La NSA scopre una falla critica in Windows 10

Abbandonate Windows 7 e sarete al sicuro, diceva Microsoft.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-01-2020]

nsa bug windows 10

Proprio il giorno in cui il supporto a Windows 7 cessa definitivamente e Jared Spataro, vicepresidente di Microsoft, gongola online su quanto Windows 10 non sia mai stato tanto buono, la NSA (Agenzia per la Sicurezza Nazionale USA) rivela una falla critica in Windows 10 ma che in Windows 7 non c'è.

Il bug colpisce infatti solo Windows 10 e Windows Server 2016, e si trova per la precisione nel componente crypt32.dll, una libreria il cui compito è gestire «i certificati e le funzioni crittografiche di messaging all'interno di CryptoAPI». Insomma, è un componente chiave della crittografia, e dunque della sicurezza, di Windows.

I dettagli sulla vulnerabilità non sono, per ovvi motivi, molti, ma se la NSA arriva al punto di definirla «un rischio significativo per le aziende e i sistemi che adoperano PKI (Public Key Infrastructure) per la sicurezza» la situazione è seria.

Forse molti utenti non avranno familiarità con l'acronimo PKI, ma sapranno che l'infrastruttura a cui si riferisce, quella a chiave pubblica, è usatissima in Internet per verificare l'identità degli utenti dei vari servizi. Se viene vanificata, si vanifica anche buona parte della sicurezza dei sistemi cui facciamo affidamento quotidianamente.

Non a caso sempre la NSA sottolinea che «la vulnerabilità potrà non sembrare degna di nota, ma è un problema critico. I meccanismi di fiducia sono le fondamenta su cui opera Internet, e [il bug] consente a chi è in grado di sfruttare la minaccia di sovvertire tali fondamenta».

Fortunatamente, la NSA è composta da spioni ma non da incoscienti: prima di rivelare al mondo l'esistenza della falla ne ha parlato con Microsoft, che ha rilasciato la correzione necessaria nell'ultimo Patch Tuesday, quello di martedì 14 gennaio.

L'Agenzia americana sottolinea che «la patch è l'unico metodo che annulla completamente il rischio» e pertanto ogni sistema con Windows 10 o Windows Server 2016 deve essere aggiornato immediatamente. È infatti probabile che presto appaiano dei malware capaci di sfruttare il bug, causando danni molto seri.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La NSA: fate come dice Microsoft e installate la patch per EternalBlue
NSA, lo spionaggio istituzionalizzato non conviene più
Wannacry una settimana dopo: il punto della situazione
La NSA spia tutte le telefonate dall'aereo
NSA spiava anche tramite malware negli app store

Commenti all'articolo (3)

Eh sì, W10 è il Windows più sicuro di sempre, se confrontato solo con quelli che usciranno in futuro...
8-3-2020 14:49

{utente anonimo}
[video]https://youtu.be/OPcod8IS214[/video]
17-1-2020 12:06

{umby}
L'NSA avrà soperto che il loro giochetto inventato da poco su w10 è stato furtato da qualcuno di non loro gradimento.
15-1-2020 23:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quasi la metà delle famiglie italiane (nel 2012 erano il 45,5% secondo Confindustria Digitale) non possiede ancora un collegamento a Internet. Qual è secondo te il principale motivo?
La connessione a banda larga non è disponibile.
Motivi di privacy e sicurezza.
Mancanza di skill e capacità d'uso.
Alto costo del collegamento.
Alto costo degli strumenti.
Internet non è utile.
Accedono a Internet da altro luogo.

Mostra i risultati (3595 voti)
Aprile 2021
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Personal killer robot
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 14 aprile


web metrics