Condannato a restare con Telecom Italia

Un lettore ci parla del suo caso: quando diventa impossibile cambiare gestore per l'Adsl.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-01-2004]

Ci sono casi incomprensibili, certamente irregolari sotto il profilo delle norme che dovrebbero regolare la materia, in cui un cliente, nonostante ogni sforzo, non riesce a cambiare gestore della propria Adsl, adottando quello che ritiene migliore o più conveniente.

E' il caso dellettore Enrico che ci scrive da Chiavari:

Avevo Tele2 per le telefonate e Alice per Internet. Una certa Attilia mi telefona prima la seconda settimana di dicembre 2003 proponendomi un nuovo servizio Telecom.

Il giorno 16 dicembre, previo appuntamento (non onorato e poi spostato al giorno successivo) si presenta una sua collega che mi propone soluzioni vantaggiose "in prova" rinunciando alla preselezione automatica di Tele2. Firmo con la garanzia che potrò rinunciare in qualsiasi momento e che non avrò grane con Tele2. Mi propone anche Alice Flat a 54 euro, ma qui rispondo che voglio prima controllare che condizioni ma fa Tele2.

Il giorno 17 dicembre chiedo la disdetta di Alice (contratto scaduto da due mesi) e contestualmente chiedo l'attivazione della linea Adsl ad alta velocità con Tele2 a 39 euro. In tre successive telefonate a Telecom, nello stesso giorno, ricevo tre risposte nell'ordine: la sua linea è stata disattivata, è stata disattivata la parte commerciale della sua linea, è stata disattivata anche la parte tecnica della sua linea Adsl.

Da questo momento la mia linea Adsl (un cavo a parte della linea telefonica) mi permette di collegarmi ad Internet a 320 kbs per una decina di secondi poi si interompe. Nel periodo dal 17 dicembre 2003 al 2 gennaio 2004 non posso usare neanche il telefono per un guasto, pare, sulla linea esterna e che mi assicurano di riparare nelle 48 ore successive poi triplicate con comunicazioni varie del tipo; non c'era nessuna segnalazione... stiamo provvedendo ecc.

Ora abbrevio.
1) Il giorno 5 gennaio riesco a contattare Tele2 (non facile) alle 8:30 e mi viene risposto che manderanno un tecnico per controllare la mia linea Adsl.

2) Il giorno 6 gennaio sposto il PC in altra abitazione e verifico che la linea adsl funziona benissimo coi miei codici

3) Il giorno 9 gennaio Tele2 mi trasmette il contratto in cui si dice tra l'altro "..il tuo accesso Internet senza limiti di tempo e ad alta velocità è nelle tue mani..."

4) Il giorno 14 gennaio riesco nuovamente a contattare Tele2 alle 7:20 e mi assicurano che faranno un intervento nelle successive 24 ore

5) Il giorno 15 gennaio di nuovo alle 7:20 contatto Tele2 e all'impiegato che mi chiede se penso che Telecom faccia ostruzionismo rispondo che spero e penso di no. Lo stesso giorno, alle ore 14:30 Telecom mi chiama al telefono per offrirmi una nuova Alice Flat a 39 euro. Di fronte alle mie proteste sul mancato funzionamento della linea la stessa impiegata mi spiega che "era tutto bloccato" e che avrebbe sollecitato la dismissione della linea.

6) Il giorno 16 gennaio alle ore 7:30 altro contatto con Tele2 che non riesce a spiegarmi perché la mia linea ADSL continua a non funzionare perché a loro risulta tutto in ordine (?!). Lo stesso giorno alle ore 13:45 un impiegato Telecom mi telefona per offrirmi nuovamente Alice flat a 39 euro; mi fa notare che esiste una mia domanda di dismissione dell'Adsl del 17 dicembre, ma che in realtà non risulta dismessa: devo fare domanda e dovrò attendere una settimana. Quando chiedo a questo impiegato di dirmi come si chiama, questo "signore" stacca la comunicazione.

7) Ancora il giorno 16 gennaio chiamo Telecom alle ore 13:50 circa e parlo con "Teresa da Roma" che mi comunica che su una mia scheda è segnalato un guasto alla mia linea Adsl il 10 gennaio invece di una normale richiesta di dismissione, motivo forse del disguido, suggerisce; guardando meglio la mia scheda conferma che la mia richiesta di dismissione risale al 17 dicembre 2003. Molto gentile, Teresa mi dice che solleciterà l'intervento sulla mia ADSL per renderla operativa. Mi comunica numero di fax 803308570 cui rivolgermi. Fax ne ho spediti tre, tutti a pagamento così come a pagamento sono state tutte le numerose e lunghissime telefonate dirette a Tele2 per risolvere il problema.

Oggi è il 19 gennaio 2004, la mia linea continua a non funzionare (salvo i 10 secondi suddetti) e non so se potrò usare ancora il telefono visto che ho chiesto a Telecom di rimettere la preselezione automatica con Tele2. Enzo Baraldi - Chiavari

Cosa dire su un caso del genere? E' un caso di tenace ostruzionismo da parte di Telecom Italia al tentativo legittimo del cliente di cambiare gestore? Sembra di sì ma potrebbe essere anche la somma di disorganizzazione e scarso coordinamento all'interno della struttura commerciale di Telecom Italia che piazza l'Adsl: su uno stesso cliente sono intervenuti più operatori incaricati della vendita, alcuni dipendenti da Telecom Italia, altri in appalto su incarico di Telecom Italia e questi non hanno un buon dialogo con la parte tecnica di Telecom Italia. Comunque intenzionale o frutto di disguidi per il cliente il risultato non cambia.

Tele2 non può continuare ad offrire un'Adsl più vantaggiosa sul piano del prezzo ma poi costringere il cliente a chiamare, in caso di assistenza tecnica, un numero a pagamento. Il vantaggio del prezzo più basso viene poi eroso da spese telefoniche e non è il massimo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 32)

{SERENA}
ANCHE EUTELIA Leggi tutto
9-3-2006 22:56

racconto kafkiano Leggi tutto
3-6-2004 02:17

Maurizio
Alice E telecom Leggi tutto
15-2-2004 13:51

olga
anche wind infostrada Leggi tutto
9-2-2004 10:45

Daniela
Come la capisco! Leggi tutto
9-2-2004 10:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1283 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics