Microsoft pronta ad abbandonare Intel, come Apple

Le Cpu Arm sviluppate in proprio equipaggeranno i Surface e i server dei datacenter.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-12-2020]

microsoft intel arm apple surface datacenter

Sembra che la decisione di Apple di abbandonare Intel in favore di chip prodotti in proprio abbia generato nella concorrenza il desiderio di fare altrettanto.

Stando a quanto riporta Bloomberg, Microsoft sarebbe infatti al lavoro per arrivare a progettare in proprio i chip destinati a essere utilizzati sui dispositivi Surface.

Ora è sicuramente vero che una decisione del genere non si improvvisa, e probabilmente è stata presa già prima che Apple annunciasse la propria intenzione.

Inoltre, la situazione di Microsoft non è immediatamente sovrapponibile a quella di Apple: questa vive di un ecosistema chiuso di cui vuole controllare ogni singolo aspetto, quella offre i propri prodotti software a pressoché chiunque e, in più, ha una linea di dispositivi con il proprio marchio.

D'altra parte, se è vero che gli Apple M1 consentono di raggiungere con Windows prestazioni migliori di quanto facciano i SoC di Qualcomm, si capisce come mai Microsoft possa essere interessata ad avere dell'hardware sul quale il proprio sistema operativo brilli.

Allo stato attuale, i prodotti Surface hanno un cuore Intel; anche l'imminente Surface Pro 8 è basato su una Cpu Intel di undicesima generazione, con Gpu Xe.

Passare a un cuore Arm efficiente potrebbe portare ad avere una potenza di calcolo almeno equivalente a quella delle Cpu Intel e, allo stesso tempo, una maggiore autonomia.

Non sarebbe inoltre una mossa del tutto inedita: versioni di Windows compilate per l'architettura Arm già esistono, e pertanto si tratterebbe di continuare su una strada già tracciata, non di inaugurarne una completamente nuova.

Inoltre, come Bloomberg stessa spiega, la creazione di chip made in Microsoft potrebbe addirittura non riguardare soltanto i Surface o, addirittura, non in prima battuta.

Sembrerebbe infatti che Microsoft stia cercando un'alternativa potente ed efficiente ai processori Intel Xeon per i propri datacenter: lo affermano delle fonti interne che preferiscono rimanere anonime.

Il vero terreno di scontro non sarebbe quindi quello dei prodotti consumer ma quello della fornitura di servizi per il cloud computing, in diretta competizione con colossi come Amazon che già si stanno muovendo in questa stessa direzione.

Quanto alle tempistiche, al momento non si possono fare previsioni: non essendoci ancora annunci ufficiali, è troppo presto per sapere a che punto del lavoro Microsoft si trovi attualmente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Intel: la scarsità di chip continuerà almeno fino al 2023
MacOS parla e dice qualunque cosa
Windows 10? Funziona meglio sui nuovi Mac che sui Surface

Commenti all'articolo (3)

Nomen omen ...
7-1-2021 16:53

Certi del successo che otterranno, si rumoreggia che abbiano scelto come nome per i nuovi prodotti Surface Lumia
7-1-2021 16:48

L'impero Intel vacilla? Se perde anche M$ potrebbe trovarsi in guai importanti ma... sarÓ vero?
3-1-2021 10:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i prodotti che acquisti di pi¨ online?
Abbigliamento
Idee regalo
Libri/riviste
Hardware/software
Biglietti/eventi
Elettronica
Viaggi/turismo
Musica/video
Elettrodomestici
Telefonia/accessori

Mostra i risultati (2151 voti)
Ottobre 2021
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 ottobre


web metrics