Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo

Non servono utilità particolari: Windows già mette a disposizione tutto ciò che serve per recuperare il codice di attivazione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-12-2019]

windows 10 trovare product key

Quando si installa Windows per la prima volta, per far sì che la copia usata sia riconosciuta come originale è necessario inserire un codice, noto come Product Key.

Si tratta di un codice alfanumerico di 25 cifre che, da quel momento in avanti, chi usa Windows 10 nella maggior parte dei casi non dovrà più inserire: grazie alla politica che Microsoft chiama Digital License, infatti, nel caso di un'eventuale reinstallazione di Windows 10 la verifica dell'attivazione del sistema su quel PC verrà fatta tramite le informazioni salvate nell'account Microsoft.

Inoltre, nella maggior parte dei computer moderni il Product Key è salvato all'interno del firmware UEFI o BIOS.

Ci possono tuttavia essere dei casi in cui il Product Key serve ancora. Per esempio, può capitare di voler installare una versione di Windows diversa da quella per cui è valido il codice presente nel firmware senza appoggiarsi a un account Microsoft: in casi come questo, il codice sarà necessario non solo la prima volta, ma anche a ogni reinstallazione.

Se nel tempo il Product Key è stato conservato, non ci sono problemi. Ma se per qualche motivo è andato perso serve un modo per recuperarlo. Ciò può capitare per esempio perché l'adesivo su cui era scritto non è più leggibile, oppure perché è stata acquistata una licenza ESD ed ora non si trova più il messaggio email che la conteneva.

La buona notizia è che, qualunque sia la necessità che spinge a cercare il Product Key, è possibile recuperare il codice da Windows stesso, usando uno dei tre diversi metodi che proponiamo di seguito e che funzionano con Windows 7, 8, 8.1 e 10.

1. Usando il Prompt dei Comandi

Il primo metodo è forse il più semplice. Bisogna innanzitutto aprire un Prompt dei Comandi dal menu Start: per farlo, basta iniziare a digitare il nome dopo aver aperto il menu stesso e Windows proporrà l'app adatta.

Quindi bisogna digitare il comando

wmic path softwarelicensingservice get OA3xOriginalProductKey
product key 01

e premere Invio.

Windows restituirà la stringa OA3xOriginalProductKey e, sotto di essa, il codice.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
PowerShell e script di sistema

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 21)

Lo script è errato. Vedere i post precedenti. Un piccolo sforzo prima di postare.
1-2-2020 08:19

{banjo5}
Provato con Windows 7 Powershell non funziona; Funziona usando il VBScript.
20-1-2020 07:23

No è errato. Leggi i commenti precedenti, usa il software Product Key, è più affidabile.
21-12-2019 08:36

Anche a me succede così. Win7. Leggi tutto
20-12-2019 20:59

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1947 voti)
Febbraio 2020
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Tutti gli Arretrati


web metrics