iOS 13.1 rallenterà gli iPhone XS e precedenti



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-09-2019]

iphone ios 13 1 rallentamento

Verso la fine del 2017 Apple fu costretta ad ammettere ciò che tutti sospettavano: a mano a mano che le batterie degli iPhone degradano, iOS rallenta gli iPhone riducendone le prestazioni.

La motivazione addotta - evitare che l'usura della batteria abbia conseguenze più gravi del semplice rallentamento, come lo spegnimento improvviso del dispositivo - aveva una sua ragion d'essere, ma la scarsa chiarezza nello spiegare questo fenomeno costò a Apple l'irritazione degli utenti (anche se non la perdita della religiosa fiducia che essi hanno in lei).

La vicenda sembrava essersi ormai conclusa con la restituzione agli utenti della possibilità di disattivare il rallentamento artificiale, ma con il rilascio di iOS 13.1 le polemiche potrebbero rinascere. Questa volta, però, Apple non s'è fatta cogliere impreparata.

In una delle pagine di supporto pubblicate sul sito ufficiale l'azienda della mela ha infatti inserito una lunga spiegazione sul fenomeno che causa il degrado delle batterie, seguita da un'importante precisazione: a partire da iOS 13.1, le prestazioni torneranno dell'iPhone torneranno a essere ridotte se il sistema rileverà una batteria non più al massimo della forma.

In altre parole: Apple riprenderà a rallentare gli iPhone, ma questa volta ha spiegato in anticipo il motivo e le modalità, così che gli utenti non possano lamentarsi.

Sondaggio
Negli ultimi 12 mesi hai danneggiato accidentalmente un oggetto tecnologico portatile? (per esempio smartphone, fotocamera, notebook, tablet, ebook reader)
Sì, mi è caduto a terra.
Sì, mi è caduto in acqua (o ci ho versato dei liquidi).
Sì, ci ho lasciato giocare un bambino.
Sì, mi ci sono seduto sopra.
Sì, mentre lo lanciavo a un amico (o sulla scrivania).
No.

Mostra i risultati (2154 voti)
Leggi i commenti (12)

La funzionalità che causa il rallentamento sarà «sempre attiva» e «automatica» e, stando alla pagina di supporto, riguarderà tutti i modelli di iPhone fino all'iPhone X (in tutte le sue varianti).

Il recente iPhone 11 non è esplicitamente indicato. Ciò può essere dovuto al fatto che quel modello adotta uno speciale sistema di gestione della batteria, che d'altra parte potrebbe comunque includere una funzione per il rallentamento artificiale delle prestazioni in certe condizioni.

Gli utenti di iOS 13.1 potranno fare ben poco, a parte accettare la novità: l'unica soluzione per riportare il loro dispositivo al massimo delle prestazioni sarà la sostituzione della batteria "esausta" con una nuova, avendo però cura di adottare un ricambio originale. Come ormai sappiamo, infatti, usare un rimpiazzo di terze parti causerà l'apparizione di un messaggio d'errore.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
iPhone, cambiare la batteria diventa ancora più difficile
L'Antitrust italiana multa Samsung e Apple per 15 milioni di dollari
iPhone, arriva l'opzione che disattiva il rallentamento delle vecchie batterie
iPhone, gli utenti potranno disattivare il rallentamento della batteria vecchia
Tutta colpa della batteria. ''Ci prendiamo cura di voi utenti''
Apple, iniziano le cause per gli iPhone rallentati
Apple ammette: ''Rallentiamo i vecchi iPhone di proposito''

Commenti all'articolo (2)

Basterebbe che smettessero di comprarglieli invece e smetterebbero di imporre ai propri clienti qualsiasi cosa faccia loro comodo o sia, a loro giudizio, giusta (IMHO).
27-9-2019 19:11

Basterebbe permetere una semplice sostituzione della batteria senza tante pippe mentali. Inizio a pensare che gli adoratori della mela siano masochisti che godono ad ogni sopruso subito.
24-9-2019 08:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2455 voti)
Novembre 2019
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics