Brevetti software, l'Europa dell'Est dice no

L'opposizione di Polonia, Ungheria, Lettonia e Olanda ha fatto slittare a un altro Consiglio dei Ministri la decisione attesa sulla direttiva per la brevettabilità del software.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-01-2005]

Si deve all'opposizione dei nuovi membri, provenienti dall'area degli ex Paesi comunisti dell'Europa dell'Est, la novità positiva che la temuta approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri dell'Unione Europea, della direttiva sulla brevettabilità del software sia stata rinviata a data da destinarsi e non si conosce quando la questione potrà essere inserita nuovamente nell'agenda dei ministri dell'Unione.

Avrebbe dovuto discuterla ed eventualmente approvarla il Consiglio della Ue previsto lunedì 24 gennaio, ma il veto della Polonia a ogni ipotesi di brevettabilità del software era già chiaro e forte dall'inizio; alla Polonia si sono aggregati Ungheria, Lettonia e Olanda, mentre l'Italia aveva espresso delle critiche alla direttiva attraverso il Ministro per l'Innovazione Lucio Stanca.

Le critiche dell'Italia nascevano rispetto all'ambiguità della direttiva: da una parte sancirebbe il principio della non brevettabilità del software in quanto tale; dall'altra non vengono definite precisamente le condizioni alle quali si potrebbe concedere un eventuale brevetto sul software. E' un rischio che un Paese come l'Italia (ricco di piccole e medie imprese di software) non si sente di correre, ma così è anche per Polonia e Lettonia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (3)

:D
26-7-2013 01:10

Grande Polonia... Leggi tutto
25-1-2005 10:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi la funzione di salvataggio delle password nel browser?
Sì, è molto utile
Sì, ma ora non lo farò più perché non è sicuro.
Sì, ma solo per password di poco conto.
No, per sicurezza non ho mai memorizzato alcuna password nel browser.
No, perché? Le password si possono salvare?

Mostra i risultati (5742 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics