Intercettazioni a destra e a manca

Dalla vicenda dei deputati di sinistra intercettati durante il G8 nel 2001 all'assoluzione dell'assessore regionale piemontese di Forza Italia: la politica tira le intercettazioni come acqua al proprio mulino.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-03-2005]

In questi giorni ferve la polemica contro la trasmissione televisiva (su Raidue) di registrazioni di conversazioni telefoniche tra deputati di Rifondazione Comunista e dei Verdi ed esponenti del movimento No Global, effettuate attraverso intercettazioni dalle Forze dell'Ordine, durante i disordini del G8 a Genova nel 2001.

La legge proibisce di effettuare registrazioni di conversazioni telefoniche di parlamentari, senza l'autorizzazione delle Camere, come ricordò a tutto il mondo alcuni anni fa Silvio Berlusconi, che aveva trovato una cimice per l'ascolto nel suo studio, quando era all'opposizione.

Come ha potuto la redazione del Tg2 abbia potuto entrare in possesso di queste intercettazioni, che avrebbero dovuto essere secretate, mentre il processo è ancora in corso? E come si fa, da pochi frasi registrate, a far derivare addirittura un collegamento organico tra No Global e parlamentari di CentroSinistra, seguendo il teorema che i disordini sarebbero stati esclusivamente colpa dei No Global, e dimenticando responsabilità ed errori delle forze dell'ordine e l'azione teppistica dei black blok? Sono argomenti che fanno parte della polemica politica di questi giorni.

Il problema è che per la destra non ci sono dubbi: è giusto intercettare questi pericoloi terroristi e amici di terroristi. In questi giorni, però, un esponente importante di Forza Italia in Piemonte, l'assessore regionale al turismo Ettore Racchelli, è stato assolto dall'accusa di corruzione per una storia di tangenti e di interesse personale, di cui era stato accusato dal Pm di Verbania.

Racchelli e Forza Italia si erano sempre detti estranei alle accuse, e il presidente della Regione Ghigo aveva sempre confermato fiducia in questo suo stretto collaboratore; l'accusa si basava tutta su intercettazioni telefoniche e ambientali che, fin dall'inizio, apparivano poco chiare, confuse, ambigue e poi in gran parte si sono chiarite come relative a vicende private di terze persone che non c'entravano nulla con i fatti in questione. In questo caso, invece, non erano pochi quelli che, pur di vedere in galera il Racchelli, ritenevano le intercettazioni delle prove inconfutabili.

Il guaio è che nessuno mette seriamente in discussione il meccanismo e l'abuso che viene fatto delle intercettazioni; ma troppi sono pronti a tirarle dalla propria parte come acqua per il proprio mulino.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Germania e Italia, due culture di fronte al Datagate

Commenti all'articolo (1)

Antonio
la casa delle libertà... proprie! Leggi tutto
14-3-2005 12:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La nuova Xbox One presenta molti punti controversi: impossibilitÓ di prestare giochi agli amici, connessione Internet obbligatoria per giocare, uso del Kinect invece che del telecomando. Secondo te sarÓ un successo o un flop?
AvrÓ pi¨ successo della Xbox 360.
SarÓ un flop colossale.
VenderÓ molto ma non riuscirÓ a bissare il successo dell'edizione 360.

Mostra i risultati (739 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics