Windows 10 esegue anche le app dello smartphone

Tramite ''Il tuo telefono'' diventa possibile lanciare le applicazioni mobili.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-08-2020]

link to windows

Va diventando sempre più confusa la linea di demarcazione tra il mondo delle app per smartphone e quello delle app per Pc, e il passo più recente verso la convergenza di questi due mondi si deve agli sforzi congiunti di Microsoft e Samsung.

Il recente annuncio del Galaxy Note 20 da parte della seconda ha spinto la prima a illustrare una nuova funzione integrata in Il tuo telefono, l'app che Windows 10 mette a disposizione per gestire gli smartphone Android.

Sfruttando la funzionalità Link to Windows, presente sul Galaxy Note 20 e presto su altri modelli di Samsung, diventa possibile eseguire le app dello smartphone direttamente da un Pc con Windows 10, senza dover utilizzare software dedicati di terze parti.

Ogni app si apre in una finestra separata, proprio come se si trattasse di un programma nativo per Windows: come tale infatti viene trattata, garantendole le possibilità di essere appuntata alla barra delle applicazioni o al menu Start e di apparire tre ai programmi aperti premendo Alt + Tab.

Per ora è possibile adoperare unicamente un'app alla volta; nel corso dei prossimi mesi sarà possibile avviare più app per smartphone contemporaneamente.

Il fatto che questa opzione sia frutto della collaborazione tra Microsoft e Samsung comporta che i primi dispositivi a poterne approfittare, oltre al Galaxy Note 20, siano quelli dell'azienda coreana.

La pagina del sito di Microsoft che contiene l'elenco dei modelli che saranno supportati per primi parla infatti genericamente di «telefoni Android» ma in essa vi sono soltanto telefoni a marchio Samsung.

Non basterà però avere uno degli smartphone indicati: nei primi tempi sarà necessario anche essere iscritti al programma Windows Insider; la disponibilità per il grande pubblico, insomma, si farà attendere ancora un po'.

È decisamente improbabile, però, che l'esecuzione delle app da Pc rimanga una prerogativa di un solo produttore: il futuro vedrà quindi certamente quella lista allungarsi.

Nell'attesa, una soluzione alternativa praticabile (che tuttavia non lancia le app in una finestra a sé, ma ripropone lo schermo dello smartphone) può essere Mirroid, di cui abbiamo parlato non molto tempo fa.

link to windows 01a
link to windows 02a

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mirroid, l'app per controllare lo smartphone dal Pc

Commenti all'articolo (1)

{shi}
La tecnica progredisce costantemente e l'interperabilità fra standard e tecnologie varie anche. Questa è una cosa ottima, anche se bisognerebbe valutare bene l'impatto che ha sull'intelligenza e la memoria delle persone la delega sempre più ampia alle varie piatatforme di operazioni da svolgere, prima... Leggi tutto
8-8-2020 12:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (399 voti)
Settembre 2020
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Tutti gli Arretrati


web metrics