: Telecom Italia investe per migliorare le connessioni, con connessioni più veloci i clienti acquisteranno brani musicali on line dal prezzo di 0,90-1 Euro ognuno e poi video più cari, insomma un investimento "virtuoso" per fronteggiare la concorrenza sempre più aggrressiva di Fastweb e della sua "vera" banda larga, che anche senza fibra viaggia su doppino di rame a 4 Mbit/s in tecnologia Adsl.

Bisogna sperare solo che dopo questo regalo, che dovrebbe arrivare ai clienti nei primi mesi del 2004, non arrivi una brutta sorpresa a fine 2004 con l'aumento generalizzato dei canoni Adsl.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

enrico
Sedotto e a...bbidonato...!!! Leggi tutto
8-3-2005 08:37

beny
ma dai ! Leggi tutto
17-4-2004 17:08

Benjamin
Ma quando avverrà tutto questo? Leggi tutto
22-1-2004 15:27

$WILSO$LEMON
Impossibile Leggi tutto
16-12-2003 23:59

macadam
gatta ci cova Leggi tutto
16-12-2003 23:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi i motori di ricerca soprattutto per approfondire quello che hai...
... letto sui social network
... sentito alla radio
... ricevuto sul cellulare (Sms/Mms)
... letto su giornali o riviste
... visto in Tv
... visto per strada
... passaparola

Mostra i risultati (1118 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 21 gennaio


web metrics