Dal cellulare nascono i fiori

Piantare il vostro vecchio telefonino e veder nascere un girasole? Dall'Inghilterra una proposta che tecnicamente suscita molta perplessità, ma che ha degli interessanti aspetti psico-sociali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-12-2004]

I tecnici dell'Università inglese di Warwick sostengono di aver sviluppato un involucro esterno per telefonini in materiale biodegradabile, con un piccolo seme incassato nella struttura. Una volta divenuto rifiuto, potrà essere piantato in un terriccio adeguato e, dopo essere stato decomposto, dare vita a un fiore, permettendo al seme di germinare.

I ricercatori sostengono che i cellulari sono gli oggetti più colpiti da obsolescenza tecnologica e moda, per cui il problema dei rifiuti diviene sempre più pressante. Il polimero utilizzato nasce da una ricerca condotta dal binomio PVAXX R & D e Motorola, oltre che dalla stessa Università.

Fin qui il comunicato. Inutile dire che la notizia suscita un mare di perplessità. I polimeri biodegradabili non sono nati oggi, e incassarvi dentro un seme non è frutto di ricerche, ma una possibilità offerta dalla natura: il seme non germina, e rimane in uno stato di quiescenza finché non viene a contatto con l'acqua.

Inoltre, la biodegradabilità riguarda solo il case esterno, non i componenti elettronici, né tantomeno la sciagurata batteria, che potrebbero mettere a repentaglio sia la salute del girasole che quella del vostro giardino. Ancora, non appaiono risolte, in questo modo, le problematiche relative alla velocità di sostituzione, con le implicazioni sul consumo di materie prime, energia e inquinamento legati alla produzione del bene.

Tuttavia, la proposta non appare del tutto da buttare, perché fa leva sulla psicologia. Da un lato i consumatori sono sensibilizzati su quello che accade al bene una volta scartato. Dall'altra i produttori, se aderiranno all'iniziativa, saranno costretti a lavorare con materiali atossici, che possano entrare nel terreno senza danneggiarlo.

Se son rose, è il caso di dire, fioriranno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Francia, reato vendere prodotti a obsolescenza programmata

Commenti all'articolo (1)

Francesco
Wow Leggi tutto
2-12-2004 23:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1792 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 settembre


web metrics