Windows 11, inizia la seconda fase degli update

Esplora File guadagna il supporto alle schede, la barra delle applicazioni un menu per le icone in eccesso, e altro ancora.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-10-2022]

windows 11 aggiornamenti schede esplora file

Nonostante la prima fase dell'aggiornamento di Windows 11 - la distribuzione del 2022 Update - abbia portato con sé una buona dose di malfunzionamenti, con l'arrivo del 5 di ottobre Microsoft ha dato il via alla seconda fase.

Da questo momento e gradualmente gli utenti iscritti a Windows Insider stanno ricevendo una nuova serie di aggiornamenti, ossia quelli destinati a introdurre nuove e annunciate funzionalità nel sistema operativo. Poi toccherà agli utenti "normali".

La prima di queste funzionalità, come spiega l'annuncio pubblicato sul blog ufficiale, è l'atteso supporto alle schede da parte di Esplora File; il loro funzionamento è del tutto analogo a quello delle schede che già siamo abituati a usare nei browser, con qualche limitazione: per ora, ad esempio, non è possibile "staccare" una scheda per spostarla in una nuova finestra.

Oltre alle schede, il nuovo Esplora File guadagna la possibilità di indicare i file più importanti, in modo che appaiano sempre nella pagina iniziale del programma e siano così di più facile accesso; inoltre gli sviluppatori hanno aggiunto suggerimenti personalizzati basati sull'utilizzo dei programmi della suite Microsoft 365 e, infine, le operazioni dei colleghi sui file condivisi tramite OneDrive ora sono visibili direttamente in Esplora File.

Un'altra modifica riguarda la barra delle applicazioni, che guadagna un menu - indicato da tre puntini disposti in orizzontale - in cui vengono posizionate le icone che eccedono lo spazio disponibile.

Ci sono novità anche per le opzioni di condivisione, che ora supportano un maggior numero di dispositivi con i quali attivare una condivisione, e infine c'è una caratteristica per ora limitata a Stati Uniti Canada e Messico: si chiama Suggested Actions (Azioni suggerite) e presenta alcune operazioni che è possibile compiere con i dati che vengono copiati.

Per esempio, se si copia un numero di telefono, Suggested Actions propone di effettuare una chiamata con Skype; se invece si copia una data, la funzionalità suggerisce di aggiungere un evento nel calendario.

barra applicazioni overflow
Il menu che mostra le icone "in eccesso"

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Completamente d'accordo! Leggi tutto
26-10-2022 18:51

Non ho mai sopportato i sw che pensano di sapere quello che un utente vuole fare ma che spesso vuole fare tutt'altro... A partire dall'autorun dei CD/USB (che da parte mia ho sempre disattivato, a partire da Windows 95), ai vari correttori automatici che spesso scrivono cose senza senso... Riguardo le tab in esplora file potrebbero... Leggi tutto
26-10-2022 07:37

Subdoli e striscianti alla meta...
14-10-2022 18:38

Non chiedere all'oste se il vino è buono...
10-10-2022 08:03

{surfernet}
ho installato la versione win11 22h2 e l'impostazione "App-> Impostazioni avanzate per le app -> scegli da dove scaricare le app" è stata messa a "Solo Microsoft Store" , l'ho rimesso a "Ovunque" ovvero posso installare software che proviene da dovunque . A mio avviso non è... Leggi tutto
9-10-2022 16:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A Milano l'Ecopass si è trasformato in congestion charge: si paga per accedere al centro anche se si ha un'auto poco inquinante. Sei d'accordo?
Sono favorevole a questo modello, per le grandi città: bisogna usare meno l'auto.
Sono contrario in generale: non serve, è solo una tassa per spillare quattrini ai cittadini.
Era meglio il vecchio modello, in cui le auto meno inquinanti non pagavano (o pagavano di meno).
Il problema non mi tocca: non vivo e non vado mai né a Milano né in altre grandi città.

Mostra i risultati (2504 voti)
Settembre 2023
Microsoft, minireattori nucleari per alimentare i datacenter della IA
NFT senza valore, la bolla è scoppiata
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 settembre


web metrics