"M....", e il motore Microsoft maltratta il Vaticano

MSN Search rimanda a un'organizzazione vaticana immettendo una parola volgare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-02-2005]

msn

MSN search, il nuovo motore di ricerca che Microsoft vorrebbe proporre come rivale di Google, mostra qualche problemino di dentizione: immettendo la celebre parola volgare di cinque lettere che definisce l'escremento, il primo link che propone è quello di Clerus.org, sito della Congregazione per il Clero della Santa Sede in Vaticano, il cui webmaster si starà ora disperando per capire la ragione di un improvviso boom di accessi.

La notizia sta facendo il giro della Rete, in un misto di ilarità e indignazione che non fa certo pendant con la pompa magna con la quale è stato presentato Msnsearch proprio pochi giorni fa, dopo un periodo di rodaggio iniziato a novembre 2004.

Attendiamo con estrema curiosità la spiegazione tecnica di questo curioso comportamento degli algoritmi di ricerca Microsoft, che fa il paio con la perla di Mappoint, che per andare da una località norvegese a un'altra passa da Regno Unito, Belgio, Olanda, Germania e Svezia (Mappoint ha promesso che verrà risolta "ai primi di febbraio") (v. aggiornamento).

Nelle pagine di Clerus.org non sembra esserci alcun riferimento o elemento che giustifichi un'associazione con una parola volgare, e Google non esibisce comportamenti scatologici analoghi.

Né Microsoft né Clerus.org hanno risposto per ora alle richieste di commento di Zeus News.

Aggiornamento (4/2/2005): La perla di Mappoint è stata corretta.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Attivissimo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Defecare è comunque un atto naturale, come esprimere opinioni. Due cose legittime ed auspicabili, speriamo che nessuno arrivi ad impedircelo. Restituire la cacca all'ambiente è una cosa lodevole oltre che necessaria, purché fatta negli appositi spazi. Che poi ciascuno scelga il soggetto più consono per facilitare l'attesa dell'aulente... Leggi tutto
15-5-2007 11:52

{Finazio}
Sicuri che sia un errore? Anch'io penso sempre al Clero quando faccio la cacca...
14-5-2007 18:30

maurizio Rosoni
non solo il vaticano! Leggi tutto
16-8-2005 11:55

greenkey
perla patchata e motore truccato Leggi tutto
10-5-2005 00:55

..era questo il problema Leggi tutto
14-2-2005 21:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (414 voti)
Dicembre 2022
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 10 dicembre


web metrics