Usi una copia pirata di Windows? Forse ti sta già rubando dati e criptovalute

Versioni modificate di KMSpico stanno sottraendo agli utenti dati personali, criptovalute e anche l'accesso ai conti bancari online.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-12-2021]

windows kmspico malware

Che in circolazione nel mondo ci sia un elevato numero di copie pirata di Windows non dovrebbe essere un mistero per nessuno, nonostante le licenze di Windows 7 comprate tanti anni fa siano tuttora legalmente utilizzabili per installare Windows 10 e che le licenze elettroniche (ESD) si trovino a prezzi praticamente stracciati.

Per tutti coloro che preferiscono darsi alla pirateria informatica, le possibilità di attivare Windows in maniera illecita non mancano: il web pullula di strumenti che promettono di farlo tramite programmi denominati KMS (Key Management System), il più famoso dei quali è KMSpico.

In generale, l'utilizzo di KMSpico non presenta effetti collaterali tecnici (mentre invece il problema dal punto di vista legale dovrebbe essere evidente a tutti) se si ha cura di scaricare il software da un sito affidabile, per quanto definire "affidabile" un sito che consente di scaricare un programma scritto per evitare di pagare il dovuto possa apparire un controsenso.

Se invece si ottiene KMSpico da un sito sospetto - o, almeno, più sospetto della media dei siti che offrono questi servizi - ecco che si rischia di incappare in qualche guaio: Windows magari viene anche attivato, ma gli effetti collaterali non sono trascurabili.

In particolare, un team canadese di esperti di sicurezza ha scoperto che sta circolando una variante di KMSpico che è stata modificata in modo da contenere il malware Cryptbot.

Scopo di Cryptbot è sottrarre le credenziali salvate nel browser, e ogni altra informazione sensibile su cui riesca a mettere le mani; inoltre, tenta di accedere a vari portafogli per criptovalute - come Ledger Live, Atomic, Electrum, Exodus, Coinomi - e, per completare l'opera, si occupa di scaricare e installare un ulteriore malware specializzato nell'accedere ai conti bancari online, come il trojan Danabot.

A complicare il quadro c'è la capacità di Cryptbot di evitare l'identificazione da parte dei vari software antivirus e antimalware con una certa abilità: chi usa un KMSpico compromesso, insomma, rischia di non accorgersi dei danni che sta subendo fino a che non è già troppo tardi.

Secondo Tony Lambert, uno degli esperti che ha scoperto la minaccia, KMSpico è usato non tanto dagli utenti domestici quanto nelle piccole aziende, che cercano di risparmiare illecitamente sui costi delle licenze; così facendo, però, introducono dei rischi nella loro infrastruttura informatica.

Se si considera che, come già ricordavamo all'inizio, le possibilità di ottenere licenze regolari di Windows a prezzi accessibili esistono, non vale proprio la pena di rivolgersi a programmi che possono contenere sgradite sorprese.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il sistema operativo di Apple Lisa diventa open source
Promemoria: i vostri libri digitali non sono vostri

Commenti all'articolo (3)

In effetti la stupidita umana e totalmente senza limiti... :roll:
26-12-2021 14:50

ne conosco tantissimi anch'io, una variante sul tema di quelli che si impasticcano e poi han timore di vaccinarsi
13-12-2021 15:42

Conosco un sacco di gente che cracka di tutto, è un'abitudine, poi si fidano. Spesso sono gli stessi che hanno paura di telemetria, e no di questo. Leggi tutto
12-12-2021 14:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (779 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 15 agosto


web metrics