Le regole della concorrenza

Le società di raccolta dei diritti sono ammonite per le regole della concorrenza: sotto accusa le limitazioni nella possibilità di scelta cui sarebbero sottoposti gli utenti commerciali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-05-2004]

La Commissione Europea ha ammonito le 16 differenti organizzazioni, che in Europa raccolgono i diritti d'autore a nome degli autori musicali, che forse infrangono le regole sulla concorrenza EU.

Queste societa' hanno siglato un patto pan-europeo all'interno dell'accordo di Santiago, dove ogni organizzazione nazionale ha funzioni di unico collettore per tutte le licenze musicali europee.

"La struttura messa in piedi dai partecipanti all'accordo di Santiago limita gli utenti commerciali a poter scegliere solamente la societa' di raccolta dei diritti che e' presente in maniera monopolistica nel proprio paese", ha dichiarato la Commissione.

Secondo la Commissione, se ci fosse piu' competizione tra le societa', ne avrebbero vantaggio sia i fornitori sia gli utenti dei servizi di download.

Le societa' di raccolta dei diritti anno due mesi e mezzo per rispondere alle obiezioni della Commissione. Potranno anche chiedere di venire ascoltate per portare le loro istanze direttamente ai rappresentanti delle autorita' nazionali per la concorrenza.

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2586 voti)
Giugno 2022
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 giugno


web metrics