Windows 11, inizia la seconda fase degli update

Esplora File guadagna il supporto alle schede, la barra delle applicazioni un menu per le icone in eccesso, e altro ancora.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-10-2022]

windows 11 aggiornamenti schede esplora file

Nonostante la prima fase dell'aggiornamento di Windows 11 - la distribuzione del 2022 Update - abbia portato con sé una buona dose di malfunzionamenti, con l'arrivo del 5 di ottobre Microsoft ha dato il via alla seconda fase.

Da questo momento e gradualmente gli utenti iscritti a Windows Insider stanno ricevendo una nuova serie di aggiornamenti, ossia quelli destinati a introdurre nuove e annunciate funzionalità nel sistema operativo. Poi toccherà agli utenti "normali".

La prima di queste funzionalità, come spiega l'annuncio pubblicato sul blog ufficiale, è l'atteso supporto alle schede da parte di Esplora File; il loro funzionamento è del tutto analogo a quello delle schede che già siamo abituati a usare nei browser, con qualche limitazione: per ora, ad esempio, non è possibile "staccare" una scheda per spostarla in una nuova finestra.

Oltre alle schede, il nuovo Esplora File guadagna la possibilità di indicare i file più importanti, in modo che appaiano sempre nella pagina iniziale del programma e siano così di più facile accesso; inoltre gli sviluppatori hanno aggiunto suggerimenti personalizzati basati sull'utilizzo dei programmi della suite Microsoft 365 e, infine, le operazioni dei colleghi sui file condivisi tramite OneDrive ora sono visibili direttamente in Esplora File.

Un'altra modifica riguarda la barra delle applicazioni, che guadagna un menu - indicato da tre puntini disposti in orizzontale - in cui vengono posizionate le icone che eccedono lo spazio disponibile.

Ci sono novità anche per le opzioni di condivisione, che ora supportano un maggior numero di dispositivi con i quali attivare una condivisione, e infine c'è una caratteristica per ora limitata a Stati Uniti Canada e Messico: si chiama Suggested Actions (Azioni suggerite) e presenta alcune operazioni che è possibile compiere con i dati che vengono copiati.

Per esempio, se si copia un numero di telefono, Suggested Actions propone di effettuare una chiamata con Skype; se invece si copia una data, la funzionalità suggerisce di aggiungere un evento nel calendario.

barra applicazioni overflow
Il menu che mostra le icone "in eccesso"

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Completamente d'accordo! Leggi tutto
26-10-2022 18:51

Non ho mai sopportato i sw che pensano di sapere quello che un utente vuole fare ma che spesso vuole fare tutt'altro... A partire dall'autorun dei CD/USB (che da parte mia ho sempre disattivato, a partire da Windows 95), ai vari correttori automatici che spesso scrivono cose senza senso... Riguardo le tab in esplora file potrebbero... Leggi tutto
26-10-2022 07:37

Subdoli e striscianti alla meta...
14-10-2022 18:38

Non chiedere all'oste se il vino è buono...
10-10-2022 08:03

{surfernet}
ho installato la versione win11 22h2 e l'impostazione "App-> Impostazioni avanzate per le app -> scegli da dove scaricare le app" è stata messa a "Solo Microsoft Store" , l'ho rimesso a "Ovunque" ovvero posso installare software che proviene da dovunque . A mio avviso non è... Leggi tutto
9-10-2022 16:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2770 voti)
Dicembre 2022
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 8 dicembre


web metrics