Alexa traduce in tempo reale grazie a Live Translation



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-12-2020]

alexa live translation

Il traduttore universale di Star Trek è sempre più vicino, e a dimostrarlo ora è Alexa, l'assistente vocale di Amazon.

Il gigante dell'e-commerce ha infatti annunciato una nuova funzionalità dedicata ai dispositivi Echo: si chiama Live Translation e, in sostanza, trasforma Alexa in un interprete.

«Un utente può chiedere ad Alexa di iniziare una sessione di traduzione tra due lingue. Una volta che la sessione è cominciata, gli utenti possono pronunciare periodi e frasi in una delle due lingue. Alexa identificherà automaticamente quale sia il linguaggio parlato e tradurrà ogni versante della conversazione» spiega Amazon.

Nel post che annuncia la novità si può vedere una conversazione tra un parlante spagnolo e un parlante inglese che avviene tramite un Echo Show: sul dispositivo appaiono la frase pronunciata e, sotto di essa, la traduzione.

Chiaramente, nei dispositivi Echo senza schermo è Alexa a pronunciare i messaggi tradotti di ciascuno degli interlocutori.

Allo stato attuale, il supporti di Live Translation alle lingue è limitato: comprende infatti sei "coppia di lingue", ossia inglese e spagnolo, francese, tedesco, italiano, portoghese brasiliano e hindi, ma è disponibile soltanto su quei dispositivi Echo impostati sulla lingua inglese (nella variante americana).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'erogatore di sapone che ti dice per quanto tempo lavarti le mani
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
Il traduttore universale in tempo reale
Il traduttore universale di Microsoft arriva su Android e iOS
Skype Translator traduce l'italiano in tempo reale

Commenti all'articolo (4)

Un altro tassello per tracciare ancora meglio tutti gli utenti e le loro abitudini e ricavarne profili sempre più precisi e completi. Credo che riuscirò ad evitare anche questa "splendida" novità.
31-12-2020 11:15

Chi vuole *conoscere* ed *imparare* a parlare, pensare, esprimersi e capire un idioma differente dal suo. Finché non arrivano agli accrocchi neuronali gli insegnanti di lingue potranno fare tranquillamente il loro lavoro :wink: Leggi tutto
28-12-2020 11:37

L'app di Google per la traduzione lo fa da diversi anni.
18-12-2020 09:42

{utente anonimo}
Dio, l'idea di fondo che poi tutto quello che dici e traduci possa tecnicamente essere ascoltato da amazon o da chiunque altro offrirà questo servizio potrebbe non piacere (e a me non piace), ma mi sa tanto che gli insegnanti di lingue dovranno cercare una "cattedra" di educazione fisica, oppure ingrosseranno le... Leggi tutto
17-12-2020 09:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3518 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 ottobre


web metrics