Fbi contro Indymedia

L'Fbi sequestra i dischi di due macchine di Indymedia in Gran Bretagna. Sequestrato anche il sito italiano.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-10-2004]

Indymedia è a livello internazionale e in Italia una delle testate online più importanti e seguite di contrinformazione.

Ieri, alle 18 circa, l'FBI si è presentata presso la Rackspace, l'azienda, con uffici in Gran Bretagna e Stati Uniti, presso la quale risiedono i server che ospitano molti siti locali di indymedia, fra cui italy.indymedia.org.

Gli agenti hanno richiesto il sequestro delle due macchine e hanno preteso la consegna dei dischi che hanno portato via. Attualmente non si hanno informazioni ulteriori, nemmeno sui motivi che hanno portato a questa operazione.

Indymedia è in attesa di tornare on line grazie a una macchina di riserva, ma buona parte del suo materiale è contenuto nei dischi sequestrati.

Aggiornamento

Sono stati sequestrati dall'FBI anche i dischi di italy.indymedia.org, il sito italiano di Indymedia. Non si conoscono ancora le motivazioni, ma pare che la richiesta di questo intervento provenga proprio dall'Italia.

Una voglia irrefrenabile di censura? Un'occasione d'oro per spulciare tra i log del server e compiere azioni repressive di vendetta? C'è chi scommette che presto ne sapremo di più.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 23)

francesco
Vale la pena... Leggi tutto
26-11-2004 11:35

censura? Leggi tutto
11-10-2004 16:00

E' stata un'opera di censura. Leggi tutto
11-10-2004 14:59

Daniele
log Leggi tutto
11-10-2004 12:28

Intervento richiesto da Procura di Bologna Leggi tutto
11-10-2004 11:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Durante un lungo viaggio in treno o in aereo, che cosa preferisci fare?
Ascoltare la musica
Chiacchierare coi vicini
Dormire
Giocare (con il notebook, il tablet, lo smartphone ecc.)
Guardare un film o una serie Tv
Guardare il panorama... o le hostess
Lavorare al computer
Leggere un libro, o un ebook
Navigare su Internet (vale solo in treno)
Telefonare (vale solo in treno)

Mostra i risultati (2448 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics