Amazon, proteste e scioperi in 15 Paesi in occasione del Black Friday

I dipendenti accusano il gigante di aver approfittato della pandemia per arricchirsi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-11-2020]

amazon scioperi black friday

Come ogni anno da qualche tempo in qua, il Black Friday è un momento d'oro per Amazon, che già ha visto i suoi affari aumentare in maniera notevole durante la quarantena primaverile.

Meno entusiasti del superlavoro che li attende sono i dipendenti di Amazon che si occupano della gestione dei magazzini. A fronte di un aumento del lavoro - accusano - il gigante dell'e-commerce non fa niente per prevenire gli infortuni che in questo periodo crescono di numero di pari passo con le vendite né per alleggerire le condizioni di lavoro che certi denunciano addirittura come «schiavistiche».

Per questo motivo sono state organizzate proteste in diverse nazioni proprio per venerdì 27 novembre: Italia, Francia, Belgio, Spagna, Regno Unito, Polonia, Germania, Lussemburgo, India, Bangladesh, Filippine, Australia, Brasile, Messico e Stati Uniti vedranno azioni dimostrative e scioperi messi in atto dai lavoratori di Amazon.

In Germania, per esempio, è previsto uno sciopero da parte di 3.000 dipendenti in sei sedi Amazon ma agitazioni sono previste in diversi Paesi al grido di Make Amazon Pay, che è anche un hashtag su Twitter.

«Durante la pandemia da Covid-19, Amazon è diventata una corporation da un bilione di dollari, e Bezos è diventato la prima persona nella storia ad accumulare una fortuna personale di 200 miliardi» si legge nel comunicato inviato da 39 associazioni ad Amazon in occasione delle proteste. «Allo stesso tempo, i magazzinieri di Amazon rischiano le loro vite compiendo un lavoro indispensabile, e hanno ricevuto in cambio soltanto un piccolo aumento di paga».

L'aumento in questione è in realtà per lo più un bonus che Amazon ha deciso di riconoscere in questo periodo e varia di nazione in nazione: negli Stati Uniti, per esempio, l'azienda riconoscerà 300 dollari a ogni dipendente a tempo pieno, e 150 dollari a ogni dipendente part-time.

Nel mirino di quanti sostengono le proteste c'è anche la questione riguardante le tasse pagate da Amazon nei vari Paesi: non da oggi il gigante viene accusato di usare ogni mezzo possibile per evitare di pagare tutto quanto sarebbe dovuto.

Amazon, dal canto proprio, non ha intenzione di restare a guardare mentre viene dipinta come un mostro e per bocca di un portavoce ha fatto sapere che tutto quanto dichiarato non è altro che frutto di «Affermazioni fuorvianti diffuse da gruppi male informati o che hanno degli interessi propri da portare avanti e stanno usando il profilo di Amazon per conseguire i propri obiettivi individuali».

«Amazon» - continua il portavoce - «ha una storia lunga e solida di supporto ai suoi dipendenti, ai suoi clienti, e alle sue comunità, oltre a offrire condizioni di lavoro sicure e un salario minimo di 15 dollari l'ora cui si aggiungono vantaggi notevoli, porsi al primo posto nella lotta al cambiamento climatico avendo aderito Climate Pledge per arrivare ad annullare le emissioni di biossido di carbonio entro il 2040, e pagare oltre 5 miliardi di dollari di tasse in tutto il mondo».

A tutto ciò risponde almeno in parte Alex Cobham, Ceo di Tax Justice Networ, spiegando che Amazon è presa particolarmente di mira non perché certe cose in altri luoghi di lavoro non accadano, ma perché «è l'esempio estremo. È l'esempio estremo del potere di un monopolio e in varie questioni legate alle minacce ai diritti dei lavoratori».

«Inoltre» - continua Cobham - «Amazon ha avuto un anno eccezionalmente buono. Se c'è qualcuno che può dire di aver passato una bella pandemia, quello è Amazon. Mentre tutti gli altri sono stati maledetti dalla Covid, Amazon s'è comportata bene, ma non per merito proprio. Ha ottenuto buoni risultati a causa degli interventi statali a protezione della salute locale. Le piccole attività hanno dovuto chiudere». Amazon, di contro, ha prosperato.

Qualunque sia la verità, è innegabile come ogni anno le proteste in occasione del Black Friday diventino sempre più vaste e che le condizioni idilliache di lavoro che Amazon ritiene siano presenti nei propri magazzini (sebbene chiaramente ogni Paese e ogni magazzino faccia storia a sé) siano state spesso smentite dalle testimonianze degli ex dipendenti e pure dalle indagini di qualche giornalista.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Mi sembrerebbe piuttosto improbabile che Amazon - e altri come Amazon - riuscissero a vendere a i prezzi che riescono a proporre, in particolar modo con certe offerte che fanno, generando gli utili che riescono a generare, senza tirare nel collo di fornitori e senza sfruttare in modo pesante i dipendenti. Del resto questo è il futuro... Leggi tutto
27-12-2020 14:20

{bee}
"I dipendenti accusano il gigante di aver approfittato della pandemia per arricchirsi." Ma sul serio?! Chi se lo sarebbe aspettato!! La mia vicina di casa lavora in Amazon, fa nove ore di lavoro al giorno per 6 giorni. Se prendesse 15 euro all'ora (visto che alle multinazionali piace vendere alla stessa cifra in euro e in... Leggi tutto
27-11-2020 09:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi dispositivi degni di un film di fantascienza ma già esistenti vorresti avere?
Erascan: un cancellino per lavagne bianche in grado di effettuare una scansione con OCR di tutto ciò che cancella.
Tamaggo Ibi: una videocamera con lente circolare in grado di scattare foto a 360 gradi.
No More Woof: legge le onde cerebrali dei cani e traduce i pensieri in linguaggio umano.
Il drone per le consegne Amazon Prime Air: consegnerà i pacchi volando, rendendo obsoleti i corrieri.
WAT: la lampada alimentata ad acqua.
Transparent TV: grazie alla tecnologia TOLED (LED Organici Trasparenti) è dotato di uno schermo praticamente invisibile.
Electrolux Wirio, la cucina trasportabile composta da quattro diversi elementi, per cucinare e tenere in caldo i cibi.
Touch Hear, per toccare con un dito una parola stampata e ascoltare la pronuncia e il significato.
Immersed Senses, una maschera per sub che estrae ossigeno dall'acqua ed è dotata di schermo per mostrare informazioni utili.
La maniglia che si sterilizza da sola grazie a una lampada integrata a raggi ultravioletti.
Heart Rate Monitor Earphone, gli auricolari che rilevano il battito cardiaco e il consumo di ossigeno.
Voyce, il collare per cani che misura il battito cardiaco e il ritrmo respiratorio, conta le calorie e indica se l'animale non fa abbastanza esercizio.
Makerbot Z18, una stampante 3D che funge da replicatore per oggetti voluminosi.

Mostra i risultati (1758 voti)
Giugno 2022
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 giugno


web metrics