WinRAR, falla vecchia di 14 anni minaccia 500 milioni di utenti



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-02-2019]

winrar falla 14 anni

WinRAR è una delle utilità per la compressione e decompressione dei file più usati in ambiente Windows, forte di oltre 500 milioni di utenti.

Se siete tra questi, assicuratevi di possedere l'ultima versione: essa infatti risolve una falla che è stata presente nel software per ben 14 anni.

Se il bug ha potuto resistere così a lungo è perché esso si trova all'interno della libreria di terze parti UNACEV2.DLL, usata per gestire i file in formato ACE, che non viene aggiornata dal 2005.

Secondo i ricercatori di Check Point Software, che hanno scoperto la vulnerabilità, sfruttare il bug non è immediato ma è comunque tutt'altro che impossibile: si può, per esempio, approfittarne per estrarre un file eseguibile in una cartella che ne ordini l'esecuzione nel momento in cui si avvia il sistema.

Dato che il file causa di tutti i problemi non viene toccato dal 2005, che è un prodotto di terze parti e che WinRAR non dispone del suo codice sorgente, per turare la falla è stata presa una decisione drastica: «Per proteggere la sicurezza degli utenti di WinRAR abbiamo deciso di eliminare il supporto al formato di archivio ACE» hanno fatto sapere gli sviluppatori.

Sondaggio
Quali di questi dati ti spiacerebbe perdere di più?
Dati finanziari e di pagamento
Documenti relativi al lavoro
Email personali
Email di lavoro
Messaggi personali (SMS, Whatsapp ecc.)
Foto dei miei bambini
Foto dei viaggi
Foto private o particolari o sensibili di me stesso
Foto private o particolari o sensibili del mio partner
Altre foto (non sensibili)
Note e documenti personali
Password
Rubrica degli indirizzi o dei contatti telefonici
Scansioni di passaporti, patenti, assicurazioni e altri documenti personali

Mostra i risultati (1451 voti)
Leggi i commenti (30)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10, bug nella gestione dei file Zip fa perdere i dati agli utenti
In prova: WinZip 12.0 Pro
Eseguibili ridotti all'osso

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Mai usato WinRAR e Winzip solo decenni fa, con Win 98 mi pare. Solo 7zip, e problemi non ne ho mai avuti di nessun tipo. Gli utenti Windows fanno presto ad installare un utility per ogni minima cosa, quando ne basterebbe una sola, ma completa. Leggi tutto
23-2-2019 15:14

Sono d'accordo con voi sul fatto che per moda o per il solito "ah bello, lo installo anch'io" la maggiorparte si sovraccarica di fardelli di cui disconosce il motivo e utilità dell'installazione stessa, disponendo il SO di strumenti per gestire pacchetti zip. Inoltre la maggiorparte delle funzioni, come giustamente voi... Leggi tutto
23-2-2019 12:13

E' dai tempi di Windows XP, che windows supporta nativamente i file .zip. Per la maggior parte degli utenti basta e avanza. Ma le "mode" sono dure a morire e spesso si installano sw di terze parti che, ai piu' non servono. (anchio uso 7zip, ma solo per cose che non posso fare con win)
23-2-2019 09:36

Personalmente ho sempre trovato praticamente identici Winzip e Winrar (versioni a pagamento), ma per i documenti mi basta e avanza 7zip.
22-2-2019 19:43

Non uso P2P e non frequento zone grigie. Uso solo Free Software con licenza GPL e scarico solo contenuti con licenze Creative Commons il RAR per me potrebbe anche non esistere. Leggi tutto
22-2-2019 11:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Un sito Internet richiede che la password sia più complicata. Cosa fai per ricordarla?
La scrivo su un foglio di carta
Faccio di tutto per memorizzarla
La salvo sul browser e utilizzo il Completamento automatico
La salvo sullo smartphone
La salvo come nota sul computer
Impiego una utility specifica per l'immagazzinamento password

Mostra i risultati (2587 voti)
Maggio 2019
Falla in WhatsApp: basta una telefonata per ritrovarsi uno spyware sul telefono
Il primo processore completamente inviolabile
Il ransomware che ti regala l'antivirus (mentre cripta i file)
Windows 10 disporrà di un vero kernel Linux
Apple beccata a barare sulla durata delle batterie (ma non è la sola)
Ricaricate lo smartphone di notte? La batteria durerà meno
Programmatore autodidatta risolve puzzle del MIT con 15 anni d'anticipo
Aprile 2019
Windows 10, aumentano i requisiti minimi di sistema
Mark Zuckerberg: entro cinque anni avremo due Facebook
Windows, si allunga la lista di antivirus che bloccano il Pc
Aspen, il browser per navigare in sicurezza secondo Avast
Ex studente distrugge i computer della scuola con un USB killer
Galaxy Fold, lo schermo pieghevole si rompe quasi subito
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Tutti gli Arretrati


web metrics