Defender, spariscono le icone da barra, desktop e menu Start



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-01-2023]

defender cancella icone

I problemi sono iniziati nel corso del 13 gennaio, quando gli utenti di Windows 10 e Windows 11 hanno iniziato a ricevere l'aggiornamento 1.381.2140.0 per Microsoft Defender, la soluzione di sicurezza integrata nei sistemi operativi di Microsoft.

S'è infatti scoperto che l'installazione dell'update, quando si usa Microsoft Defender for Endpoint, può causare la scomparsa o quantomeno il malfunzionamento delle icone delle applicazioni (spesso noti come scorciatoie e riconoscibili come file con estensione .lnk) dal menu Start, dalla barra delle applicazioni e dal desktop.

Non solo: se si avvia un file eseguibile che ha delle dipendenze relative a delle scorciatoie, si ottiene un errore e il programma non parte.

Microsoft afferma che la causa di tutto sta nella funzionalità Attack Surface Reduction, quando la regola «Blocca le chiamate alla API Win32 dalla macro di Office» è abilitata. Un problema nella fase di riconoscimento, a quanto pare, può portare alla cancellazione dei collegamenti, o a impedire il loro funzionamento.

In teoria un aggiornamento successivo, il cui numero di versione è 1.381.2164.0, risolve il problema, ma non è in grado di ripristinare le scorciatoie ormai cancellate, che l'utente dovrà ricreare da sé.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''

Commenti all'articolo (1)

Passi impedire il funzionamento che dovrebbe essere lo scopo del SW per proteggere il sistema dalle infezioni, ma anche cancellare il link senza neppure chiedere all'utente mi sembra eccessivo soprattutto poi in casi come questo di falso positivo dovuto evidentemente ad un bug. M$ non si smentisce neppure stavolta... :roll:
21-1-2023 14:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual tra questi il motivo pi importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1308 voti)
Gennaio 2023
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 gennaio


web metrics